Page Index Toggle Pages: [1] 2  Send Topic Send Topic Print Print
Very Hot Topic (More than 25 Replies) <<urgentissimo seiler>> (Read 16070 times)
salvatore
God Member
*****
Offline


Pianista mediterraneo

Posts: 1438
Location: Ischia
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
<<urgentissimo seiler>>
05. Mar 2006 at 21:50
Print Post Print Post  


Salve a tutti.
Sono un giovane pianista in cerca di un buon pianoforte a coda salvaguardando però il conto in banca senza spendere cifre irrisorie o decisamente troppo alte e assurde.
Mi è capitato di vedere un'occasione davvero interessante proprio questo mercoledì.
Trattasi di un seiler a coda di 242cm di 7 anni.
Il negoziante mi ha chiesto 17.oooeuro.
Cosa ne pensate?
Può essere un buon acquisto considerando la marca,il prezzo e il tempo?
Inoltre cosa ne pensate della seiler?
Avete già avute delle esperienze con questa marca?
E' veramente di qualità eccezionale o come un young chang e un petrof?

attendo con grande impazienza una vostra risposta
ciao


  
Back to top
 
IP Logged
 
mr89
Ex Member


Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #1 - 05. Mar 2006 at 21:52
Print Post Print Post  
Non potresti piuttosto spendere 15.000 € in un Yamaha bello nuovo? Mi è arrivato due giorni fa ed è ineccepibile. Certo, non è uno Steimway, ma paragonato alla spesa è veramente ottimo!
  
Back to top
 
IP Logged
 
Lastregadellenote
Ex Member
*


W questo FORUM!!!

Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #2 - 05. Mar 2006 at 22:04
Print Post Print Post  
non ho capito se per te young chang è qualità eccezionale  Undecided

bohhhhh

io sono d' accordo con mr89, non ce li spenderei nel seiler semplicemente perchè non lo consiglia nessuno, ci sarà un motivo?
  
Back to top
 
IP Logged
 
Mephistofele
God Member
*****
Offline


Il pianista sul lago

Posts: 1387
Location: inferno
Joined: 13. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #3 - 05. Mar 2006 at 22:12
Print Post Print Post  
Beh, un Seiler è un buon pianoforte, ma sull'usato è difficile sapere. Bisognerebbe vederlo bene, ecc.
Certo con 15 mila euro non si compra un 2.42 che è un tre quarti di coda.
Non c'è paragone fra un seiler e un coreano o sta roba qui. Il seiler è una marca riconosciuta.
Con 15 mila potresti comprare uno yamaha c3 credo, piu o meno.
Io di usato comprerei solo un gran coda e di marca tipo stenway.  Pero è solo un opinione.
  

La mia musica è compresa meglio dai bambini e dagli animali.&&- Igor Stravinsky -
Back to top
 
IP Logged
 
luiman
New Member
*
Offline



Posts: 34
Joined: 27. Feb 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #4 - 06. Mar 2006 at 10:23
Print Post Print Post  
Le comparazioni sarebbe buona norma farle tra grandezze omogenee altrimenti ci si potrebbe chiedere perchè spendere 200 euro per un Sassicaia quando si può spendere un euro con il Tavernello?
Se proprio poi si vuole insistere solo attraverso una comparazione economica ignorando deliberatamente, a parere di chi scrive, le sostanziali differenze di qualità, il confronto dovrebbe avvenire almeno tra il prezzo del pari lunghezza Yamaha, cioè almeno il 220, comunque più corto di 22 cm.
Quanto al motivo per cui nessuno consiglia di comprarsi un coda tedesco da più di quarantamila euros quando un mezza coda Yamaha ne costa 15, non mi sembra ci vogliano le streghe per intuirlo.
Lasciando le streghe e tornando alle note.....enologiche, le parole, evidentemente, non sono sufficienti a spiegare ad un profano la differenza tra il Tavernello e il Brunello, questi dirà pure che se finiscono entrambi per nello, "ci sarà un motivo".
.......Salute
  
Back to top
 
IP Logged
 
Radu_Agnellu
God Member
*****
Offline


pianista maldestro

Posts: 2313
Location: Bologna
Joined: 27. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #5 - 06. Mar 2006 at 10:43
Print Post Print Post  
Sui pianoforti a coda metto bocca mal volentieri, perché è una questione di gusti e di maniera di suonare.
Confermo quello che ho detto per i verticali: il pianoforte non è una moglie, quindi bisogna sempre pensare che un domani potremmo volerlo cambiare, e dunque deve avere una commerciabilità.
Seiler è una marca che ha dei pregi e dei difetti.
Pregi: ha un'ottima martelliera che consente (solo se la meccanica è ben regolata) di ottenere colori ben superiori a quelli dei pianoforti orientali.
Difetti: la meccanica è molto indietro rispetto ai giapponesi, e va dal difficile (se ben regolata) all'ingestibile (se regolata non benissimo).
Su una quindicina di Seiler che ho suonato, ne ho trovati solo due che avrei desiderato possedere, tutti gli altri li ho detestati cordialmente e mi hanno letteralmente compromesso le esecuzioni. La colpa è stata spesso del tecnico, ma indubbiamente la base meccanica di fabbrica è largamente insufficiente: provate a fare dei ribattuti o della tecnica sul secondo sacppamento del Seiler!
Per il mercato invece 17.000 euro per una misura come quella sono in un certo senso un piccolo affare.
Però considera una cosa: lo rivenderai? Io temo proprio di no!
Dunque se vuoi prenderlo, a mio avviso deve piacerti veramente, a livello viscerale, devi provarlo e sentire che è il "tuo" pianoforte.
Se così fosse io non avrei problemi a prenderlo, ma se non ti convince lascialo perdere! Con 17.000 euro trovi tante occasioni migliori! Basta aspettare.
Dove abiti?
  

Maurizio Pulcini - Paul Badura Fiat - Biondo Gattino - Pietro De Giuseppe - Arturo Maledetti Micheldiavoli - Sviatoslav Mercalli - Alfred Lungot
Back to top
 
IP Logged
 
luiman
New Member
*
Offline



Posts: 34
Joined: 27. Feb 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #6 - 06. Mar 2006 at 11:07
Print Post Print Post  
La base meccanica di fabbrica largamente insufficiente?
Si vede che consideri la Renner superata dagli orientali.
Sei sicuro che i quindici seiler non fossero pianoforti ormai andati con una ventina d'anni, quanti poi erano 242?
Ribattuti, è lì che si misura l'efficienza meccanica, stranamente a me consta proprio il contrario.
Tecnica sul secondo scappamento: questa ce la devi proprio spiegare perchè forse me la sono persa.
saluti  
  
Back to top
 
IP Logged
 
Radu_Agnellu
God Member
*****
Offline


pianista maldestro

Posts: 2313
Location: Bologna
Joined: 27. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #7 - 06. Mar 2006 at 12:17
Print Post Print Post  
La Renner è anche sugli Steinway ma funziona un po' meglio che sui Seiler...
Fra quella quindicina c'erano almeno sette grandi misure.
Ribattere sui Seiler per me è difficile, se per te non lo è cosa posso dirti? Congratulazioni!
Se non sai cos'è il secondo scappamento digita Erard su Google: troverai notizie.
Se invece sai cos'è ma non lo usi ti consiglio di chiedere a qualche collega.
Seiler di quella misura a 17.000 rimane un affare, ma solo se è uno strumento uscito bene. Per l'esperienza che ho io controllerei cento volte!
Se invece va così bene perché non lo compri tu? Il prezzo c'è eccome!
  

Maurizio Pulcini - Paul Badura Fiat - Biondo Gattino - Pietro De Giuseppe - Arturo Maledetti Micheldiavoli - Sviatoslav Mercalli - Alfred Lungot
Back to top
 
IP Logged
 
luiman
New Member
*
Offline



Posts: 34
Joined: 27. Feb 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #8 - 06. Mar 2006 at 12:54
Print Post Print Post  
R La Renner è anche sugli Steinway ma funziona un po' meglio che sui Seiler...
L Magie del marchio Steinway

R Fra quella quindicina c'erano almeno sette grandi misure.
L Ma forse erano tutti andati giusto?

R Ribattere sui Seiler per me è difficile, se per te non lo è cosa posso dirti? Congratulazioni!
L Io non ho certo detto che sia facile.

R Se non sai cos'è il secondo scappamento digita Erard su Google: troverai notizie.
L Commovente ma già lo so.

R Se invece sai cos'è ma non lo usi ti consiglio di chiedere a qualche collega.
L Iniziavo a pensare che tu fossi un collega, di cosa possiamo parlare sul forum, dell'ultima di campionato?

R Seiler di quella misura a 17.000 rimane un affare, ma solo se è uno strumento uscito bene. Per l'esperienza che ho io controllerei cento volte!
L Anch'io, e allora?

R Se invece va così bene perché non lo compri tu?
L Ti confesso un segreto, ne ho già uno.
ciao



  
Back to top
 
IP Logged
 
Radu_Agnellu
God Member
*****
Offline


pianista maldestro

Posts: 2313
Location: Bologna
Joined: 27. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #9 - 06. Mar 2006 at 13:05
Print Post Print Post  
L Magie del marchio Steinway
R E' un dato di fatto
 
R Fra quella quindicina c'erano almeno sette grandi misure.
L Ma forse erano tutti andati giusto?
R No, il fatto è che erano quasi tutti recenti
 
R Ribattere sui Seiler per me è difficile, se per te non lo è cosa posso dirti? Congratulazioni!
L Io non ho certo detto che sia facile.
R No, hai solo detto che è più facile che sullo Steinway: magie del marchio Seiler!
 
R Se non sai cos'è il secondo scappamento digita Erard su Google: troverai notizie.
L Commovente ma già lo so.
R Beh, ti confesso che non ne dubitavo, ma perché allora hai detto "questa me la sono persa"?
 
R Se invece sai cos'è ma non lo usi ti consiglio di chiedere a qualche collega.
L Iniziavo a pensare che tu fossi un collega, di cosa possiamo parlare sul forum, dell'ultima di campionato?
R Ok, ma non mi intendo molto di calcio: sono tutto orecchie
 
R Seiler di quella misura a 17.000 rimane un affare, ma solo se è uno strumento uscito bene. Per l'esperienza che ho io controllerei cento volte! 
L Anch'io, e allora?
R E allora nulla

R Se invece va così bene perché non lo compri tu?
L Ti confesso un segreto, ne ho già uno.
ciao 
R Beh, ma lo potresti sempre rivendere guadagnandoci, se è un Brunello!

Ciao
  Cheesy
  

Maurizio Pulcini - Paul Badura Fiat - Biondo Gattino - Pietro De Giuseppe - Arturo Maledetti Micheldiavoli - Sviatoslav Mercalli - Alfred Lungot
Back to top
 
IP Logged
 
luiman
New Member
*
Offline



Posts: 34
Joined: 27. Feb 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #10 - 06. Mar 2006 at 13:34
Print Post Print Post  
R E' un dato di fatto
L Un'impressione, rispettabilissima quanto vuoi, non può scambiarsi per un dato di fatto oggettivo, il confronto di opinioni serve anche a questo.
   
R No, il fatto è che erano quasi tutti recenti
L E' sorprendente che dalle tue parti ci siano tutte ste ditte di noleggio con sette, anzi quindici, code seiler diverse, non è che per caso erano gli stessi pianos?
 
R No, hai solo detto che è più facile che sullo Steinway: magie del marchio Seiler!
L No magie dell'italiano, ognuno è libero di capire cose da me mai scritte, e mai nemmeno lontanamente pensate .

R Beh, ti confesso che non ne dubitavo, ma perché allora hai detto "questa me la sono persa"?
L Parlavo dell'espressione da te usata "tecnica sul secondo scappamento" che io sinceramente non conosco quindi me la sono persa e sarei anche curioso di sapere in tema.
   
R Ok, ma non mi intendo molto di calcio: sono tutto orecchie
L Rimarrai deluso perchè neanch'io ne mastico, sul vino invece....

R Beh, ma lo potresti sempre rivendere guadagnandoci, se è un Brunello!
L Se ti compri una bottiglia in genere è perchè ti piace stapparla, perchè no anche con gli amici.
prosit
  
Back to top
 
IP Logged
 
Radu_Agnellu
God Member
*****
Offline


pianista maldestro

Posts: 2313
Location: Bologna
Joined: 27. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #11 - 06. Mar 2006 at 13:46
Print Post Print Post  
Dai luiman, scherzi a parte, ho suonato diversi Seiler, e la maggior parte nel Lazio: erano messi piuttosto male, tranne uno veramente bello da cui ho capito il valore di quel marchio, e ne ho trovato un altro a Montecatini anche quello bellissimo!
Però la media delle tastiere che ho trovato è davvero (almeno per me) insoddisfacente, cosa che mi fa pensare che la meccanica non sia così semplice da tenere a posto. Anche le martelliere ho trovato molto differenti: i due strumenti che mi sono piaciuti mi hanno ricordato le sfumature dello Steinway, e ho suonato con un vero piacere, mentre le altre martelliere erano dure e sgraziate. Come ho già detto la gran parte della colpa è da attribuire probabilmente ai tecnici che li curavano (o che non li curavano).
Certo è che se io fossi un dirigente della Seiler mi preoccuperei molto di queste cose, perché gli strumenti che vanno in pubblico contano più di qualsiasi pubblicità sulle riviste!
Poi, scusa, ma sullo scappamento parlavi sul serio?  Io intendo (almeno siamo in tanti a dirla così) lavorare da metà tasto, senza articolazione. Non so come si chiama da te, ma sicuramente la usi anche tu.
Quanto al vino non ne capisco niente, ma mi piace tanto!!!!  Cheesy
  

Maurizio Pulcini - Paul Badura Fiat - Biondo Gattino - Pietro De Giuseppe - Arturo Maledetti Micheldiavoli - Sviatoslav Mercalli - Alfred Lungot
Back to top
 
IP Logged
 
Pepe
Global Moderator
*****
Offline



Posts: 10574
Location: Pisa
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Female
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #12 - 06. Mar 2006 at 13:59
Print Post Print Post  
Allora Radu, quando vinco al superenalotto compro una cassa di Sassicaia e lo beviamo insieme!
Una bottiglia d' annata seria va intorno ai 300 euro, minimo....
Una decina di anni fa  comprai una bottiglia di Sassicaia del 94, per regalarla ad una persona importante ( per me!)  e mi andarono via la bellezza di 140 mila lire!!
Solo che speravo di berla insieme a lui ... e invece nulla!! Sad:(Sad

( Scusate l' interruzione, continuate pure con il tema.. ma quando sento parlare di vino mi emoziono ehehhehehe )  Cheesy  Cheesy  Cheesy  Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
luiman
New Member
*
Offline



Posts: 34
Joined: 27. Feb 2006
Gender: Male
Sicuramente hai toccatoRe: <<urgentissimo seiler>>
Reply #13 - 06. Mar 2006 at 14:21
Print Post Print Post  
Mica sono tutti come me che stappano le bottiglie importanti con gli amici.....eh Pepe potevi pure invitare anche me.

Sassicaia a parte hai toccato un punto strategico, le martelliere, ma quanti tecnici a parte le grandi ditte sanno metterci le mani per modulare una timbrica?
Indubbiamente la tendenza a suoni molto brillanti può essere una componente caratteristica specie nei 242.
Per quanto mi riguarda devo dire che tra i pianoforti chiusi e pianoforti brillanti, almeno in concerto, ho sempre preferito questi ultimi. La mia personalissima teoria è che i suoni brillanti puoi comunque contrastarli con un tocco più delicato, mentre i pianoforti chiusi sono chiusi e basta.
Il concerto poi per un pianista è sempre una specie di sfida ad adattarsi alle situazioni più assurde, a volte perfino l'accordatura diventa una cosa affidata ad una sorta di fatalismo cosmico. Del resto se vuoi suonare fuori di casa bisogna familiarizzare con questa idea e lasciare a casa i luoghi comuni e le leggende metropolitane o pseudoromantiche basate sull'artista che butta i guanti e suona.
Una volta prima di un piano e orchestra ho messo a posto un pedale con una pinza.
ciao
  
Back to top
 
IP Logged
 
Radu_Agnellu
God Member
*****
Offline


pianista maldestro

Posts: 2313
Location: Bologna
Joined: 27. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #14 - 06. Mar 2006 at 14:35
Print Post Print Post  
Piccolo aneddoto: l'ultimo Seiler che ho suonato l'ho potuto provare circa 40 min. prima che aprissero al pubblico.
Comincio a suonare e sento un rumore infernale! Stock stock.
Chiamo l'accordatore che se ne stava andando e gli dico: guardi, manca lo spessore all'asta del pedale, l'ottone sta battendo sul legno.
Lui mi dice, quasi seccato: ah, va bene ci penso io!
Va sotto al pianoforte, traffica un po' e poi mi dice: a posto!
Io (ingenuamente) provo il pedale, e poi dico: mi sembra che vada bene.
Faccio qualche nota e lui si dilegua.
Qualche secondo dopo metto la corda e... stock stock!
Aveva preso lo spessore del pedale di sinistra e lo aveva messo a destra.
Sai come ho potuto fare il concerto? Facendomi prestare un assorbente e appiccicandone un pezzo al posto dello spessore (non ti dico le facce quando l'ho chiesto).
Ti immagini in che condizioni era quello strumento? E quella martelliera?!!
Non confesserò mai neanche sotto tortura nomi e luoghi del misfatto!
Comunque il mago delle martelliere per me rimane il mitico Angelo Fabbrini di Pescara, che fa suonare anche i giapponesi come gli Steinway!
  

Maurizio Pulcini - Paul Badura Fiat - Biondo Gattino - Pietro De Giuseppe - Arturo Maledetti Micheldiavoli - Sviatoslav Mercalli - Alfred Lungot
Back to top
 
IP Logged
 
Lorentz
Ex Member


Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #15 - 06. Mar 2006 at 15:31
Print Post Print Post  
Ma questo sembra un episodio tratto da "Toto'truffa '62".
Se fossi stato in te, avrei usato le dita dell'accordatore, come spessore del pedale sx, e poi sarei andato di "spedalamento selvaggio"! Angry
  
Back to top
 
IP Logged
 
Radu_Agnellu
God Member
*****
Offline


pianista maldestro

Posts: 2313
Location: Bologna
Joined: 27. Jan 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #16 - 06. Mar 2006 at 15:44
Print Post Print Post  
Cheesy Grin Grin Cheesy
  

Maurizio Pulcini - Paul Badura Fiat - Biondo Gattino - Pietro De Giuseppe - Arturo Maledetti Micheldiavoli - Sviatoslav Mercalli - Alfred Lungot
Back to top
 
IP Logged
 
Pepe
Global Moderator
*****
Offline



Posts: 10574
Location: Pisa
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Female
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #17 - 06. Mar 2006 at 15:55
Print Post Print Post  
Cheesy Cheesy Cheesy Cheesy Grin Grin Grin
  
Back to top
 
IP Logged
 
salvatore
God Member
*****
Offline


Pianista mediterraneo

Posts: 1438
Location: Ischia
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: <<urgentissimo seiler>>
Reply #18 - 06. Mar 2006 at 15:59
Print Post Print Post  
Venendo più al concreto e stringendo le discussioni,preciso che tale 242 seiler è stato usato per un numero di giorni pari a mesi 6 nella durata di 7 anni.
E' stato usato esclusivamente per il noleggio dello stesso rivenditore e dunque riguardo alla sua manutenzione constato che il titolare ci teneva a fare bella figura di sè presentandosi ai concerti con un prodotto degno di un coda.
Ciò che mi tiene sovrappensiero è questo:
1)Quanto costa veramente un 242 seiler nuovo?
2)Di quante migliaia di euro si svaluta un 242 seiler per anno?
3)Che ne dite della sua meccanica?E' di qualità eccellente e senza paragoni rispetto ai milioni di yahama(ed altri ancora molto commerciali)?
4)Qual'è il suono tipico di un pianoforte a coda seiler e sarò ,un giorno,deluso ,dopo il mio eventuale acquisto,ascoltando a bocca aperta il suono di uno steinway,un bechstein e piano a coda di buona fattura?
mi affido ancora a voi...
  
Back to top
 
IP Logged
 
Mephistofele
God Member
*****
Offline


Il pianista sul lago

Posts: 1387
Location: inferno
Joined: 13. Jan 2006
Gender: Male
Re: Sicuramente hai toccatoRe: <<urgentissim
Reply #19 - 06. Mar 2006 at 21:33
Print Post Print Post  
Quote:
Per quanto mi riguarda devo dire che tra i pianoforti chiusi e pianoforti brillanti, almeno in concerto, ho sempre preferito questi ultimi. La mia personalissima teoria è che i suoni brillanti puoi comunque contrastarli con un tocco più delicato, mentre i pianoforti chiusi sono chiusi e basta.



Beh, pianoforti quanto chiusi ? I pianoforti di oggi sono cosi aperti che....sembrano late.
Io preferisco il contrario. Su un pianoforte, non chiuso, ma un po pastoso, diciamo è più facile fare sonorità tenui. Se vuoi il forte lo fai. Sui pianoforti squillanti come quelli di oggi, per suonare pp devi soffiare.
Uno Steinway di oggi non si può paragonare a quelli di 30 o 40 anni fa.
Oggi per esigenze di sale o teatri da concerto assurdi, fanno suonare le martelliere, mica la tavola armonica.

  

La mia musica è compresa meglio dai bambini e dagli animali.&&- Igor Stravinsky -
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: [1] 2 
Send Topic Send Topic Print Print