Page Index Toggle Pages: 1 [2]  Send Topic Send Topic Print Print
Hot Topic (More than 10 Replies) Pargoli di 10 anni e STUDIO (Read 3677 times)
mordenteforte
Junior Member
**
Offline


W Pianoforum!

Posts: 75
Joined: 25. Jan 2010
Gender: Male
Re: Pargoli di 10 anni e STUDIO
Reply #20 - 05. Nov 2015 at 08:35
Print Post Print Post  
Gabri_BT wrote on 02. Nov 2015 at 22:45:
10dita wrote on 02. Nov 2015 at 09:11:
Mi sovveniva chiederti, se posso osare, codesta cosa:

lo Maestro si "lamenta" dello scarso studio casalingo Questioning Undecided

Domanda scaturita, particolarmente, dalla tua affermazion:

"...sembra che parliamo di due bimbe diverse.Shocked Undecided  Huh


No, per adesso il maestro non si lamenta!

L'ultima volta che gliene ho parlato, lui mi disse che era meglio non "pressarla", visto che la pargola riesce comunque a metter in piedi i brani decentemente. Per ora, a parer suo, va bene così... Però sottolineò anche che man mano che si andrà avanti i brani richiederanno un po' più di impegno... e quindi inevitabilmente prima o poi dovrà cercare di aumentare il tempo da dedicare allo studio.

Ecco, quindi meglio già abituarla all'idea. Dopo i primi giorni di lamentele, sta cominciando ad accettare l'idea della "mezz'ora al giorno" Wink Vediamo quanto dura Undecided


Ho fatto una passata esperienza con due figli (ora adulti) che dopo qualche anno di lezioni smisero di studiare  musica: non potevo seguirli e studiavano pochissimo a casa.

Ora sono pro-zio di due bambini che studiano entrambi pianoforte, di loro volontà, ma studiano malvolentieri a casa. Forte della precedente esperienza negativa, consiglio sempre i genitori di fare alcune considerazioni:

1) i bambini vedono lo studio a casa come una cosa noiosa (in sintesi: una gran rottura di scatole);
2) i genirori o parenti che li seguono hanno un rapporto diverso rispetto al maestro/a e i bimbi si possono permettere di contestare liberamente eventuali imposizioni.

Possibili interventi dovrebbero, secondo il mio modesto parere, contribuire a Far divertire (=giocare) i bambini con lo studio e cercare di creare un interesse verso la musica e le sue curiosità. Inoltre lo studio a casa non deve essere la brutta copia dello studio col maestro/a, ma una cosa diversa e magari attraente.

Cercare di insegnare la MUSICA piuttosto che il pianoforte!

Certo non è facile e porto quindi alcuni esempi di comportamento che però non può essere universale, ma va adattato ad ogni bambino/a in maniera diversa:

Far giocare con lo spartito; ho provato a regalare due kazoo ai bambini e li ho convinti a "cantare" nel kazoo le stesse note del pezzo che studiavano, dando poi dei premi a chi suonava canticchiando (si fa per dire) meglio.

Giocare insieme per stimolare l'orecchio: per esempio, fare una specie di gara: far sentire alcune note al piano facendogli dire i nomi, poi farlo girare di spalle in maniera che non veda la tastiera, suonare alcune note e fargliele riconoscere; poi fare la stessa cosa con i salti di terza e di quinta ecc. Naturalmente se indovinano dare dei premi (tipo qualche monetina o altro): costa poco e rende molto.

Far vedere film di Walt Disney o altri cartoni animati e se piacciono poi acquistare lo spartito della colonna sonora: suonarla magari anche insieme ai bambini (che faranno la melodia, eventualmente anche molto semplificata). Temi allegri sono da preferire (mi viene in mente la musichetta di Crudelia De Mon nel film "la carica dei 101") ecc.

Insomma, inventarsi qualcosa per attirare l'interesse e l'attenzione, anche solo per 10 minuti!  Wink


  

per aspera ad astra
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2515
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Pargoli di 10 anni e STUDIO
Reply #21 - 11. Nov 2015 at 20:21
Print Post Print Post  
mordenteforte wrote on 05. Nov 2015 at 08:35:
 
Cercare di insegnare la MUSICA piuttosto che il pianoforte!

Giocare insieme per stimolare l'orecchio: 



Ed allor:



Magari li pargoli non impareranno a sonar lo piano, ma almen avranno evitato:

mordenteforte wrote on 05. Nov 2015 at 08:35:
una gran rottura di scatole);


Smiley

Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1107
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Pargoli di 10 anni e STUDIO
Reply #22 - 14. Nov 2015 at 11:22
Print Post Print Post  


mordenteforte wrote on 05. Nov 2015 at 08:35:
Possibili interventi dovrebbero, secondo il mio modesto parere, contribuire a Far divertire (=giocare) i bambini con lo studio e cercare di creare un interesse verso la musica e le sue curiosità. Inoltre lo studio a casa non deve essere la brutta copia dello studio col maestro/a, ma una cosa diversa e magari attraente.

Cercare di insegnare la MUSICA piuttosto che il pianoforte!

Far giocare con lo spartito; ho provato a regalare due kazoo ai bambini e li ho convinti a "cantare" nel kazoo le stesse note del pezzo che studiavano, dando poi dei premi a chi suonava canticchiando (si fa per dire) meglio.

Giocare insieme per stimolare l'orecchio: per esempio, fare una specie di gara: far sentire alcune note al piano facendogli dire i nomi, poi farlo girare di spalle in maniera che non veda la tastiera, suonare alcune note e fargliele riconoscere; poi fare la stessa cosa con i salti di terza e di quinta ecc. Naturalmente se indovinano dare dei premi (tipo qualche monetina o altro): costa poco e rende molto.

Far vedere film di Walt Disney o altri cartoni animati e se piacciono poi acquistare lo spartito della colonna sonora: suonarla magari anche insieme ai bambini (che faranno la melodia, eventualmente anche molto semplificata). Temi allegri sono da preferire (mi viene in mente la musichetta di Crudelia De Mon nel film "la carica dei 101") ecc.

Insomma, inventarsi qualcosa per attirare l'interesse e l'attenzione, anche solo per 10 minuti!  Wink


Ciao mordenteforte  Smiley

Ciò che dici è giusto, ma non è proprio la soluzione che fa al caso nostro  Undecided

Il "problema", in questo caso, non è creare nella figlioletta interesse nei confronti della musica. Quello c'è già Smiley  Almeno così sembra. Già il fatto che vada a lezione volentieri e che sia molto concentrata per tutta l'ora... è un segnale più che positivo. E poi... qualche volta abbiamo giocato a riconoscere le note e/o gli intervalli Wink  e si è divertita parecchio. Inoltre spesso e volentieri si mette, di sua spontanea volontà, a provare le prime battute dei miei brani Smiley

Ma indipendentemente dal fatto che ogni tanto ci capita di "giocare"... io comunque non sono un'insegnante di pianoforte  Huh (tra l'altro... anche se comprassi lo spartito della colonna sonora di un film di Walt Disney...  beh, ce vuol tutta che lo sappia leggere io  Grin ).

Io non credo che a casa ci si debba inventare una specie di "lezione gioco" Undecided. Certamente si può giocare ogni tanto, se capita, se c'è voglia e se c'è tempo...

...MA lei deve pur svolgere le cose che le sono state assegnate dal maestro... altrimenti non va avanti  Huh

E comunque (pensando anche a come funziona nella mia disciplina, ovvero nello studio della danza classica accademica) sono dell'idea che a 10 anni i bimbi possano (e debbano) essere già instradati verso uno studio piuttosto serio, non di ore e ore, ma comunque sistematico e disciplinato.



  
Back to top
 
IP Logged
 
mordenteforte
Junior Member
**
Offline


W Pianoforum!

Posts: 75
Joined: 25. Jan 2010
Gender: Male
Re: Pargoli di 10 anni e STUDIO
Reply #23 - 15. Nov 2015 at 10:57
Print Post Print Post  
Sicuramente hai ragione, come ha ragione 10dita quando fa argutamente  Wink notare che senza studio serio non si suona il piano!

Ma tu già proponi il gioco di tanto in tanto, sia pure facendo sentire alla bambina, già grandicella, la necessità di un impegno serio.

I miei pronipoti non hanno ancora 10 anni ed inoltre sono in due e con caratteri quasi opposti; ciò genera problematiche maggiori anche alla esigente nonna (mia sorella, ex insegnante) che li segue a casa nello studio del pianoforte. E' difficile far fare come si deve gli esercizi assegnati dall'insegnante esterna! Per questo consigliavo la valvola del gioco, non soltanto come sfogo per la noia dello studio ripetitivo, ma anche per aumentare l'interesse globale verso la musica.

E' chiaro che alla lunga l'atteggiamento e la didattica vanno indirizzati verso un maggior impegno dei bambini.

Chissà, poi forse nemmeno così impareranno a suonare il piano, forse qualcuno abbandonerà lo studio, o forse qualcuno crescendo passerà ad un altro strumento.

Diciamo che c'è una fase in cui ritengo cosa buona stimolare la curiosità e l'interesse nei bambini verso la musica e gli strumenti per produrla e siamo noi che dobbiamo guidarli in questa impresa.  Undecided

Poi ogni bambino è diverso dagli altri e non si può trovare una soluzione unica valida per tutti.

Però può essere utile provarle tutte!  Huh
  

per aspera ad astra
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 [2] 
Send Topic Send Topic Print Print