Page Index Toggle Pages: 1 [2]  Send Topic Send Topic Print Print
Very Hot Topic (More than 25 Replies) Ogni tonalità ha il suo colore? (Read 9030 times)
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #20 - 19. Oct 2012 at 12:20
Print Post Print Post  
io propenderei per dire "ogni tipo di accordo ha il suo colore" un accordo di settima di quarta specie non ha lo stesso colore di un accordo mistico...
  
Back to top
 
IP Logged
 
Acortot
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 2705
Joined: 18. Mar 2008
Gender: Male
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #21 - 21. Oct 2012 at 20:32
Print Post Print Post  
Come ha scritto il Maestro Marvulli, se si usa un'accordatura che non è quella equa (dove ogni semitono è esattamente uguale all'altro perche le note vengono suddivise in modo equo nell'ottava) ogni tonalità ha un suo colore.

Se si va ad usare le accordature che si usavano prima del 1800, spesso si trovano accordature dove certe tonalità sono limpide come un lago di montagna mentre altre sono talmente sporche che sembrano inusabili

Tutto si basa sul fatto che una scala pura, senza battimenti tra le note, non ha i toni e semitoni tutti uguali, anzi!

Esistono centinaia di accordature diverse storiche, e si presume che ogni musicista o accordatore aveva un suo modo preferito.

Molti grandi accordatori di oggi in realta accordano in un temperamento quasi equo per donare più brillantezza, pienezza al pianoforte nelle tonalità più comuni ma anche per creare effetti quando si modula.

Nei vecchi tempi ogni tonalità veniva sfruttata per la sua caratteristica considerando queste accordature

Io non riesco più a sentire un temperamento equo. Mi sembra noioso e sempre un po scordato, anche se a primo impatto da l'impressione di 'calma' e stabilità perchè non stona mai oltre un certo punto in qualsiasi tonalità

La mia accordatura attuale preferita l'aveva inventata uno dei miei compositori preferiti, e suona bene per quasi tutto..

L'accordatura equa non mi piace affatto.
  
Back to top
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1154
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #22 - 02. Jul 2017 at 11:02
Print Post Print Post  

dolcestellina wrote on 22. Apr 2012 at 15:34:
ho letto che Mozart associava il bianco al La minore ed il rosa al Sib minore.
Ho letto anche che fonti oggettive attestano che altri famosi compositori associavano talune tonalità a dei colori.


radicchio wrote on 26. Apr 2012 at 07:16:
Per Debussy i bemolli sono blu.


Ah... curiosa questa discussione  Smiley
proprio pochi giorni fa leggevo un'analisi musicale del secondo atto di Giselle (di Adolphe-Charles Adam): disquisendo dei colori notturni e dell'atmosfera opaca e misteriosa in cui è ambientato l'atto, l'autrice sottolineava che tonalità con due, tre, quattro bemolli sono predominanti.

In quel momento non riuscivo proprio a capire il senso di quella frase... il nesso fra i colori notturni e i bemolli mi sorprendeva  Huh
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #23 - 03. Jul 2017 at 12:39
Print Post Print Post  
In questo caso, essendo musica orchestrale le tonalità con molto bemolli tendono ad avere (in quanto gli archi suonano meno corde a vuoto) un colore meno brillante e più scuro.

Faccio un esempio, se un pezzo in sol minore suonato sul violino ha una certa risonanza, se suonato sulla chitarra ne avrà molto meno in quanto la tonica (sol)  del pezzo non coincide con una corda vuota nel registro grave, la corda sol della chitarra è posta in un ottava che non permette il suo utilizzo come vero basso di armonia.
Se accordassimo il violino un semitono sotto, le tonalità con i bemolli tenderebbero ad essere più brillanti e con maggior risonanza.

  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1154
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #24 - 08. Jul 2017 at 12:01
Print Post Print Post  

Grazie, Andrea, interessante la tua osservazione. Non avevo mai pensato potesse esserci una spiegazione così pragmatica nell'associare un colore alla tonalità.

Tuttavia nel tuo ragionamento mi sfugge qualcosa. Proprio perché trattasi di musica orchestrale, il colore che manca agli archi è teoricamente compensato e apportato dagli altri strumenti, no?  Sbaglio?  Embarrassed
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #25 - 08. Jul 2017 at 17:56
Print Post Print Post  
Non è che l'uso o meno delle corde vuote tolga colore, ma fa si che cambi la nostra percezione, con le corde non si può vibrare, per esempio, certe note possono essere ottenute sia con corde vuote sia diteggiate, talvolta è il compositore a scegliere se far suonare quella nota su una corda o sull'altra.
Gli altri strumenti, legni, ottoni e percussioni, hanno altre caratteristiche in funzione della tonalità, per esempio la tromba in sib, avrà gli armonici naturali a partire dal sib grave e quindi quelle note avranno un "colore" diverso da quelle ottenute premendo su i pistoni.
Altra questione è data da quale diapason (415,440..442...) si usa per accordare gli strumenti.



  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #26 - 08. Jul 2017 at 20:29
Print Post Print Post  
dolcestellina wrote on 22. Apr 2012 at 15:34:
Da qualche parte ho letto che Mozart associava il bianco al La minore ed il rosa al Sib minore.
Ho letto anche che fonti oggettive attestano che altri famosi compositori associavano talune tonalità a dei colori.
Sarebbe curioso e interessante approfondire la cosa...


Gent.mi, premetto che in tal "campo" mi sento "daltonico" Tongue
Evidentemente non ho gran orecchio né grande sensibilità musicale Cry

La discussione ha certo un suo fascino.

Gli ultimi interventi di Andrea, mi par, hanno, se non interpreto male, un intento "pragmatico"; certo, son in risposta allo specifico vergato dalla Soave Gabri.

In riferimento al quoto mi piacerebbe sapere quali "altri famosi compositori associavano talune tonalità a dei colori."

Sarebbe interessante veder se codesti famosi compositori avevano una "visione" in comune.

Un grazie in anticipo a chi vorrà svelar l'arcano.


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1064
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #27 - 11. Jul 2017 at 07:12
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 08. Jul 2017 at 17:56:
Non è che l'uso o meno delle corde vuote tolga colore, ma fa si che cambi la nostra percezione, con le corde non si può vibrare, per esempio, certe note possono essere ottenute sia con corde vuote sia diteggiate, talvolta è il compositore a scegliere se far suonare quella nota su una corda o sull'altra.
Gli altri strumenti, legni, ottoni e percussioni, hanno altre caratteristiche in funzione della tonalità, per esempio la tromba in sib, avrà gli armonici naturali a partire dal sib grave e quindi quelle note avranno un "colore" diverso da quelle ottenute premendo su i pistoni.
Altra questione è data da quale diapason (415,440..442...) si usa per accordare gli strumenti.






con la chitarra sulla corda vuota si ha meno controllo. Andrebbe fermata toccandola. In compenso è molto utile volendola usare come nota "durevole". Credo che sia soprattutto questa la discriminante nel suo uso.
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #28 - 13. Jul 2017 at 17:36
Print Post Print Post  
Per 10dita:

si il mio intento era quello di dare un punto di vista oggettivo alla discussione.
Dal punto si vista soggettivo può succedere che possano esistere delle sinestesie che fanno si che vengano associati suoni a colori, profumi a suoni... e cosi via. Anch'io talvolta associo spontaneamente  elementi musicali a elementi visivi, talvolta sensazioni tattili quando ascolto, ma è una questione soggettiva.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #29 - 15. Jul 2017 at 11:54
Print Post Print Post  
Gent.mo Andrea, grazie delle precisazioni.

Mi sovveniva una domanda (forse irrilevante o fuori luogo Undecided): nel caso ad es. di un siffatto brano:



il "colore", per chi lo percepisce, come si "configura" Huh

Ho citato codesto brano non casualmente, ovvio Smiley

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #30 - 15. Jul 2017 at 18:24
Print Post Print Post  
Interessante domanda, ma ancor più interessante è il capolavoro di Listz: penso che la risposta dipenda dalla soggettività di ogni ascoltatore (nel caso l'ascoltatore sia "affetto" da sinestesia), credo comunque che ragionare in musica attraverso delle immagini possa essere utile per esempio a fini didattici per avvicinare all'ascolto  di certa musica (armonicamente complessa) i ragazzini, pensiamo a Fantasia di Disney.

Ma ciò che secondo me conta è il fatto che la musica sia quell'arte che potenzialmente può richiamare tutte le altre arti, in quanto la sua peculiarità sta nella sua ripetibilità attraverso esecuzioni successive o riproduzioni audio, la musica non è statica, un dipinto lo possiamo osservare per tutto il tempo che vogliamo, della musica dopo l'ascolto ci rimangono dei ricordi, forse il dover ricordare la musica crea in certe persone l'associazione con colori o immagini.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #31 - 17. Jul 2017 at 21:53
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 15. Jul 2017 at 18:24:
penso che la risposta dipenda dalla soggettività di ogni ascoltatore (nel caso l'ascoltatore sia "affetto" da sinestesia) 

Gent.mo Andrea, qui entriamo in campo "medico" allor Smiley

Non ricordo però nel caso di soggetti affetti da sinestesia vi sia accenno alla questione della "tonalità", ma più alla question del "suono" (nota) Huh
Non ho competenze per dir altro in tal senso Undecided

Ed allor, se l'attribuire un colore ad una specifica tonalità (o "sans tonalité" Smiley), come affermi, è faccenda che dipende "dalla soggettività di ogni ascoltatore" et pur ""affetto" da sinestesia", allor alla domanda che titola il topic cosa rispondiam Questioning

Verrebbe da dir con sufficiente sicurezza e lapalissianamente: dipende dal soggetto Grin


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ogni tonalità ha il suo colore?
Reply #32 - 19. Jul 2017 at 06:25
Print Post Print Post  
Concordo, la risposta finale più esaustiva dovrebbe essere:
dipende dal soggetto.

Se pur è interessante leggere le varie risposte su come ognuno percepisca il suono come altro senso (tatto, vista...).

  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 [2] 
Send Topic Send Topic Print Print