Hot Topic (More than 10 Replies) Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità (Read 2657 times)
Ceccoclat
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 26
Joined: 05. May 2015
Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
06. Mar 2016 at 15:30
Print Post Print Post  
Buongiorno a tutti,
prossimamente mi trasferirò in un condominio, e per motivi logistici non potrò portarmi appresso il mio amato pianoforte. Pensavo di comprarne uno digitale, ma navigando tra la miriade di consigli e pareri sono rimasto un po' disorientato.

Avrei bisogno di qualcosa che emuli quasi alla perfezione il tocco dei tasti di un grand piano, non che il suono non mi interessi, ma può passare in secondo piano. Del tutto irrilevanti invece diventano tutte quelle funzionalità quali librerie digitali infinite, distorsioni del suono, possibilità di registrazione e tutto ciò che ha a che vedere con chi monta musica e ci lavora magari anche al computer.

A me serve qualcosa che mi faccia dimenticare che dietro al piano c'è una presa di corrente.

Il mio budjet sarebbe di 1000 euro, ma posso sgarrare se ne vale la pena, quindi se avete in mente qualcosa di molto interessante che ne costa 2000 o anche 2500 (di più non posso) ditemi pure

PS. Per capirci, vorrei che lo strumento sia all'altezza dei capolavori di Liszt
  
Back to top
 
IP Logged
 
Pegasofly
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 204
Joined: 19. Apr 2013
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #1 - 07. Mar 2016 at 17:38
Print Post Print Post  
Mio caro, con le caratteristiche che richiedi, penso che con 1000 euri ci fai davvero poco. Io ti consiglierei spassionatamente un Kawai CA65 (il prezzo si aggira intorno ai 2000 euro!). Uno dei migliori della marca Koreana!!!! Comunque all'interno del forum c'è chi se ne capisce molto meglio, tipo ^Fra^.  Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 554
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #2 - 07. Mar 2016 at 20:22
Print Post Print Post  
Bah! Premettendo che un digitale è un digitale, cioè non è un pianoforte che chiudendo gli occhi ti sembra di suonare su un acustico.
No, mi spiace, chiudi gli occhi e ti sembra di suonare su un digitale, nessuna sorpresa.

Detto questo, ti descrivo come ho fatto io:
Mi sono recato con delle ottime cuffie Sennheiser (il modello che ho usato è HD 465. Con questo non voglio dire che non ce ne siano altre anche migliori di questa), in due negozi fornitissimi.
Sottolineo che la qualità delle cuffie che userai è fondamentale, è da lì che sentirai il suono del tuo digitale quando suonerai a casa.

Qui ho passato pomeriggi interi, provando tutte le marche e modelli che ho trovato, non escludendone nessuna a priori ed ascoltando esclusivamente in cuffia, saggiando bene la sensazione della meccanica sotto le dita. 

Ebbene, io ho scelto un Roland, modello FP-4F, e finora non me ne sono pentito affatto.
Ho provato tantissimo e ne ho confrontati molti, di tutte le marche e modelli, nuovissimi o datati, economici o costosissimi, Kawai, Yamaha, Roland, Korg, Casio, ecc. ecc. rispetto a questo. Non ci crederai, ma è stato l'unico che mi ha convinto all'acquisto, per il feeling della meccanica e per il suono. Se non avessi provato quel modello non avrei acquistato nulla. E' stata una scelta faticosa e mi sono fatto l'idea che prezzo o marca non hanno nessun peso ai fini di una scelta che alla fine è profondamente personale.

Il suono in cuffia l'ho trovato bellissimo, al contrario, il suono che fuoriesce dalle casse del mobile, fa letteralmente pena.

Attenzione, questo non significa che il piano che ho scelto io a te debba piacere ugualmente.

In sostanza, con questo voglio dirti di lasciar perdere le opinioni altrui e, invece, provarne quanti più possibile e scegliere senza farti influenzare da nessuno.
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1021
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #3 - 07. Mar 2016 at 20:40
Print Post Print Post  
Visto che si parlava di spesa di 1000€ e visto che tgdigit ha citato un Roland (non so in quale fascia di prezzo) voglio indicare con beneficio di inventario, non sono un superesperto ma credo di essere stato ben consigliato, il Roland F140. Io in realtà ormai quasi 5 anni fa presi un Roland F110 (suo progenitore) elo pagai 1000 euro tondi. Devo dire che some suono mi ha sempre soddisfatto(certo meglio in cuffia che non dalle casse) e come tastiera mi sembra ben pesato.

Una pecca è che ad oggi parte dei comandi elettronici (per le registrazioni) sono fuori uso e mi è stato detto che è un problema farli riparare. Detto questo come suono e meccanica è come se fosse nuovo.
  
Back to top
IP Logged
 
Pegasofly
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 204
Joined: 19. Apr 2013
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #4 - 12. Mar 2016 at 19:46
Print Post Print Post  
tgdigit wrote on 07. Mar 2016 at 20:22:
In sostanza, con questo voglio dirti di lasciar perdere le opinioni altrui e, invece, provarne quanti più possibile e scegliere senza farti influenzare da nessuno.


Non sono d'accordo. L'opinione di una o due persone non fa testo. Ma se più persone (esperte o competenti) ti consigliano un determinato modello di pianoforte un perchè ci sarà, penso io!
Se ti perdi e il tuo GPS si scarica cosa fai, non chiedi la strada a qualcuno del posto? O ti fidi del tuo istinto di sopravvivenza?
E' ovvio che un pianoforte digitale, anche il più costoso al mondo è sempre un pianoforte digitale e che nulla può sostituire un pianoforte acustico.
Esistono dei pianoforti digitali degni di essere chiamati pianoforti. Non tutti fanno vomitare!
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 554
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #5 - 13. Mar 2016 at 21:20
Print Post Print Post  
In effetti non escludo che io abbia un'opinione particolare sui pianoforti digitali, per cui non me la sento di consigliarne nessuno.

Piuttosto dicci quali sono questi pianoforti digitali (marca e modello) che molte persone esperte e competenti (magari ci dici anche chi sono) consigliano, così da aiutare il nostro amico.

Te lo chiedo senza nessuna intenzione polemica, naturalmente.

Grazie  Smiley
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3176
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #6 - 13. Mar 2016 at 21:48
Print Post Print Post  
Io non sono un amante dei pianoforti digitali, nè da 1000 euro nè da 15 mila euro (con meccaniche reali)....non mi interessano proprio e non mi entusiasmano.

Però se si parla di una spesa intorno ai 1000 euro o poco piu c'è un modello che mi ha colpito (solo uno) per risposta del tasto, che ho trovato verosimile (eh sì, qualche tasto lo premo ogni tanto per curiosità quando mi trovo nei negozi che vendono questi strumenti). Roland FP 50. Mi ha colpito perché mi simula un pochino il gradino aftetouch del coda, particolare che in altri modelli tipo Yamaha Clavinova manca in quella fascia di prezzo....lo ritengo importante perché spesso chi passa da verticale a coda (o peggio da digitale) si trova un pó a disagio per via del secondo scappamento e dell'aftertouch, anche se non sa il perché o cosa sia. Quindi una simulazione importante. Quello che non hanno fatto mai è simulare lo smorzatore, come peso incrementale "in corsa" e pesano il tasto sul totale dei grammi necessari per azionare tasto e smorzo del coda (120 grammi a scendere verso gli acuti). Eppure, non ci vorrebbe poi tanto (è un'altro aspetto meccanico che infastidisce chi passa da digitale ad acustico, anche se non lo sa).

Kawai si, è leader anche in questo settore ma credo che si debba spendere di più. Non so se loro hanno inserito questa accortezza nei modelli economici.

Un digitale è sempre un digitale, però per mille euro secondo me quel Roland....non è male. Quello che avevo visto io alla Ricordi per 1200 euro aveva anche il mobiletto....chi suona in cuffia deve avere le cuffie buone (costose, purtroppo), questo vale anche quando in cuffia si ascolta il pianoforte.





  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 554
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #7 - 14. Mar 2016 at 09:57
Print Post Print Post  
Ricordo che gran parte (decine) di pianoforti digitali li ho scartati proprio a causa della sensazione sgradevole che mi dava la meccanica, lontana, davvero anni luce, dalla sensazione che mi dà il pianoforte acustico (a coda) che suono ormai da decine d'anni.

Ho provato anche pianoforti digitali con tastiera e meccanica identica (come fattura) a quella di un pianoforte acustico. Non ricordo adesso marca e modello. Si vedeva la meccanica in bella mostra, identica a quella di un piano a coda. Ma niente da fare, non mi ha convinto.

Il vantaggio dei pianoforti digitali è il poterne saggiare la meccanica isolata dal suono che producono, che potrebbe in qualche modo influenzare la scelta.

Perciò se posso dare un consiglio è di provare dapprima il comportamento della meccanica muta, prima di ascoltarne il suono e poi, se convince, provarla nella sua totalità.
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3176
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #8 - 14. Mar 2016 at 10:18
Print Post Print Post  
Provare a sentire come si comporta il tasto muto in questi casi è quello che mi viene naturale fare, ovviamente se uno non conosce il comportamento del tasto di un pianoforte a coda (che comunque non è paragonabile perché manca la corda dove il martello rimbalza e diverse altre cosette) è tutto inutile. Il paragone va fatto come se si abbassasse il tasto di una coda lentamente, facendolo scattare, senza però produrre un suono.

Introducendo la componente suono e la dinamica del meccanismo il modello si complica e la tastiera digitale pesata (ma anche il real piano perché manca la corda) non si avvicina minimamente a quel modello.

Alcuni digitali economici con meccanica real sono I bachmann, un pó obsoleti ma non male per studiare. Provare lo stesso verticale RPT 114 in versione acustica e digitale real di fianco una volta è stato molto interessante.


  
Back to top
 
IP Logged
 
Ceccoclat
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 26
Joined: 05. May 2015
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #9 - 21. Jun 2016 at 21:18
Print Post Print Post  
Mi sono imbattuto da in due pianoforti digitali, i roland hp 605 e 603; sul sito mettono molto in risalto questa caratteristica del doppio scappamento simulato, con una meccanica a parer mio interessante.
Cosa ne pensate? Per chi li ha suonati: potrebbe essere una scelta valida?

Mi sembra di aver capito che la differenza di tra il 605 e 603 sta solo nella  quantità e nella qualità degli speaker; ne vale la pena o conviene comunque buttarsi su un buon paio di cuffie?
Grazie  Smiley

Per chi volesse buttare un'occhiata http://www.roland.it/products/hp603/specifications/ Shocked
  
Back to top
 
IP Logged
 
ibachnew
New Member
*
Offline


ex Ibach13

Posts: 18
Location: Torino [Italy]
Joined: 18. Apr 2016
Gender: Male
Re: Consigli acquisto pianoforte digitale di qualità
Reply #10 - 22. Jun 2016 at 14:19
Print Post Print Post  
Ceccoclat wrote on 06. Mar 2016 at 15:30:
Buongiorno a tutti,
prossimamente mi trasferirò in un condominio, e per motivi logistici non potrò portarmi appresso il mio amato pianoforte.
....
PS. Per capirci, vorrei che lo strumento sia all'altezza dei capolavori di Liszt


vista la premessa e secondo la diceria che quelli erano gli unici pianoforti che reggevano alla mano dell’ungherese in questione direi che l’unica soluzione e’ un Boesendorfer silenziato [verticale o coda] …

scherzi a parte bisoognerebbe sapere quali sono esattamente i problemi logistici e il tuo goal
problemi di spazi e “rumore” o solo “rumore”?
hai bisogno di trasportabilita’ o  spostabilita’?
e cosa ci farai:
sara’ il tuo quasi unico strumento per un periodo per ora indefinito o passerai dal digitale al normale con una certa frequenza?

i Roland su cui hai posato l’occhio sono sui 2000 EUR [603] e 2500 [605]
altoparlanti e ampli migliori sono senz’altro un vantaggio se ascoltano anche altri se invece ascolti quasi solo tu meglio 603+cuffia di qualita’
alla lunga cmq solo-cuffia puo’ essere pesante …

la mia esperienza, gia’ riportata in precedenza, di tastiera discreta [Roland FP7] usta in settimana e coda usato in we e’ stata MOLTO deludente: i pezzi che sul digitale sembravano ok sul coda era quasi come se li dovessi ricominciare da capo!

qualora nella nuova casa tu abbia spazio per il tuo attuale pianoforte, hai provato a considerare il silenziamento dello stesso con sistema tipo QuietTime-PianoDisc? con questo mi trovo molto bene
il budget dovrebbe essere circa quello del Roland 603

in ogni caso tieni presente che anche solo l’azionamento della meccanica di un pianoforte/tastiera muta produce rumore e puo’ disturbare vicini molto “sensibili”

  
Back to top
 
IP Logged