Sticky Topic Parametri regolabili del suono - Inviluppo Filtro (Read 2626 times)
madflyhalf
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 507
Joined: 25. Jan 2009
Gender: Male
Parametri regolabili del suono - Inviluppo Filtro
13. Dec 2009 at 20:05
Print Post Print Post  
Continuiamo? Sarebbe bello!

Parliamo del filtro (vagamente, non sono un grosso erudito)

Il filtro può essere low-pass, high-pass o band-pass.
Va da sè:
passa basso = farà passare ogni frequenza al di sotto di quella di taglio
passa alto = farà passare ogni frequenza al di sopra di quella di taglio
passa banda = farà passare una banda della quale si regola l'ampiezza, e che è centrata sulla frequenza di risonanza.

Resonance: è il controllo che enfatizza (nel Minimoog era chiamato Filter Emphasis, in altri synth moderni è diventato resonance) le frequenze "intorno" a quella di taglio.

Keyboard Tracking: non so come spiegarvelo... comunque pensate che il filtro (passa basso) ha una frequenza di taglio che è ferma. Man mano che si sale di registro a suonare la tastiera, il suono diverrà sempre più scuro, perché il filtro continua a tagliare quella frequenza impostata. Il Kb-Tracking quindi fa sì che il filtro segua il livello di voltaggio generato dall'oscillatore (il generatore sonoro). Se lo seguirà esattamente, il suono sarà sempre regolare, se lo seguirà meno il suono sarà man mano più scuro. Se lo farà seguire di più, il suono sarà gradualmente sempre più brillante.


Inviluppo del filtro.

proprio come l'inviluppo dell'amplificatore (Amp Envelope) spiegato su, anche il filtro è scomposto in 4 fasi di inviluppo:

Attack: il tempo che il filtro ci mette ad aprirsi dal momento in cui premiamo il tasto (parte chiuso per poi raggiungere la frequenza di taglio)

Decay: il tempo in cui il filtro torna ad aprirsi (dopo aver raggiunto il suo picco di chiusura dopo l'attack) per arrivare ad un livello di

Sustain: ovvero un livello (in realtà una frequenza) intorno alla quale si assesta il filtro

Release: il tempo che ci mette il filtro a richiudersi del tutto dopo aver rilasciato il tasto (tendenzialmente va di pari passo o al limite è più breve del release dell'amp).


Se volete divertirvi, cercate il vst free "Minimogue VA", plug&play semplicissimo, che riproduce molto fedelmente i controlli del minimogue D, che è un ottimo punto di partenza! Wink
  

You'll meet each other in the street in 30 years time and... there will be just a look and you'll know just how special some days in your life are. No words, a look. And the biggest thing to say is: you're special.&&&&Ian McGeechan
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Parametri regolabili del suono -Parte I: Inviluppo
Reply #1 - 14. Dec 2009 at 10:57
Print Post Print Post  
Grazie del contributo! Molto esauriente!
Visto che abbiamo concluso il post inviluppo (sia del filtro sia dell'amplificazione) possiamo passare ad altro argomento, salvo magari completare questo post con sample audio per rendere l'idea pratica degli esempi che abbiamo fatto. La questione dell'inviluppo può rimanere nebbiosa in teoria, mentre ascoltandolo si capisce in un secondo anche il comportamento del filtro.
Suggerimenti per il prossimo argomento? Così apro un altro post
  
Back to top
 
IP Logged
 
Ray
God Member
*****
Offline



Posts: 2048
Location: Massa (MS)
Joined: 05. Mar 2006
Gender: Male
Re: Parametri regolabili del suono -Parte I: Inviluppo
Reply #2 - 03. Mar 2010 at 10:50
Print Post Print Post  
Off-Topic replies have been moved to this Topic.
  
Back to top
 
IP Logged