Hot Topic (More than 10 Replies) Sonata k.331 - Mozart (Read 4119 times)
Becky
Ex Member


Sonata k.331 - Mozart
20. May 2008 at 18:09
Print Post Print Post  
Conoscete la sonata k331 e la Marcia alla Turca? A me piace molto! Non è tanto difficile da suonare... Mi fa sempre venire l'allegria! Smiley Smiley



scusate se questo topic esiste già... Lips Sealed
  
Back to top
 
IP Logged
 
Il bello zio addormentato
God Member
*****
Offline


Ammazzo il tempo...

Posts: 6232
Location: NelBoschettoDellaMiaFantasia
Joined: 05. Apr 2007
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #1 - 20. May 2008 at 18:48
Print Post Print Post  
Ma tu suoni da 7 mesi e già studi queste cose? Shocked Shocked

Comunque l'Alla Turca non è molto difficile (anche se suonarlo con precisione e un minimo di stile non è un'impresa da sottovalutare), invece il tema con variazioni iniziale mi sembra abbastanza impegnativo (relativamente).
  

Urtext forever. Casella for never.
Back to top
 
IP Logged
 
Becky
Ex Member


Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #2 - 20. May 2008 at 19:00
Print Post Print Post  
Il bello zio addormentato wrote on 20. May 2008 at 18:48:
Ma tu suoni da 7 mesi e già studi queste cose? Shocked Shocked


Già già! Ho fatto passi da gigante, modestamente!! Wink Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
pausa
Junior Member
**
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 64
Joined: 25. Jan 2008
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #3 - 20. May 2008 at 19:22
Print Post Print Post  
Becky, chiariamoci subito, prendi in giro?
Se la risposta è si basta saperlo, divertiti pure, se questo ti basta per essere felice  Grin
Se la risposta è no prenderemo tutti atto di essere di fronte ad un genio.
In ogni caso cara genio o cara presa per i fondelli, stai parlando di una sonata che è di una difficoltà non affatto trascurabile, se andiamo oltre le note, ovviamente  Wink ma già anche solo pensando alle note, quindi non posso che non dubitare delle tue intenzioni.
Ne vuoi parlare? Iniziamo dalle variazioni. Prego. Esponi la tua visione interpretativa. E il tempo che stacchi nella marcia? In base a quale valutazione lo scegli, filologica o cosa?
  

c'è sempre bisogno di una pausa
Back to top
 
IP Logged
 
Becky
Ex Member


Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #4 - 20. May 2008 at 19:48
Print Post Print Post  
A pausa: No, non prendo in giro Smiley!!Forse non mi sono spiegata bene. Anzi non mi sono spiegata affatto. Non sono un genio! Ho suonato i primi righi a mani separate, poi ho provato ad unirle e a suonarlo in modo lentissimissimissimissimissimissimissimo, poi un po' più veloce e poi ce l'ho fatta.
Io sto studiando solo Il Rondò alla Turca e non tutta la Sonata, poi finora ho solo studiato qualche rigo (da sola e non con la mia insegnante!!), quindi davvero non so di cosa parli!! Non sono un genio! Ho suonato i primi righi a mani separate, poi ho provato ad unirle e a suonarlo in modo lentissimissimissimissimissimissimissimo, poi un po' più veloce e poi ce l'ho fatta.

Ho detto "non tanto difficile"? Beh, forse non mi sono spiegata bene oppure ho parlato troppo in fretta...

Sei libero/a di credere o di non credere, siamo su un sito internet e non si sa mai con chi stai parlando...

Non esiste il genio, esiste solo l'impegno. Io semplicemente, una sera ho scaricato lo spartito e ho detto: "Ce la posso fare! Ce la devo fare!"
E sono stata lì, fino alle undici a cercare di suonarlo...Punto.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Guizzo
Full Member
***
Offline


Ciao a tutti

Posts: 159
Joined: 06. Apr 2008
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #5 - 22. May 2008 at 21:18
Print Post Print Post  
Perbacco!!!
Io ho voluto (insistendo parecchio) cimentarmi con quella sonata al secondo anno di lezioni e non sono mai riuscito a eseguirla come si deve! Tanto che alla fine l'ho riposta in un cassetto in attesa di renderle giustizia...(e non di giustiziarla!) Per quanto c'era una versione facilitata che non mi veniva proprio malissimo...
Ma francamente mi sembra di imparare di più aumentando gradatamente la difficoltà e cercando con l'insegnante brani che si adattino alle mie possibilità e lavorino sui miei punti deboli.
Non avere fretta!
  

Buone Note!
Back to top
 
IP Logged
 
Novellina
God Member
*****
Offline



Posts: 3416
Joined: 14. Nov 2007
Gender: Female
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #6 - 24. May 2008 at 06:53
Print Post Print Post  
Guizzo wrote on 22. May 2008 at 21:18:
Ma francamente mi sembra di imparare di più aumentando gradatamente la difficoltà e cercando con l'insegnante brani che si adattino alle mie possibilità e lavorino sui miei punti deboli.
Non avere fretta!


Quoto in pieno! Scelta azzeccata  Wink
  

"Tu sai che differenza c'è fra scolastico e artistico? Questa: lo scolastico è dell'alunno che esegue il legato, lo staccato e tutte le note, l'artistico, invece, è della persona che vive ciò che sta facendo." (V. Scaramuzza)
Back to top
 
IP Logged
 
volodya
God Member
*****
Offline


:P

Posts: 3542
Location: Roma
Joined: 03. Feb 2008
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #7 - 24. May 2008 at 12:03
Print Post Print Post  
Quanti ricordi... La marcia turca è stato il primo pezzo che ho imparato...

Tongue
  

Abbiamo già fatto otto ore sindacali! Siamo stanchi di lavorare come delle bestie!
Back to top
 
IP Logged
 
Irene Veneziano
God Member
*****
Offline


MA CIAAAO!!

Posts: 876
Location: Sesto Calende
Joined: 29. Nov 2006
Gender: Female
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #8 - 24. May 2008 at 20:07
Print Post Print Post  
Il bello zio addormentato wrote on 20. May 2008 at 18:48:
Comunque l'Alla Turca non è molto difficile (anche se suonarlo con precisione e un minimo di stile non è un'impresa da sottovalutare), 


Scusate, ma a me sembra difficile anche quello!!
  
Back to top
IP Logged
 
Becky
Ex Member


Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #9 - 25. May 2008 at 09:24
Print Post Print Post  
Irene Veneziano wrote on 24. May 2008 at 20:07:
Il bello zio addormentato wrote on 20. May 2008 at 18:48:
Comunque l'Alla Turca non è molto difficile (anche se suonarlo con precisione e un minimo di stile non è un'impresa da sottovalutare),  


Scusate, ma a me sembra difficile anche quello!!


La cosa è soggettiva, allora Tongue Shocked Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
Guizzo
Full Member
***
Offline


Ciao a tutti

Posts: 159
Joined: 06. Apr 2008
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #10 - 25. May 2008 at 14:08
Print Post Print Post  
Ciao Becky,
io quando inizio un pezzo lo faccio anche (a parte quanto già detto precedentemente) con la prospettiva di completarlo nella sua pienezza. Non voglio cioè arrivare a compromessi con quella che, almeno x me, è una parte molto difficile: una volta eseguito correttamente le note, fatico molto a renderle "vive". La dinamica, l'espressione, tutto ciò che rende un brano degno di essere suonato insomma... sono d'accordo che con il tempo e la costanza le note si riescono a suonare anche nei pezzi difficili, ma per dare anima... Io mi registro e devo dire che.... anzi non dico nulla!!!
Ciao ciao
  

Buone Note!
Back to top
 
IP Logged
 
scheggiasms
God Member
*****
Offline


"Dove finiscono le parole,inizia
la musica"

Posts: 1620
Joined: 09. May 2008
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #11 - 26. May 2008 at 17:16
Print Post Print Post  
Brava Becky,sei un talento! Smiley
Ti piace la suonata K333? L'hai mai ascoltata?E' bellissima,come del resto quasi tutte le altre .
Volevo chiedere una cosa.E' sbagliato ,per capire come un pezzo
debba  essere suonato (cioè la velocità, i piano ed i forti),ascoltare anche il CD di un bravo pianista e poi cercare di seguire quell'interpretazione (naturalmente dopo aver studiato il pezzo)?
  
Back to top
 
IP Logged
 
Becky
Ex Member


Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #12 - 26. May 2008 at 17:47
Print Post Print Post  
Secondo me non è sbagliato, anzi! Wink
La mia insegnante mi ha fatto ascoltare il preludio op28 n 4 di Chopin suonato da Martha Argerich, dopo che l'ho studiato. Ma poi mi ha raccomandato di cercare di creare una mia interpretazione, di sentirlo veramente nel cuore il brano che studio. Smiley

La sonata k333 lo ascoltata, ma non l'ho studiata.
Certo che è bellissima!
  
Back to top
 
IP Logged
 
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 230
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #13 - 30. Jul 2018 at 14:09
Print Post Print Post  
Riapro la discussione perché sto pensando di imparare i primi due movimenti, che mi sembrano particolarmente belli, questo inverno.
Allora, di Mozart conosco solo la K545 che è la più facile, il Rondò alla turca potrei reimpararlo senza spartito (appreso in adolescenza, ricordo ancora a memoria tutte le note tanto che potrei anche immaginare di suonarlo, devo ridecidere la diteggiatura).

Dite che tecnicamente i primi due movimenti sono molto più difficili? Non mi sembrano pezzi virtuosistici ma leggo che sono difficili, e Mozart spesso sembra facile solo in apparenza.
Purtroppo non ho un metro per poter misurare la difficoltà. A che anno si porta questa sonata?

P.S. anche io durante il mio primo anno in cui studiavo tastiera (quella elettronica) all'insaputa del mio maestro stampai lo spartito di un file midi della marcia alla turca, perché l'avevo sentita in un film anni prima suonata da un bambino o ragazzo (qualcuno sa dirmi il titolo di un film in cui è suonato questo pezzo?).
Piano piano riuscii ad impararla in alcuni mesi, e me la fecero suonare anche nella piazzetta in pubblico nel mio paese (mi ci trascinarono...).

Devo anche dire che usavo soluzioni tecniche molto originali, per esempio nella primissima quartina+croma della mano destra usavo la diteggiatura 321\12 (il pollice sul tasto nero, e lo facevo scivolare sul tasto bianco) perché ancora non avevo studiato i passaggi del pollice, ma avevo visto fare questi scivolamenti dal tasto nero al bianco. Insomma, alla fine premevo tutti i tasti nello spartito ma come interpretazione credo valesse poco. Tra l'altro la mia vecchia tastiera GEM aveva 2 o 3 livelli di sensibilità: piano, mezzo forte e forse il forte (non sono mai riuscito a capire se lo immaginavo io o se c'era davvero una minima differenza).

I vari mesi di studio mi permisero di portarla alla velocità giusta, tanto che quando il mio maestro mi udì mentre la stavo facendo ascoltare ad un altro ragazzo ne fu colpito, e mi disse: «Poi c'è la parte centrale che è difficile» - al che risposi, con vergogna (non gli avevo detto niente!): «Ma io la so tutta...» .
  
Back to top
 
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 256
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #14 - 30. Jul 2018 at 16:49
Print Post Print Post  
F. Franciszek Esperanto wrote on 30. Jul 2018 at 14:09:
....
Dite che tecnicamente i primi due movimenti sono molto più difficili? Non mi sembrano pezzi virtuosistici ma leggo che sono difficili, e Mozart spesso sembra facile solo in apparenza.
Purtroppo non ho un metro per poter misurare la difficoltà. A che anno si porta questa sonata?
....

E' esatto dire che Mozart è facile solo in apparenza! In genere la lettura a prima vista (suppongo quindi rallentata) non sembra in genere poi così difficile... le difficoltà cominciano quando si vuole studiare seriamente: la mia insegnante (mozartiana fino alle ossa) dice che la musica di Mozart è "perfezione"... e sono sicuro che ci crede veramente... sono doverosi quindi il rispetto perfetto del tempo, l'interpretazione delle variazioni (che essendo "variazioni" devono comunicare qualcosa "in più" rispetto al tema base), lo studio delle dinamiche, il fraseggio, leggere accentuazioni, legati e staccati... o quasi... le differenze timbriche da tirar fuori da quella macchina infernale che si frappone tra la nostra mano e la vibrazione delle corde e tante altre variabili che rendono il suono finale spesso una vera ciofeca rispetto a quello che uno si aspetta, comportano uno studio anche superiore rispetto ad altri pezzi chiaramente virtuosistici dove poi alla fine basta studiare a lungo il "meccanismo" delle note per arrivare alla fine alla velocità voluta.

F. Franciszek Esperanto wrote on 30. Jul 2018 at 14:09:
....
Devo anche dire che usavo soluzioni tecniche molto originali, per esempio nella primissima quartina+croma della mano destra usavo la diteggiatura 321\12 (il pollice sul tasto nero, e lo facevo scivolare sul tasto bianco) perché ancora non avevo studiato i passaggi del pollice, ma avevo visto fare questi scivolamenti dal tasto nero al bianco. Insomma, alla fine premevo tutti i tasti nello spartito ma come interpretazione credo valesse poco.
....



La diteggiatura deve essere soprattutto "comoda" per la propria mano... ed ognuno ha mani diverse.
In genere si evita, ove possibile, di mettere il pollice sui tasti neri e la scivolata può essere accettabile ma rischi di perdere chiarezza e rispetto del tempo. Io preferisco usare 4321 | 3 (quindi il 2 sul dol#).... ma come dicevo prima ognuno deve decidere secondo l'attitudine della propria mano... (comunque con un po' di esercizio il passaggio del pollice si snellisce)  Wink
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 256
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #15 - 30. Jul 2018 at 16:52
Print Post Print Post  
scusa .... sol#....
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 230
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #16 - 13. Aug 2018 at 13:48
Print Post Print Post  
Ho ascoltato la sonata da un video di Youtube che mostra anche lo spartito. Il primo tempo è una sequenza di variazioni, forse posso impararne qualcuna di quelle più belle, ma non tutta la sonata. Magari poi una variazione tira l'altra... a me in genere non piace lasciare le cose a metà.

@Strimpella: La diteggiatura che ho indicato per la Marcia alla turca ovviamente è pessima e la sconsiglio. L'ho data solo come esempio dell'arte di arrangiarsi: soluzione strampalata di un problema tecnico risolvibile semplicemente se fossi stato a conoscenza del passaggio del pollice.
Nei sei mesi in cui appresi pian piano il pezzo studiai anche il passaggio del pollice, e infatti nella parte centrale lo usai, senza però sentire il bisogno modificare le quartine iniziali finché non mi fu fatta notare la cosa (il mio maestro me la fece subito cambiare per 3121 | 3). Però in quel primissimo momento in cui iniziai a suonare il brano, la diteggiatura 3211 | 2 mi permise di non bloccarmi su quella quartina e andare avanti col resto.
La tua diteggiatura mi piace ancora di più e forse la imparerò.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2768
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Sonata k.331 - Mozart
Reply #17 - Today at 02:06
Print Post Print Post  
F. Franciszek Esperanto wrote on 30. Jul 2018 at 14:09:
Purtroppo non ho un metro per poter misurare la difficoltà. A che anno si porta questa sonata?

Gent.mo, forse puoi aver una idea consultando QUI

Didatticamente parlando, artisticamente è altro discorso.

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged