Sticky Topic Vi consiglio un libro... (Read 3440 times)
baffman
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 5
Joined: 11. Apr 2012
Vi consiglio un libro...
11. Apr 2012 at 18:08
Print Post Print Post  
Salve a tutti,
visto che questo è l'angolo svago volevo consigliare un libro che ho finito di leggere da poco. Si chiama "Il soccombente" di Thomas Bernhard. I protagonisti sono tre giovani pianisti che si incontrano ad un corso di Horowitz. Uno si chiama Wertheimer, uno è il narratore, l'altro è Glenn Gould. In realtà il libro non è sul pianoforte ma il pianoforte diventa un pretesto per parlare dell'arte, dell'invidia, della realizzazione di un artista, dell'ambizione. Ovviamente i protagonisti sono comunque dei pianisti e dunque si parla anche di pianoforti, di Bach e le Variazioni "Gouldberg", di conservatori.
E' un libro che io ho trovato profondissimo. E' scritto quasi come flusso di coscienza, senza capitoli nè paragrafi, ma non è per niente duro anzi scorre veloce.

E voi? Avete qualche libro attinente da consigliarmi?
  
Back to top
 
IP Logged
 
Bluedress
Full Member
***
Offline


Emanuela

Posts: 227
Joined: 25. Sep 2011
Gender: Female
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #1 - 12. Apr 2012 at 11:08
Print Post Print Post  
Intanto prendo nota di questa tua lettura e la metto in lista di attesa: leggo moltissimo ed ho già un po' di libri che mi aspettano ma questo del quale parli sembra davvero moooolto interessante.
Da consigliartene in tema non ne ho, ma sto leggendo l'autobiografia di Duke Ellington (eh sì, amo il jazz!) "La musica è la mia signora" che è davvero interessante: permette di conoscere meglio non solo Duke e la sua personalità ma anche come si muoveva e funzionava il panorama musicale americano delle grandi orchestre del jazz e dello swing nel secolo scorso.  Wink
  

Emanuela
Back to top
 
IP Logged
 
elastic
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 3
Joined: 15. Jul 2011
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #2 - 12. Apr 2012 at 18:34
Print Post Print Post  
In tema c'è "Horowitz e mio padre" di Alexis Salatko
  
Back to top
 
IP Logged
 
miss Miriana
Junior Member
**
Offline


W Pianoforum!

Posts: 60
Joined: 13. Apr 2012
Gender: Female
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #3 - 21. Apr 2012 at 12:32
Print Post Print Post  
Prendo nota...sembra davvero moooooolto interessante!
Grazie!
  
Back to top
 
IP Logged
 
tighro
Full Member
***
Offline


the wonderful thing about
Tiggers...

Posts: 214
Joined: 13. Apr 2008
Gender: Male
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #4 - 12. Aug 2012 at 12:17
Print Post Print Post  
Consiglio "musicofilia" di Sachs!
  
Back to top
IP Logged
 
scheggiasms
God Member
*****
Offline


"Dove finiscono le parole,inizia
la musica"

Posts: 1617
Joined: 09. May 2008
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #5 - 25. Mar 2015 at 07:17
Print Post Print Post  
Consiglio:
"SULLA MUSICA" di Karlheinz Stockausen

Nel 1971 Stockausen arrivò in Inghilterra per una serie di concerti pubblici e di conferenze.Queste ultime furono di un notevole successo
perchè trattavano di musica contemporanea in modo semplice di fronte ad un pubblico di non specialisti.
  
Back to top
 
IP Logged
 
scheggiasms
God Member
*****
Offline


"Dove finiscono le parole,inizia
la musica"

Posts: 1617
Joined: 09. May 2008
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #6 - 25. Mar 2015 at 07:20
Print Post Print Post  
Consiglio:
"SULLA MUSICA" di Karlheinz Stockausen   

Nel 1971 Stockausen arrivò in Inghilterra per una serie di concerti pubblici e di conferenze.Queste ultime furono di un notevole successo
perchè trattavano di musica contemporanea in modo semplice di fronte ad un pubblico di non specialisti.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Pepe
Global Moderator
*****
Offline



Posts: 10568
Location: Pisa
Joined: 14. Jan 2006
Gender: Female
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #7 - 31. Mar 2015 at 13:18
Print Post Print Post  
Ciao! Vi segnalo questo libro:

Ascoltare Beethoven, di Giovanni Bietti

Un musicista e compositore, tra i migliori divulgatori musicali italiani, racconta un gigante della musica di tutti i tempi. Una storia in quattro movimenti, al pari di una sinfonia di Beethoven, che svela l’uomo, il linguaggio, i generi e i segreti del suo laboratorio musicale.

Il Tempo, lo Spazio, la Memoria, il Contrasto: quattro categorie fondamentali del pensiero musicale di Beethoven, essenziali per penetrare a fondo il senso della sua opera e della sua poetica, che Giovanni Bietti esplora per prime. Quindi, il complicato e sempre appassionante rapporto tra arte e vita, il contesto storico e sociale del tempo, l’esperienza della sordità, la malattia che segnò drammaticamente la sua esistenza. Poi la forma-sonata, i temi, le armonie, gli altri elementi del discorso compositivo, i suoi rapporti con la musica popolare, cui si dedicò per oltre quindici anni, realizzando centinaia di meravigliosi arrangiamenti di brani provenienti da ogni parte d’Europa. Infine, la musica: le opere pianistiche, l’orchestra e le nove sinfonie, i quartetti, le visionarie, straordinarie opere tarde
  
Back to top
 
IP Logged
 
Mozart
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 0
Joined: 20. Sep 2015
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #8 - 04. Dec 2015 at 22:21
Print Post Print Post  
Quali bei consigli!
Mi permetto con gran modestia di offrirvi il mio piccolo contributo per la condivisione di ottimi libri ( mozart.noblogs.org )... grazie a tutti, i miei rispetti.
  
Back to top
 
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 252
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Vi consiglio un libro...
Reply #9 - 12. Jul 2017 at 17:18
Print Post Print Post  
Mi permetto di consigliare un libro dal titolo:

Temperamento - Storia di un enigma musicale
di Stuart Isacoff

L'ho trovato molto interessante, perchè non è il solito libro tecnico sulle note e le accordature dei vari strumenti (in particolare quelli a tastiera) nei secoli (tipicamente da Pitagora a oggi), ma - oltre agli ovvi riferimenti matematici e acustici - in più offre raffinate e documentate ricerche sul modo di vivere e di concepire le varie arti (figurative, letterarie e musicali) con nessi e connessioni tra loro nei diversi periodi e nelle varie posizioni geografiche sviluppatesi nel corso dei secoli.
Tutto ciò contribuisce a far capire al lettore perchè in musica si formavano nei vari periodi certi gusti con conseguenti preferenze verso certi tipi di temperamento.
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged