Normal Topic Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 17 (Read 4634 times)
kaos
Ex Member


Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 17
11. Feb 2006 at 10:29
Print Post Print Post  
  
Back to top
 
IP Logged
 
Mephistofele
God Member
*****
Offline


Il pianista sul lago

Posts: 1387
Location: inferno
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Male
Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #1 - 11. Feb 2006 at 11:54
Print Post Print Post  
Bella si, quella versione l'ho ascoltata ed è stupefacente.

Grin
  

La mia musica è compresa meglio dai bambini e dagli animali.&&- Igor Stravinsky -
Back to top
 
IP Logged
 
krismik
Full Member
***
Offline


W la Musica

Posts: 106
Joined: 04. Feb 2006
Gender: Male
Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #2 - 11. Feb 2006 at 13:10
Print Post Print Post  
Adoro Martha Argerich da quando negli anni 70 ho acquistato un LP con la Sonata di Liszt che per me rimane una delle più belle interpretazioni romantiche che un pianista possa dare...

Per quanto riguarda Rachmaninoff nulla da dire sulla bellezza dell'interpretazione anche se tutto è molto occidentale...

Vivendo in Russia per qualche tempo si riesce a capire di più l'essenza dell'anima russa che è scevra di estetismi occidentali...

Bravi a tutti i pianisti e in particolare alla grande Martha
  
Back to top
 
IP Logged
 
Mephistofele
God Member
*****
Offline


Il pianista sul lago

Posts: 1387
Location: inferno
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Male
Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #3 - 11. Feb 2006 at 13:21
Print Post Print Post  
Questo è verissimo Krismik.
Entrare nel cuore di una civiltà non è cosa assai semplice.
Una volta ho ascoltato i pezzi op. 11 di Rachmaninoff suonati da un duo russo e ci ho pianto sopra.

Grin
  

La mia musica è compresa meglio dai bambini e dagli animali.&&- Igor Stravinsky -
Back to top
 
IP Logged
 
Pepe
Global Moderator
*****
Offline



Posts: 10575
Location: Pisa
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Female
Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #4 - 11. Feb 2006 at 17:14
Print Post Print Post  
Krismik, mi interessebbe approfondire il tuo commento l'essenza dell'anima russa che è scevra di estetismi occidentali...
credo anche io che poter vivere, e stare a contatto con la terra natia del compositore sicuramente aiuti a capire alcune cose che da qui non potremmo capire, o percepire.

Anche se poi da un' altra parte credo che ci sono delle sensibilità comuni che ci legano, che sono naturali, e che la musica stessa ci guida...

Insomma, un discorso strampalato lo  Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
krismik
Full Member
***
Offline


W la Musica

Posts: 106
Joined: 04. Feb 2006
Gender: Male
Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #5 - 11. Feb 2006 at 17:51
Print Post Print Post  
E' lunga la storia...
Però per essere breve: ... correva l'anno 18...

scherzo...

Volevo solo comunicarvi che quando sono stato per la prima volta a Mosca per concerti e masterclasses sono rimasto letteralmente scioccato perché ho avuto la fortuna, dico oggi, di aver vissuto non da divo con ottimo albergo e ottimo ristorante, come mi è capitato dopo, ma a fianco dei musicisti russi, respirando la loro stessa aria musicale sì ma soprattutto partecipando alla loro vita fatta di cose importanti e senza fronzoli... del resto la loro storia ci insegna qualcosa...
Al ritorno in Italia, dopo 15 giorni intensi, sinceramente, la mia vita è cambiata! Vedevo tutte le inutilità a cui ero attaccato prima scomparse e che qualcosa di più profondo, invece, della Russia mi era rimasto...
Non vi dico quanti Rachmaninov ho suonato e quanti ne ho ascoltato! E qui ho capito, lavorando a fianco della mia collega, che il suono, il senso della frase e il senso della musica stessa (ad es. Tema Russo o Slava) erano tutta un'altra musica rispetto alle esecuzioni fritte rifritte occidentali...
Sono esperienze che non si possono raccontare ma bisogna viverle e ti senti veramente vivo quanto tu, pinco pallino qualsiasi, vai a suonare in una Sala di Mosca, quando contemporaneamente ci sono almento altri 5 concerti, e trovi la sala piena in religioso silenzio che ti ascolta e che non si alza nessuno fino a quando l'ultima nota è stata suonata... e allora tocchi con mano e dici: " ??? questi la musica la amano veramente!"
Sicuramente tutti voi ci siete stati e potete condividere le mie esternazioni... ma se ancora non avete fatto questa esperienza, fatela e fatela presto... prima che anche la Russia venga contaminata dal qualunquismo, dal superficialismo che, ahimè, sono a braccetto con il Mondo Globale...
  
Back to top
 
IP Logged
 
Pepe
Global Moderator
*****
Offline



Posts: 10575
Location: Pisa
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Female
Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #6 - 12. Feb 2006 at 15:53
Print Post Print Post  
Ma sarà difficile che possa andarci, ma credo di intuire a cosa ti stai riferendo e cosa hai provato.
Forse c'è ancora quella semplicità e quel profondo rispetto verso la musica e verso chi la fa?
  
Back to top
 
IP Logged
 
Rapsodia
Ex Member


Re: Rachmaninov Suite n.2 per due pianoforti op. 1
Reply #7 - 01. Jul 2006 at 23:41
Print Post Print Post  
Quote:
E' lunga la storia...
Però per essere breve: ... correva l'anno 18...

scherzo...

Volevo solo comunicarvi che quando sono stato per la prima volta a Mosca per concerti e masterclasses sono rimasto letteralmente scioccato perché ho avuto la fortuna, dico oggi, di aver vissuto non da divo con ottimo albergo e ottimo ristorante, come mi è capitato dopo, ma a fianco dei musicisti russi, respirando la loro stessa aria musicale sì ma soprattutto partecipando alla loro vita fatta di cose importanti e senza fronzoli... del resto la loro storia ci insegna qualcosa...
Al ritorno in Italia, dopo 15 giorni intensi, sinceramente, la mia vita è cambiata! Vedevo tutte le inutilità a cui ero attaccato prima scomparse e che qualcosa di più profondo, invece, della Russia mi era rimasto...
Non vi dico quanti Rachmaninov ho suonato e quanti ne ho ascoltato! E qui ho capito, lavorando a fianco della mia collega, che il suono, il senso della frase e il senso della musica stessa (ad es. Tema Russo o Slava) erano tutta un'altra musica rispetto alle esecuzioni fritte rifritte occidentali...
Sono esperienze che non si possono raccontare ma bisogna viverle e ti senti veramente vivo quanto tu, pinco pallino qualsiasi, vai a suonare in una Sala di Mosca, quando contemporaneamente ci sono almento altri 5 concerti, e trovi la sala piena in religioso silenzio che ti ascolta e che non si alza nessuno fino a quando l'ultima nota è stata suonata... e allora tocchi con mano e dici: " ??? questi la musica la amano veramente!"
Sicuramente tutti voi ci siete stati e potete condividere le mie esternazioni... ma se ancora non avete fatto questa esperienza, fatela e fatela presto... prima che anche la Russia venga contaminata dal qualunquismo, dal superficialismo che, ahimè, sono a braccetto con il Mondo Globale...


???
???
???
???
Sono arrivata tardi su questo post!!
ci sei ancora krismik ? Undecided
vorrei saperne un bel po di questa tua esperienza in Russia,visto che vorrei andare li' per un paio d'anni a studiare.
Tipo...dove si studia? dove si dorme? come si accede e a quali corsi?in coservatorio o nelle scuole centrali? e come si fa per contattare e chi?ci sono esami d'ammissione?ehm scusami troppe domande... Embarrassed

Dove sei Undecided

p.s. quanto e' vero quello che dici!!
  
Back to top
 
IP Logged