Hot Topic (More than 10 Replies) Hammond (Read 16607 times)
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Hammond
08. May 2007 at 13:42
Print Post Print Post  
Riporto qui dal topic 'IL ROCK' alcuni post che avevano già iniziato ad affrontare l'argomento.

DIAPASON
Risposta #42 - 13.04.2006 alle 15:26:46  
L'organo HAMMOND è da sempre uno strumento ricercatissimo sia per musica rock che per musica Blues e Jazz, insomma, uno strumento veramente particolare!!!!
è uno strumento elettromagnetico nato prevalentemente per accompagnare cori Gospel nelle chiese e che pian piano si è diffuso in tutto il globo.
Mi sbaglio o qualcuno di voi ne aveva già parlato?
Chiunque ha voglia di parlarne un pò è il benvenuto!!!

RAY
Risposta #43 - 17.04.2006 alle 20:41:48  
per capire il motivo della difficile imitabilità del suono e della tecnica di questo strumento e dell'uso notevole ke ne viene fatto nel rock è fondamentale considerare lo scopo iniziale per cui fu inventato.
laurence hammond volle creare un organo per chiesa che non necessitasse di canne. il risultato non fu soddisfacente perché il suono non era come gli organi di chiesa ma di fatto fu questo scopo lungimirante a rendere comunque complicatissime la tecnica di funzionamento e la meccanica e originalissimo il suono. Le caratteristiche tecniche e sonore che all'inizio vennero accolte come 'difetti', sono le stesse che il rock è riuscito a sfruttare (anke con l'importante utilizzo congiunto dei diffusori della Leslie) rendendole peculiari di questo fantastico strumento, per es  la sensazione di 'click' durante la pressione del tasto, l'effetto vibrato, brontolante nei bassi e distorto negli acuti (questo grazie al leslie 147 affiancatogli ma anke agli originari pick-up, simili a quelli delle chitarre elettriche, che ricevono segnali di campi magnetici creati da ruote foniche poste in corrispondenza di un motore sincrono).
in particolare, in una serie di note legate, il tasto ke fa click è soltanto il primo. soltanto con lo staccato si può far sentire il click di ogni tasto (jon lord era un maestro in questo,lo sentiamo spesso fare lunghi virtuosismi senza mai legare)
  
Back to top
 
IP Logged
 
Romanza
Full Member
***
Offline


I Love Pianoforum!

Posts: 225
Location: Brescia
Joined: 22. Apr 2007
Gender: Female
Re: Hammond
Reply #1 - 08. May 2007 at 15:30
Print Post Print Post  
a proposito di hammond.. qualcuno ha ascoltato Conference a press di Eddy Louiss e MIchael Petrucciani?? Fantastico!
  

Tu pensa a un pianoforte: i tasti iniziano, i tasti finiscono. Tu lo sai che sono 88 e su questo nessuno può fregarti, non sono infiniti loro, tu sei infinito. E dentro quegli 88 tasti la musica che ci puoi suonare è infinita..&&
Back to top
 
IP Logged
 
a_cor_dato
God Member
*****
Offline


W la "Musica Classica"
, tutti i pianisti !

Posts: 1495
Location: Napoli
Joined: 28. Mar 2007
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #2 - 08. May 2007 at 15:40
Print Post Print Post  
Qualche volta ho avuto il piacere di toccare una o più tastiere di un organo Hammond...in un centro di  un importante concessionario di Napoli...è una cosa divina....  suoni inconfindibili e profondi . Smiley

Ah....se fossi un organista !!! Embarrassed
  

a_cor_dato
Back to top
IP Logged
 
ziofrank
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 4
Joined: 14. Jan 2009
Re: Hammond
Reply #3 - 15. Jan 2009 at 11:32
Print Post Print Post  
Ciao, per chi non lo sapesse, vi do qualche dritta.
L'Hammond è il Re e su questo non si discute. Però oggi ci sono diverse aziende che si sono date alla ricerca febbrile della ricostruzione dei parametri fonici del suono dell'Hammond e... udite udite, ci sono alcuni cloni di Hammond di tutto rispetto.
Ve li elenco a partire dai più scarsi, scarsi si fa per dire, perchè sono comunque cloni di spessore,  fino al migliore in assoluto. Evito di citare quelli deplorevoli.
VISCOUNT DB5: organo analogico digitale a due tastiere choppato, cioè tagliato sotto, senza il mobile adattato per chi suona live e ha necessità di portarlo in giro. Esiste anche la versione classic. Tra i vari effetti ha un emulatore leslie discreto, è possibile collegarci un leslie vero e ha gli effetti di rito che ha un Hammond: chorus, vibrato, tremolo. Entrambi posso ospitare sotto una pedaliera per i bassi fino a quella radiale a 25 note. Unica pecca la pedaliera non è midi, mentre tutto il resto dello strumento si.
VOCE KEY5: due tastiere. costruito dalla ormai famosa casa italiana DIETROLEQUINTE di Elvio Previati, questo è un organo a due tastiere, pensato per chi fa jazz. Ha un suono morbido e dolce. Anche lui è tutto midi, gli si può aggiungere una pedaliera dei bassi ma non so fino a quante note. Ha un emulatore leslie interno ma è scadentino. Anche lui ha chorus, vibrato e tremolo. Lo strumento è choppato ed esiste solo questa versione e gli si può collegare un leslie vero tramite l'apposita entrata a 11pin.
KORG NEW BX3: due tastiere. un gran bel clone di hammond. si presenta esteticamente esattamente come un Hammond B3. stesso tipo di legno per il mobile e tutti i drawbars e i bottoni e levette sono allo stesso identico posto. Suono bello tosto, vivace e presente, caldo ma aggressivo, monta un doppio manuale a due tastiere di titpo waterfall con colorazione leggermente invecchiata. Ha tutto. Emulazione leslie bella e credibile, chorus, vibrato, riverbero e tremolo molto avvolgenti. Trasmette e riceve tutti i codici midi. Gli si può collegare un expander e suonarlo via midi tramite le due tastiere. Trasmette via midi tutti i controlli in tempo reale sul computer se si registra e i parametri delle modifiche in tempo reale che si compiono sui drawbars ecc... vengono registrati e riprodotti in play.  Anche lui è choppato per essere trasportato. Il peso si aggira attorno ai 33 kg. Gli si può collegare un leslie vero tramite la solita presa a 11 pin.
CLAVIA C1: due tastiere. uno strumento dalla tecnologia straordinaria ma a mio avviso con un approccio utente addirittura imbarazzante. Si presenta color rosso fuoco. Sul pannello superiore non ha drawbars e bottoni come un Hammond ma lucine a led che simulano la salita/discesa dei drawbars e un'accozzaglia di tastini e manopoline da confondersi la vista. Se però uno riesce a superare questo "infarto visivo" e va oltre, allora si ritrova sotto le mani uno strumento che suona in modo impressionante. Anche il C1 è choppato, pesa solo 16 kg, per cui te lo porti dove vuoi. E' midi al 100%. E' pieno di effetti anche inutili come il delay. E la solita presa 11pin per il leslie vero. Il prezzo si aggira attorno ai 2200 euro ivato.
E ora veniamo al Re dei cloni. Siori e Siore udite udite...!
KEYBDUO: un prodotto tutto italiano che sta spopolando in tutto il mondo. Costruito e ideato dalla casa italiana DIETROLEQUINTE, il keybduo è l'emulo perfetto dell'Hammond. E' come mettere un Hammond allo specchio! Suona da fare paura, anche se lo colleghi ad una radiolina, lui suona sempre bene, non ci sono perdite di armoniche o di frequenze. E' choppato. Si può richiedere a parte una pedaliera fino a 25 note, midi. Si presenta esattamente come un Hammond con tutte le sue doppie serie di drawbars per ogni manuale, cioè diciotto drawbars per ogni tastiera e non nove!!! L'emulatore leslie è incredibilmente realistico, ti viene spontaneo girarti per vedere dov'è nascosto il leslie da quanto si ha la sensazione di sentire arrivare il suono da spazi diversi. Tipico effetto rotativo. Lo strumento è aggiornabile in continuazione, per cui non diventa mai obsoleto. Costa un po' ma li vale tutti i 3600 euro.
Non sono certo i 15000 euro di un hammond vero!!! Sempre che lo si trovi.
spero di esservi stato utile.
ciao ziofrank  Cheesy
  

si è liberi solo quando si è stati schiavi.
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #4 - 15. Jan 2009 at 15:27
Print Post Print Post  
Grazie per il contributo ziofrank!
Il Roland VK8 non ti piace proprio? Cheesy. Io lo trovo fantastico ed è il prezzo è più abbordabile.
  
Back to top
 
IP Logged
 
ziofrank
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 4
Joined: 14. Jan 2009
Re: Hammond
Reply #5 - 15. Jan 2009 at 16:35
Print Post Print Post  
Restiamo sempre in tema di organi a due tastiere. Perchè se ci mettiamo a considerare anche quelli a una sola tastiera allora non la finiamo piu.
Il vk88 non l'ho considerato, anche se è una macchina molto evoluta ma non come il C1 o il Keybduo, perchè pesa come una casa e costa uno sproposito, oltre i 4500 euro. Suonare suona bene si.
  

si è liberi solo quando si è stati schiavi.
Back to top
 
IP Logged
 
Rob____
New Member
*
Offline


Me piace Forum

Posts: 17
Joined: 17. Dec 2007
Re: Hammond
Reply #6 - 17. Jan 2009 at 23:40
Print Post Print Post  
Io tra i cloni, anche se è solo un software, aggiungerei il b4II della native instruments, a detta di molti la migliore emulazione hammond esistente..e di certo la migliore che io abbia provato
  
Back to top
 
IP Logged
 
ziofrank
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 4
Joined: 14. Jan 2009
Re: Hammond
Reply #7 - 17. Jan 2009 at 23:51
Print Post Print Post  
si è buono ma un po trombone... ti assicuro che il VB3 suona molto meglio. Grin
  

si è liberi solo quando si è stati schiavi.
Back to top
 
IP Logged
 
Charlottaino
God Member
*****
Offline


Carlettuccio Fantomas

Posts: 531
Location: Gallura Sardegna
Joined: 07. Mar 2007
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #8 - 18. Jan 2009 at 01:19
Print Post Print Post  
ma l'hammond è un organo? ahahhah Smiley scherzo ahah Smiley
  

Sono Carlettyno!!!!l'originale!!!
Back to top
 
IP Logged
 
madflyhalf
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 507
Joined: 25. Jan 2009
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #9 - 04. Oct 2009 at 11:37
Print Post Print Post  
ziofrank wrote on 17. Jan 2009 at 23:51:
si è buono ma un po trombone... ti assicuro che il VB3 suona molto meglio. Grin


Non solo suona anni luce meglio ma costa anche un bel po' di meno!  Roll Eyes

Senza considerare che ora c'è anche l'Hamichord in circolazione: che è un controller (in stile hammond) con all'interno un processore dedicato che all'accensione carica immediatamente il software (di norma c'è il B4II, ma c'è la possibilità di richiedere il VB3!)...


ps. avete difficoltà a credere che l'Hammond sia un organo??
http://www.youtube.com/watch?v=IdJeCjIwGFk (cacchio Joy De Francesco!!! Shocked )
http://www.youtube.com/watch?v=60ut7yIuCEY
Wink
Ecco come userei gli organi da chiesa io:
http://www.youtube.com/watch?v=9ITZkuqDiBc  Grin Cheesy
  

You'll meet each other in the street in 30 years time and... there will be just a look and you'll know just how special some days in your life are. No words, a look. And the biggest thing to say is: you're special.&&&&Ian McGeechan
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #10 - 08. Dec 2011 at 00:21
Print Post Print Post  
  
Back to top
 
IP Logged
 
Kvitrafn
God Member
*****
Offline


Pianoforum user!

Posts: 1202
Joined: 27. Jul 2011
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #11 - 08. Dec 2011 at 10:12
Print Post Print Post  
Grazie per il topic ed i vari link che hai postato, Ray. Come strumento, l'hammond è il mio preferito, dopo il pianoforte.  Grin Molto complesso ma così dannatamente bello.
Una curiosità. Gli hammond sono ancora in vendita? Se si.. Quali son i prezzi?
  

#define true 0;&&#define false 1;&&//Happy debugging, losers.
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #12 - 11. Dec 2011 at 18:28
Print Post Print Post  
si, compreso qualche folle che decida di mettere in vendita il suo.. e lo farebbe solo per qualche millino..cmq mi informo meglio
  
Back to top
 
IP Logged
 
Kvitrafn
God Member
*****
Offline


Pianoforum user!

Posts: 1202
Joined: 27. Jul 2011
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #13 - 16. Dec 2011 at 13:26
Print Post Print Post  
"Qualche folle", dunque presumo che non ne fabbrichino più. Conosci qualche azienda, che produce ancora Hammond? Nel caso la risposta fosse no, sapresti dirmi il perchè l'hammond è passato "di moda"? E' vero che ormai le nuove tastiere, sintetizzatori, piano digitali ecc. imitano quasi alla perfezioni tutti i suoni possibili immaginari, però l'hammond non credo si possa imitare con tutti quegli effetti che si possono inserire ed utilizzare. Nonostante ciò, c'è stato un calo pazzesco dell'utilizzo di questo strumento dopo gli anni '80.  Undecided
  

#define true 0;&&#define false 1;&&//Happy debugging, losers.
Back to top
 
IP Logged
 
ROGERWAT
Senior Member
****
Offline


Johan Sebastian

Posts: 267
Location: SCONOSCIUTA
Joined: 05. Jun 2008
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #14 - 16. Dec 2011 at 14:59
Print Post Print Post  
attualmente i migliori cloni che si possono trovare sono
CRUMAR MOJO  sui 2000 euro
KEYB DUO sui 3000
HAMICHORD sui 3000 

nel primo e terzo gira un VST strepitoso programmato da un italiano..che emula l'hammond in modo strepitoso...ed e' diffuso in tutto il mondo..viene emulato tutto..compresi i Drawbars..i pedali d'espressione..il LEslie...ascoltare per credere
  
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #15 - 17. Dec 2011 at 02:00
Print Post Print Post  
tutto ciò è verissimo dal punto di vista tecnico,
ma non farei mai un acquisto simile, se devo spendere 3mila euro per un emulatore  mi compro anzi un hammond vero.
Altrimenti mi basta un dignitosissimo emulatore da poche centinaia di euro, più una waterfall e a posto..
  
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #16 - 17. Dec 2011 at 02:48
Print Post Print Post  
Kvitrafn wrote on 16. Dec 2011 at 13:26:
"Qualche folle", dunque presumo che non ne fabbrichino più. Conosci qualche azienda, che produce ancora Hammond? Nel caso la risposta fosse no, sapresti dirmi il perchè l'hammond è passato "di moda"? E' vero che ormai le nuove tastiere, sintetizzatori, piano digitali ecc. imitano quasi alla perfezioni tutti i suoni possibili immaginari, però l'hammond non credo si possa imitare con tutti quegli effetti che si possono inserire ed utilizzare. Nonostante ciò, c'è stato un calo pazzesco dell'utilizzo di questo strumento dopo gli anni '80.  Undecided

Non ho trovato nessuno che li produca (ancora attendo e spero che qualcuno che mi smentisca), ma non credo che sia perché è passato di moda, né perché si ritiene di portare i suoi sostituti a eguagliare l'ineguagliabile. secondo me soprattutto le sue caratteristiche fisiche (in pratica è un armadio) lo portano a essere uno strumento solo per veri appassionati e non per chi ha esigenze di semplicità di trasporto (quasi tutti). L'elettronica ha sicuramente comportato una predilezione per le tastiere all-in-one da parte dei più, ma lo stesso discorso può valere per il famoso moog modulare stile 'parete' quindi l'hammond non è l'unica 'vittima'..poi se consideriamo gli anni '80, va beh, è andata a picco anche la chitarra per un certo periodo quindi.. Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
Kvitrafn
God Member
*****
Offline


Pianoforum user!

Posts: 1202
Joined: 27. Jul 2011
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #17 - 17. Dec 2011 at 12:54
Print Post Print Post  
Mah, forse. Non sono sicuro però del fatto che il trasporto sia l'unico problema che ha aiutato l' "estinzione" di questo strumento. Insomma, quanti gruppi esistono che di tastiere ne portano a bizzeffe, cosa costerebbe loro portare un hammond? Vedi Rudess, vedi Don Airey e molti altri che sul palco hanno miriadi di tastiere, continuum ecc.. Non credo abbiano avuto problemi di trasporto. Probabilmente dirai ora "Rudess e Airey non hanno bisogno di utilizzare l'hammond per via del loro genere".. Bhè, forse. Ma io nominando loro due, parlo in generale. Poi non so. Forse il prezzo? L'incapacità dell'hammond di riprodurre altri suoni come pianoforte, archi ecc. che servirebbero invece ad un tastierista comune?
  

#define true 0;&&#define false 1;&&//Happy debugging, losers.
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #18 - 18. Dec 2011 at 02:59
Print Post Print Post  
sì sì concordo, non solo il trasporto, infatti ho detto "soprattutto". Poi è vero che i professionisti  che portano comunque montagne di roba  non avrebbero problemi a portarsi anche un hammond, ma il discorso era necessario vederlo in una prospettiva globale, considerando turnisti semiprofessionisti e amatori, che magari non hanno le stesse possibilità.. anche quel 'livello' è determinante per la valutazione della 'fortuna' in generale di uno strumento..a parte i pochi adepti, è chiaro che a parità di prezzo e di 'fatica' ti porti uno strumento che almeno faccia tutto, visto che la figura del tastierista si è evoluta in quel senso.. forse è proprio questo.. in concomitanza con l'avvento del digitale..ma a parte questo, si può considerare anche la sua natura 'elitaria'..probabilmente l' "eleganza" dello strumento e la necessaria tecnica forse non lo rendono "per tutti". Non è di certo come suonare una tastierina o un qualsiasi arranger, no? serve una conoscenza sull'acustica (armonici, drawbar, ecc..), una certa tecnica esecutiva, perché no, e forse questo lo rende meno accessibile.. non so. Prova per esempio a pensare alla delicata procedura di accensione..è uno strumento difficile già in partenza.
Non è che sia andato a picco a un certo punto. Secondo me era "per pochi" (rockettari, progghettari, qualche jazzista) già negli anni 60-70, ma almeno in quel periodo se eri tastierista suonavi solo quello, e qualche synth analogico. Dopo è semplicemente avvenuta un'invasione di tastiere e workstation, ma i tastieristi 'hammondisti' non hanno mica smesso di usarlo! sono semplicemente aumentati i tastieristi! Cheesy che hanno suonato direttamente le 'nuove' tastiere, e senza le quali non sarebbero tastieristi, probabilmente!
  
Back to top
 
IP Logged
 
Kvitrafn
God Member
*****
Offline


Pianoforum user!

Posts: 1202
Joined: 27. Jul 2011
Gender: Male
Re: Hammond
Reply #19 - 18. Dec 2011 at 12:46
Print Post Print Post  
Si, hai perfettamente ragione. E' uno strumento difficile in tutti i sensi e i nuovi tastieristi di gruppi, preferirebbero utilizzare uno strumento più "accessibile" (come hai detto tu) e magari meno impegnativo che però riesca ad imitare tutti gli strumenti. Insomma, l'hammond da quanto ho capito devi studiarlo come uno strumento nuovo dal punto di vista tecnico e meccanico, perchè non è uguale ad una tastiera normale. Certo, la tastiera con tasti bianchi e neri quella è, però un tastierista non saprebbe neppure accenderlo e perciò utilizzano per motivi più "manuali e immediati" una tastiera che ha poche funzioni che riuscirebbe a capir anche un ragazzino a primo colpo.
  

#define true 0;&&#define false 1;&&//Happy debugging, losers.
Back to top
 
IP Logged