Normal Topic Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti? (Read 1518 times)
Arkeo
New Member
*
Offline


?

Posts: 12
Joined: 02. Dec 2010
Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
18. Oct 2015 at 08:34
Print Post Print Post  
Ciao Forum,

Ho iniziato una fase della mia vita che mi ha allontanato dal mio pianoforte, che riesco a "vedere" circa un giorno a settimana. Dati gli spazi ridottissimi che ho ora a disposizione, pensavo di prendere un piano digitale tanto per non far atrofizzare le dita. Chiedo a voi qualche suggerimento alla luce dei punti seguenti:

1) Budget moooooolto ridotto: già 500 euro sarebbero un limite cui non vorrei arrivare ma in pratica potrò superare se pure di poco.

2) Non vorrei avere un qualcosa di troppo diverso da ciò a cui sono abituato. In particolare il mio pianoforte (mezza coda, costruito nel 1905) ha una corsa dei tasti minore rispetto alla media di un normale pianoforte ed è molto agile. La cosa mi va a fagiolo perché non suono niente di composto dopo Bach ed è un pianoforte perfetto per la polifonia. Ho messo le mani su pianoforti anche della stessa marca del mio, di altre marche, e su pianoforti digitali. In tutti i casi mi sembra che la corsa del tasto non finisca mai, mai mai e trovo la sensazione spiacevole.

In ogni caso, non chiedo la luna, anzi potrebbe darsi che facendo esercizio con una corsa dei tasti chilometrica (che però è quella normale!) le cose filino molto meglio quando suono il mio, e/o sia un ottimo esercizio per le dita. In altre parole se secondo voi l'allenamento ci guadagna non ho nessun problema a ripartire "da zero" su un tipo di tasto completamente diverso.

Così a margine, non mi serve tutta la tastiera del piano, non credo di aver mai toccato un tasto al di fuori delle canoniche quattro ottave del clavicembalo medio. Non credo che esista una tastiera che funzioni come un pianoforte ma abbia l'estensione di un clavicembalo, ma l'ho specificato per dire che se esistesse farebbe al caso mio.

Insomma, secondo voi cosa potrei prendere? Metto solo le mani avanti, ricevo in continuazione consigli di lasciare il piano e prendere un clavicembalo, cosa che non ho nessuna intenzione di fare perché per i miei gusti la musica antica suona molto meglio sul pianoforte; quindi non posso fare altro che ignorare qualsiasi consiglio in questo senso. Non era per polemica, ma solo perché non sono un ingenuo indeciso, se avessi amato il clavicembalo lo avrei preso tanti anni fa.

Grazie tantissime per ogni suggerimento.

A.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Grancoda
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 24
Joined: 14. Oct 2015
Gender: Male
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #1 - 22. Oct 2015 at 21:47
Print Post Print Post  
Ciao, accidenti hai dei limiti grossi! Soprattutto nel budget. Ti dico la mia opinione.
Visto che parli di qualita' della tastiera, devi prendere in considerazione solo digitali di buona qualita', altrimenti hai quelle tastiere tipo synth o controller MIDI da pochi Euro che non ti soddisferanno mai, e non solo dal punto di vista della "profondita'" del tasto. Considera che un pianoforte del primo Novecento ha solitamente una tastiera piu' "leggera" rispetto alle meccaniche di oggi.... io ti consiglierei di non fermarti ad una tastiera di quell'epoca ma di abituarti anche ad una tastiera attuale.
Ma naturalmente un piano digitale di buona qualita' va ben oltre i 500 Euro! A meno che trovi un usato, ma c'e' da stare attenti.
Pero' ci sono situazioni in cui la tecnologia puo' davvero fare miracoli. Hai un PC recente (anche portatile)? Se si', puoi sempre acquistare una buona libreria di suoni campionati come, per esempio, il Garritan CFX che riproduce il grande piano Yamaha (e lo fa veramente bene). Aggiungendo un controller MIDI di buona qualita' risolveresti il problema almeno per l'uso in cuffia. Se poi hai una buona amplificazione avresti risolto tutto con una cifra enormemente inferiore ad un pianoforte vero e proprio.
Al limite potresti aggiungere al computer due buone casse amplificate.
Ovvio che si tratta di un ripiego, ma sarebbe molto meglio rispetto ad un piano supereconomico che per Bach comunque non andrebbe bene.
Dimenticavo: il Garritan costa meno di 200 Euro. Non sono aggiornato sui controller MIDI ma dovresti stare sotto i 500 totali.
Ti ho dato solo la mia idea, spero ti sia utile.
  
Back to top
 
IP Logged
 
ibach13
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 363
Joined: 26. Jan 2014
Gender: Male
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #2 - 24. Oct 2015 at 21:09
Print Post Print Post  
just 4YI dai almeno un’occhiata al Roland C-30
“Four types of sound-sets are built into the C-30: French-type harpsichord, Flemish-type harpsichord, Fortepiano and Dynamic harpsichord. Each has four stop variations: 8’I (back), 8’II (front), 4’ and Lute. It also has two positive small-pipe organ sounds, and a choice of five temperaments with Baroque pitch support.”

l’ho visto a Cremona ed e’ relativamente nuovo come prodotto
forse il suono Fortepiano potrebbe piacerti …

purtroppo e’ decisamente fuori dal budget indicato [e’ a circa 3000 EUR !!!] ma e’ decisamente un bello strumento
  
Back to top
 
IP Logged
 
Grancoda
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 24
Joined: 14. Oct 2015
Gender: Male
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #3 - 24. Oct 2015 at 21:26
Print Post Print Post  
Ibach, colgo l'occasione per chiederti quali novita' hai visto a Cremona per i digitali (oltre a questo Roland che hai citato)? Purtroppo non ero presente. C'e' qualcosa di realmente interessante? Grazie.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Grancoda
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 24
Joined: 14. Oct 2015
Gender: Male
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #4 - 24. Oct 2015 at 22:35
Print Post Print Post  
Come non detto Ibach, mi era sfuggito il post nella sezione Pianoforti acustici.
  
Back to top
 
IP Logged
 
ibach13
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 363
Joined: 26. Jan 2014
Gender: Male
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #5 - 24. Oct 2015 at 23:13
Print Post Print Post  
non che fossi interessato ai digitali ma cmq c’era ben poco: assenti Yamaha e Kawai [sia in digitale che in acustico] rimaneva credo solo Roland dove ho soltanto guardato il C-30: il responsabile mi ha detto di averlo anche usato in concerto con un Ensemble barocco con ottimi risultati!

ho trovato interessante allo stand Del Rio il sistema Piano Relax
[http://www.pianorelax.it/0pagine/visua_pagine.php?id_page=8 ]; e’ un sistema di silenziamento applicabile a posteriori piuttosto sofisticato poiche’ agisce anche sullo scappamento

allo stand Steinway la responsabile mi ha detto meraviglie dello Spirio,  ma non c’era nessun esemplare di questo primo digitale di casa S&S …

insomma un'edizione un po' deludente che non promette un roseo futuro a questa manifestazione, lato pianoforti s'intende ..
  
Back to top
 
IP Logged
 
Grancoda
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 24
Joined: 14. Oct 2015
Gender: Male
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #6 - 25. Oct 2015 at 08:07
Print Post Print Post  
ibach13 wrote on 24. Oct 2015 at 23:13:
non che fossi interessato ai digitali ma cmq c’era ben poco: assenti Yamaha e Kawai [sia in digitale che in acustico] rimaneva credo solo Roland dove ho soltanto guardato il C-30: il responsabile mi ha detto di averlo anche usato in concerto con un Ensemble barocco con ottimi risultati!

Ci posso credere. E' capitato anche a me di assistere ad un concerto barocco nel quale un'ottima orchestra utilizzava un digitale (non so quale marca) come clavicembalo. Come strumento solista in concerto non e' sicuramente possibile, ma in orchestra ci puo' stare, con tutti i vantaggi facilmente immaginabili in termini di costi, trasporto e spazio occupato.
Non sapevo invece che esistesse uno Steinway digitale, anche se non oso pensare al costo.
Certo, l'assenza di Yamaha e Kawai non e' da poco!
  
Back to top
 
IP Logged
 
Arkeo
New Member
*
Offline


?

Posts: 12
Joined: 02. Dec 2010
Re: Quale piano dig. econom. con minima corsa tasti?
Reply #7 - 21. Dec 2015 at 21:51
Print Post Print Post  
Grazie a tutti della discussione. Alla fine il budget l'ha avuta vinta e la scelta è caduta sul Kawai ES100. Certo dire che è totalmente diverso dal mio Steinway è un eufemismo ma ne vedo il lato buono: con una tastiera più dura e una corsa di tasti maggiore, è tutto esercizio.

Con l'occasione buone feste a tutto il forum
  
Back to top
 
IP Logged