Page Index Toggle Pages: 1 2 [3]  Send Topic Send Topic Print Print
Very Hot Topic (More than 25 Replies) Schumann: Kleine Romanze (Op. 68) (Read 17724 times)
Michele Marvulli
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 1330
Location: spoltore
Joined: 26. Oct 2007
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #40 - 11. Dec 2015 at 21:30
Print Post Print Post  
Ma io non intendevo la pagina pubblica di Facebook bensì il canale dei messaggi privati. E' la stessa alla quale accenni tu ora?. Attendo paziente...
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1132
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #41 - 12. Dec 2015 at 00:05
Print Post Print Post  

Michele Marvulli wrote on 11. Dec 2015 at 21:30:
Ma io non intendevo la pagina pubblica di Facebook bensì il canale dei messaggi privati. E' la stessa alla quale accenni tu ora?. Attendo paziente...


Intendevo che posso caricare il video su youtube come "video privato". Solo chi riceve il link può accedere  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1278
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #42 - 12. Dec 2015 at 14:04
Print Post Print Post  
Zabrina wrote on 12. Dec 2015 at 00:05:
Michele Marvulli wrote on 11. Dec 2015 at 21:30:
Ma io non intendevo la pagina pubblica di Facebook bensì il canale dei messaggi privati. E' la stessa alla quale accenni tu ora?. Attendo paziente...


Intendevo che posso caricare il video su youtube come "video privato". Solo chi riceve il link può accedere  Smiley



spero in tal caso che ti ricordi degli amici e di chi ti vuole bene anche se non Maestro Smiley
  
Back to top
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1132
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #43 - 12. Dec 2015 at 15:08
Print Post Print Post  


pianozero wrote on 12. Dec 2015 at 14:04:
spero in tal caso che ti ricordi degli amici e di chi ti vuole bene anche se non Maestro Smiley

Pianozero, vuoi mica dir che... vorresti ascoltar mia esecuzione???  Shocked
Non so se sentirmi più lusingata per il fatto che vuoi ascoltarmi (pur sapendo il mio livello Tongue ) o perché dici che mi vuoi bene Smiley

Se prometti di scrivere di più, ti mando il link anche a te. Anzi... te lo mando SOLO se scriverai di più  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1278
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #44 - 12. Dec 2015 at 22:13
Print Post Print Post  
Zabrina wrote on 12. Dec 2015 at 15:08:
pianozero wrote on 12. Dec 2015 at 14:04:
spero in tal caso che ti ricordi degli amici e di chi ti vuole bene anche se non Maestro Smiley

Pianozero, vuoi mica dir che... vorresti ascoltar mia esecuzione???  Shocked
Non so se sentirmi più lusingata per il fatto che vuoi ascoltarmi (pur sapendo il mio livello Tongue ) o perché dici che mi vuoi bene Smiley

Se prometti di scrivere di più, ti mando il link anche a te. Anzi... te lo mando SOLO se scriverai di più  Smiley


e figurati... perché il mio livello qual è ?! ok mi impegnerò nello scrivere ma ricordati che io qualche mio link l'ho già dato ! Smiley

certo che "tvb" Smiley


PS, ne ho aggiunti ora altri due nel thread dedicato a Sakamoto Smiley
  
Back to top
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2876
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #45 - 13. Dec 2015 at 01:20
Print Post Print Post  

Michele Marvulli wrote on 11. Dec 2015 at 14:37:
10dita wrote on 05. Dec 2015 at 10:44:
Mi permetto sol per picciol attimo intromettermi, Le domando Gentil Maestro:

quanti, grosso modo, di codesti "trenini a vapore" le è riuscito di "far giungere alla stazione finale" Questioning

Grazie anticipatamente


Tanti, tantissimi, mio caro. Molti di più dello sparuto gruppo di "mostri" paragonabili ad elettrotreni AV (alta velocità).

La stazione finale? Beh, non certo il Busoni o lo Chopin; ma un onesto Diploma, magari solo col minimo dei voti, comunque decisamente meritato. Li avevo presi che erano pezzi di legno duro e ho dovuto lavorare insieme a loro come un mulo per anni...sudando le proverbiali sette camicie (sette o settanta?).


Gentile Maestro, la ringrazio della risposta!
Temevo avesse frainteso lo "spirito" della mia domanda Undecided

Ciò Le fa molto onore.

E rende Merito alla Sua Didattica Roll Eyes
La "statistica" pure Le dà ragione!


Michele Marvulli wrote on 11. Dec 2015 at 14:37:
ma un onesto Diploma, magari solo col minimo dei voti, comunque decisamente meritato. 


Leggendo codesto Suo in quoto trovo una qualche "affinità" (è troppo Questioning) con quanto scrive Spagnolo in "Pianosophia" (pag. 195):

"[...] Sarebbe [...] tanto più educativo poter paradossalmente assegnare all'allievo dotato ma scorretto, invece di un "dieci con lode", come spesso avviene, un "dieci con biasimo" e a quello poco dotato ma concettualmente corretto, invece di una superficiale bocciatura col "quattro", un bel "sei con lode"!


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Michele Marvulli
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 1330
Location: spoltore
Joined: 26. Oct 2007
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #46 - 13. Dec 2015 at 02:05
Print Post Print Post  
Paolo Spagnolo! Un mito! Ci conoscevamo poco ma - come era solito in quel tempo - ci allacciava una profonda e reciproca stima. L'avevo sentito per la prima volta per radio, alla finale del Concorso di Ginevra che vinse. Mi pare che quella trasmissione fosse una sera, sul tardi. Ebbene: la "sua" Arietta della 111 mi fece rabbrividire per l'emozione; l'avevo ascoltata al buio nel terribile silenzio notturno. D'allora quella interpretazione costituì per me un punto fermo, un cardine irrinunciabile. Ancora oggi la ricordo, vinto - come allora - dalla forza genuina che irraggiava quel suo suonare...
Non capii, a dire il vero, come mai non avesse fatto una carriera più folgorante, dopo quella sconvolgente vittoria. Pigrizia? Timidezza? Poca autostima? Più tardi, dopo anni, ci conoscemmo di persona e ci trattammo cordialmente come s'usa tra colleghi docenti, ma ignoravo che avesse scritto codesto (qui è corretto l'aggettivo) "Saggio" che spesso citi.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2876
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #47 - 13. Dec 2015 at 04:15
Print Post Print Post  
Michele Marvulli wrote on 13. Dec 2015 at 02:05:
Paolo Spagnolo! Un mito! Ci conoscevamo poco ma - come era solito in quel tempo - ci allacciava una profonda e reciproca stima. L'avevo sentito per la prima volta per radio, alla finale del Concorso di Ginevra che vinse. Mi pare che quella trasmissione fosse una sera, sul tardi. Ebbene: la "sua" Arietta della 111 mi fece rabbrividire per l'emozione; l'avevo ascoltata al buio nel terribile silenzio notturno. D'allora quella interpretazione costituì per me un punto fermo, un cardine irrinunciabile. Ancora oggi la ricordo, vinto - come allora - dalla forza genuina che irraggiava quel suo suonare...
Non capii, a dire il vero, come mai non avesse fatto una carriera più folgorante, dopo quella sconvolgente vittoria. Pigrizia? Timidezza? Poca autostima? Più tardi, dopo anni, ci conoscemmo di persona e ci trattammo cordialmente come s'usa tra colleghi docenti, ma ignoravo che avesse scritto codesto (qui è corretto l'aggettivo) "Saggio" che spesso citi.


Gent.mo Maestro, che bel ricordo ha or qui vergato! Roll Eyes

Purtroppo io non ho avuto mai il piacere di conoscere personalmente Paolo Spagnolo, l’ho solo “sfiorato” per picciola occasione a Napoli tanti anni fa Sad

Chissà se esiste la registrazione da Lei sopra citata de <<la “sua”Arietta della 111>> Questioning

In rete ho trovato alcuni video, tra cui uno molto tenero ed emozionante! :



Sulla carriera “più folgorante”, leggo che (fonte wikipedia: QUI):

“Agli inizi degli anni sessanta, per motivi strettamente privati, abbandonò improvvisamente la carriera concertistica per dedicarsi principalmente all'insegnamento al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, dove fu collega e amico di Sergio Fiorentino, la cui vicenda artistica e umana presenta singolari analogie con quella di Spagnolo.”


Grazie per aver evocato codesto Suo ricordo!

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1132
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #48 - 13. Dec 2015 at 23:54
Print Post Print Post  

10dita wrote on 13. Dec 2015 at 04:15:
Purtroppo io non ho avuto mai il piacere di conoscere personalmente Paolo Spagnolo, l’ho solo “sfiorato” per picciola occasione a Napoli tanti anni fa
Chissà se esiste la registrazione da Lei sopra citata de <<la “sua”Arietta della 111>> Questioning

In rete ho trovato alcuni video, tra cui uno molto tenero ed emozionante! :





Grazie per aver postato questo splendido video  Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1132
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #49 - 06. Jul 2016 at 10:26
Print Post Print Post  

Michele Marvulli wrote on 09. Dec 2015 at 18:46:
...e se, nell'attesa del fatidico incontro, ti riuscisse di mandarmi il link di un tuo video, tanto per avere un'idea di quanto occorre? Basterebbero anche solo quattro o cinque minuti. Un'esecuzione live, possibilmente, un branetto che ti viene bene, senza tormentarti con scale, arpeggi e altri ammennicoli paralizzanti. Un link a Facebook. Che ne dici? Ti andrebbe bene?


Maestro, Le ho mandato un messaggio. Ma è arrivato? 
  
Back to top
 
IP Logged
 
Michele Marvulli
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 1330
Location: spoltore
Joined: 26. Oct 2007
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #50 - 06. Jul 2016 at 12:31
Print Post Print Post  
Si, scusami, non l'avevo visto.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Michele Marvulli
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 1330
Location: spoltore
Joined: 26. Oct 2007
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #51 - 06. Jul 2016 at 12:58
Print Post Print Post  
ma che ora segna l'orologio di forum?

Se non sbaglio due ore di ritardo.

Mala tempora...
  
Back to top
 
IP Logged
 
ibachnew
New Member
*
Offline


ex Ibach13

Posts: 45
Location: Torino [Italy]
Joined: 19. Apr 2016
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #52 - 07. Jul 2016 at 12:15
Print Post Print Post  
Michele Marvulli wrote on 06. Jul 2016 at 12:58:
ma che ora segna l'orologio di forum?

Se non sbaglio due ore di ritardo.

Mala tempora...


beh no; tempora exacta sunt ...

come le note sul pentagramma non hanno significato senza la "chiave" di lettura, cosi' anche i numeri hanno la loro chiave [unita' di misura e 0 di riferimento]
in questo caso lo 0 di riferimento e' il termine UTC, che sta per Universal Time Coordinated ed e' l'attuale standard internazionale di riferimento [corrispettivo del vecchio Greenwich Mean Time - GMT]
l'ora ufficiale italiana [che e' anche l'ora dell'Europa centrale, Central European Time - CET] in estate e' = UTC+2 e in inverno UTC+1
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 887
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Schumann: Kleine Romanze (Op. 68)
Reply #53 - 12. Jul 2019 at 09:00
Print Post Print Post  
Michele Marvulli wrote on 13. Dec 2015 at 02:05:
Paolo Spagnolo! Un mito! Ci conoscevamo poco ma - come era solito in quel tempo - ci allacciava una profonda e reciproca stima. L'avevo sentito per la prima volta per radio, alla finale del Concorso di Ginevra che vinse. Mi pare che quella trasmissione fosse una sera, sul tardi. Ebbene: la "sua" Arietta della 111 mi fece rabbrividire per l'emozione; l'avevo ascoltata al buio nel terribile silenzio notturno. D'allora quella interpretazione costituì per me un punto fermo, un cardine irrinunciabile. Ancora oggi la ricordo, vinto - come allora - dalla forza genuina che irraggiava quel suo suonare...
Non capii, a dire il vero, come mai non avesse fatto una carriera più folgorante, dopo quella sconvolgente vittoria. Pigrizia? Timidezza? Poca autostima? Più tardi, dopo anni, ci conoscemmo di persona e ci trattammo cordialmente come s'usa tra colleghi docenti, ma ignoravo che avesse scritto codesto (qui è corretto l'aggettivo) "Saggio" che spesso citi.

Paolo Spagnolo vinse il primo premio al Concorso internazionale di Ginevra nel 1947, aveva 17 anni.

Questa è un'altra sua interpretazione dell'arietta eseguita 27 anni più tardi, 10 anni dopo il ritiro dalla carriera concertistica:

  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 2 [3] 
Send Topic Send Topic Print Print