Normal Topic Studiare composizione a 26 anni (Read 1389 times)
88blackandwhite
Junior Member
**
Offline


IL PIANISTA

Posts: 67
Joined: 26. Mar 2007
Gender: Male
Studiare composizione a 26 anni
23. Feb 2016 at 00:04
Print Post Print Post  
Ciao a tutti!
Io suono ad orecchio sin dall'età di 4 anni un pó di tutto.
Ho studiato da privatista ma poi ho abbandonato.
Ho sempre composto la mia musica... Molto contemporanea... O stile il maestro Roberto Cacciapaglia.

Stavo pensando di iscrivermi al conservatorio. Secondo voi è troppo tardi?
Ho visto che ora è una laurea 3+2 e che oltre a pianoforte c è musica elettronica e composizione.
Se volessi scegliere composizione?
Si puó senza prima quella in pianoforte?
  

__________________________________________________&&...Non ti lasciare cambiar dalla tua vita...&&...trova il tempo e cambia la tua vita...
Back to top
 
IP Logged
 
pleyelle
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 12
Joined: 05. Feb 2016
Re: Studiare composizione a 26 anni
Reply #1 - 23. Feb 2016 at 14:51
Print Post Print Post  
Sicuramente dovrai portare avanti entrambe le cose, pianoforte e composizione!! Smiley
Quantomeno per avere un minimo di tecnica pianistica al tuo servizio. La conoscenza del pianoforte, una conoscenza di quel mondo mentale e pieno di reticoli che è la tecnica, inevitabilmente porta ad un livello compositivo superiore. Insomma, in altre parole, per poter comporre bene per un certo strumento, bisogna innanzitutto conoscere bello quello strumento (è scontato che una conoscenza e "percezione" della musica, del senso della linea melodica, del gusto per il bel canto, ecc, sono sempre e comunque indispensabili).
Facci sapere!! Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1132
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Studiare composizione a 26 anni
Reply #2 - 24. Feb 2016 at 09:05
Print Post Print Post  

Ciao,

ci sono senz'altro dei test di ammissione tutt'altro che facili per attestare la idoneità. Forse, come primo passo, per renderti conto se il tuo intento è realisticamente possibile, dovresti vedere sul sito del Conservatorio quali sono i requisiti minimi indispensabili per poter accedere all'esame di ammissione.
Comincia da lì...  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
staff
Forum Moderator
*****
Offline


Stiamo lavorando per voi

Posts: 1143
Joined: 24. Nov 2007
Re: Studiare composizione a 26 anni
Reply #3 - 24. Feb 2016 at 11:30
Print Post Print Post  
  
Back to top
 
IP Logged
 
Pegasofly
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 204
Joined: 19. Apr 2013
Gender: Male
Re: Studiare composizione a 26 anni
Reply #4 - 24. Feb 2016 at 19:39
Print Post Print Post  
Obiettivi molto ambiziosi!!! In bocca al lupo!!!!
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1979
Joined: 04. Mar 2010
Re: Studiare composizione a 26 anni
Reply #5 - 24. Feb 2016 at 19:42
Print Post Print Post  
partendo da 0 consiglierei almeno qualche hanno di lezioni private per prepararsi soprattutto per la fuga ed il contrappunto, ma sarà pianoforte la cosa da studiare di più dovrai leggere partiture con 4 o più pentagrammi, leggere a prima vista brani pianistici facili...
potresti optare per un percorso parallelo a quello del conservatorio magari dedicandoti al linguaggio che più ti interessa...
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2583
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Studiare composizione a 26 anni
Reply #6 - 26. Feb 2016 at 22:44
Print Post Print Post  
88blackandwhite wrote on 23. Feb 2016 at 00:04:
Secondo voi è troppo tardi?


Mio Giovane Amico, potrei risponderti banalmente citando lo titolo della famosa trasmissione televisiva che ebbe inizio lo anno pria della mia nascita (nacqui lo anno del Signore 1961):

“Non è mai troppo tardi”

Molti eruditi verrano et ti diranno nello preciso, ovver se vuoi: nello didattico.

Da par mio (et forse mi dirai: <<sei un folle>> Shocked) mi piace orquivi citarti codesto “passaggio” (da “Doctor Faustus” di Thomas Mann):

“Una sera lo zio gli disse:
-Caro nipote, quello cha hai suonato oggi non è frutto di un primo esercizio.
-Che cosa vuoi dire, zio Niko?
-Non fare il nesci! Tu fai della musica.
-Che parolona!
-La quale ha già dovuto piegarsi a indicare cose molto più sciocche. Cotesto passaggio dal fa maggiore al la maggiore era veramente raffinato. Ci trovi gusto?
-Oh, zio.
-Via, è chiaro. Ti dirò una cosa. Questo vecchio cassettone che, tanto, nessuno guarda lo farò portare in camera tua.
Così l’avrai sotto mano se ti verrà la voglia.
-Sei molto gentile zio, ma certo non ne vale la pena.
-La pena è così poca che più grande potrà essere il piacere. E un’altra cosa, nipote. Dovresti prendere lezioni di pianoforte.
-Ti pare, zio Niko? Lezioni di pianoforte? Non so, mi pare che sappia di <<signorina di buona famiglia>>.
-<<Buona>> potrebbe essere, anche se non proprio <<signorina>>. Se vai da Kretzschmar, credo l’azzecchi. Non ci leverà la pelle per questo, in considerazione della nostra vecchia amicizia, e tu avresti le fondamenta per i tuoi castelli in aria.”


Non resta che augurarti, con la massima sincerità, di trovar il “tuo”:

Wendell Kretzschmar Roll Eyes  Smiley

Cordiali saluti

  
Back to top
 
IP Logged