Normal Topic Restauro estetico Kawai 1973 (Read 1158 times)
formarco
Full Member
***
Offline


Il pianoforte è lo strumento
più bello del mondo!

Posts: 212
Joined: 01. Dec 2008
Gender: Male
Restauro estetico Kawai 1973
05. Sep 2016 at 13:03
Print Post Print Post  
Buongiorno a tutti!
Ho portato a casa oggi un kawai ce7 del 1973
Mi è piaciuto il suono e anche la meccanica... oltre che il prezzo...  Cool
Purtroppo il vecchio (e unico) proprietario, aveva tentato una verniciatura... e lasciando anche perdere che può piacere o non piacere... La stessa è venuta via in gran parte...
La panchetta (originale) l'ho sistemata... Purtroppo anche qui... il top deve essere stato cambiato perchè era impiallacciato e non è venuto bene come il resto... Ma pazienza... porta la sua storia con se ed è venuto comunque benino Wink
Il piano vorrei sistemarlo... Ho sentito il fornitore di materiali da laboratorio per i restauri di zona e mi ha detto che devo mettermi l'anima in pace e andare di carta vetrata... Io avrei voluto trovare un solvente sverniciante piuttosto...
Che ne pensate? avreste qualche consiglio da darmi? Non è il mio lavoro ma spesso mi avventuro in lavori simili... Questo è il primo su un piano... e mi dispiacerebbe fare peggio del mio predecessore...  Undecided

Ecco qua qualche foto... della panchetta rimessa più o meno a nuovo... e del piano che fino a questo momento ho ripulito per bene dentro... Smontato tutto tutto... anche i tasti uno per uno... e mi trovo con questo "mobile" che non rende giustizia all'anima del resto  Tongue

https://www.dropbox.com/s/0q5jd5vykvuq4p0/DSC_2730.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/f4v1x4xieey0vqn/DSC_2731.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/6nlt449d0oy4x70/DSC_2733.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/cop7vw1wcgztxk9/DSC_2734.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/sh/acstwfzs0n5thoj/AAAGn9A5JE6YNJeMmUrfZrNja?dl=0
https://www.dropbox.com/sh/acstwfzs0n5thoj/AAAGn9A5JE6YNJeMmUrfZrNja?dl=0
https://www.dropbox.com/s/f47hdqguoowbl5j/DSC_2737.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/ja44uqhxsl3wn6y/DSC_2738.jpg?dl=0
Grazie!
A presto
Marco
  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3186
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #1 - 05. Sep 2016 at 19:41
Print Post Print Post  
Esistono gli sverniciatori, aiutano a sciogliere la vernice ma ha senso usarlo se devi riportarlo al legno. Qui basterebbe grattare il lucido, stuccare e usare il vecchio fondo come mordente. Così facendo potresti addirittura divertirti a rifinirlo a con la lacca a tampone (ti assicuro che attacca e non rigetta) oppure sempre con vernici poliuretaniche.

Dipende da cosa vuoi fare, di sicuro devi smontare tutte le cerniere e pulirle.
  
Back to top
 
IP Logged
 
formarco
Full Member
***
Offline


Il pianoforte è lo strumento
più bello del mondo!

Posts: 212
Joined: 01. Dec 2008
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #2 - 06. Sep 2016 at 04:41
Print Post Print Post  
Grazie ^Fra^!

Allora l'idea era proprio di riportarlo al legno... se poi si tratta di smontare tutto, lo davo già per scontato, non c'è alcun problema...

Rifinirlo con la lacca a tampone sarebbe un plus mica da poco e lo farei molto volentieri... nessuna paura di faticare  Wink

A questo punto, saresti così gentile da dirmi di preciso i prodotti e attrezzature di cui avrei bisogno?

Grazie ancora!
  
Back to top
 
IP Logged
 
formarco
Full Member
***
Offline


Il pianoforte è lo strumento
più bello del mondo!

Posts: 212
Joined: 01. Dec 2008
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #3 - 22. Sep 2016 at 10:34
Print Post Print Post  
eccomi... Ciao a tutti!
Finito il lavoro... con qualche cambio di direzione.
sicuramente i puristi storceranno il naso... Lapidatemi pure.. Ho le spalle larghe e sono sereno su quanto fatto  Cool ma accetto volentierissimo critiche costruttive ed eventuali consigli per migliorare la situazione.

Dopo essermi ben documentato sulla gommalacca... ed aver anche trovato quel che mi serviva, ho cambiato il mio intento... Fondamentalmente perchè volevo avere una finitura più grezza, mantenere i segni del tempo ed avere un risultato opaco...
Quindi presso un ex falegname (inteso come vecchia scuola) mi sono fatto istruire e aiutare per la scelta...

Quindi ho iniziato a togliere tutta la vernice che era stata malamente data... senza alcun rispetto... Addirittura ci avevano coperto la cerniera del copri tastiera... posso dire che quella è stata la parte più dura da riportare a nuovo... Però alla fine è venuta...
quindi con ordine..
Tutte le parti in lego smontabili le ho tolte... smontato le cerniere e messe da parte...
Levigato tutto con una levigatrice a vibrazioni, partendo da carta 180 fino ad arrivare alla 320... per poi passare alla 500, 800 ed infine alla lana d'acciaio "0000"
Sono emersi dei vecchi lavori/ritocchi... che ho provveduto ad eliminare...
con la stessa lana, al bisogno, ho ripassato dopo ogni mano di prodotto...
ho usato un umpregnante all'acqua (noce), diluito un po' di volta in volta... dato a pennello, 2 o 3 mani al bisogno cercando di lasciare le striature del pennello ben ordinate e costanti
dopo l'inpregnante ho dato una finitura satinata, sempre all'acqua, sempre 2 o 3 mani al bisogno levigando dove necessario con la lana...

il risultato cromatico è, a mio gusto molto soddisfacente... la regolarità forse un po' meno... ma comunque soddisfacente.

Qualche problema intorno alla scritta in rilievo sotto il copritastiera che ho dovuto ripulire/levigare dopo la verniciatura...

cerniere pulite con blocchetto e carta 500/800, finito con la solita lana ed per finire con spazzola rotativa a setole lunghe di ottone per la lucidatura..
Purtroppo non tutte le cerniere sono risultate uguali... Alcune le riprenderò in mano...

Finito il lavoro sul mobile e rimontato, è finalmetne arrivato il momento di chiamare il tecnico...

Confermato il buon lavoro fatto nel rispetto dello "strumento"... ma soprattutto la salubrità dello stesso e della meccanica e delle caviglie. E' stato trattato con i guanti finchè non è stato abbandonato nel dimenticatoio... ma fortunatamente non dovrebbero esserci problemi a riportarlo del tutto in vita... Intanto ora suona bene... un po' scuro... ma è pienamente di mio gusto.

Al momento dell'accordatura era sotto di mezzo tono... l'abbiamo accordato a 435... soddisfacente il risultato... valuteremo tra qualche settimana se scendere a 432 o cercare di salire... io sarei per la prima ipotesi  Wink

Problemini riscontrati, ma non sistemati in questo intervento ma posticipati alla prossima occasione: alcuni martelli non impattano completamente bene le corte nel registro centrale, 1 o 2 corde del registro basso andrebbero ritorte perchè suonano leggermente meno delle colleghe... un paio di tasti da allineare... e una leggerissima aria di gioco negli spingitori da ridurre

Direi niente di stratosferico... ha bisogno di cure... Ma è sano...

Una preoccupazione del tecnico è stata la rottura delle corde... Io non so giudicare se eccessiva o giusta...
le corde sono naturalmente opache, tranne la parte in concomitanza degli smorzatori ma il suono non è affatto male.. ne ho sentite di molto peggio  Roll Eyes

Ecco qualche scatto.
Ciao!
https://www.dropbox.com/s/nz98i4rio0wq11x/20160910_153742.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/q4vgv4owbna43gz/20160909_141713.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/ci2z5eadjkx7cz2/20160909_163624.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/7vcg5vygwzq28it/20160910_073945.jpg?dl=0
https://www.dropbox.com/s/ilyjvkgjft9tecy/DSC_2808.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/otb7emhd11aa85c/DSC_2809.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/iplovbt46444l4g/DSC_2806.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/90vhgmhxotj8x22/DSC_2805.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/nu1tr4z34vl29ly/DSC_2807.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/h5soltsjzr5i426/DSC_2811.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/bp7gjmz6tvxmkxi/DSC_2812.JPG?dl=0
https://www.dropbox.com/s/vt1b4qjt4q5lgxl/DSC_2813.JPG?dl=0

  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3186
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #4 - 22. Sep 2016 at 15:03
Print Post Print Post  
Direi che va bene così!
  
Back to top
 
IP Logged
 
formarco
Full Member
***
Offline


Il pianoforte è lo strumento
più bello del mondo!

Posts: 212
Joined: 01. Dec 2008
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #5 - 22. Sep 2016 at 17:34
Print Post Print Post  
Ok, non sono andato così male quindi come prima volta...  Cheesy

Ma il discorso corde... è cos'ì facile romperle? Ok, alla vista sono un po' ossidate... ma non mi sembrano così sorde...

La cosa mi spaventa...  Cry

  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3186
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #6 - 23. Sep 2016 at 04:12
Print Post Print Post  
Le corde intendi quelle basse? Ne hai rotta qualcuna mentre accordavi?
  
Back to top
 
IP Logged
 
formarco
Full Member
***
Offline


Il pianoforte è lo strumento
più bello del mondo!

Posts: 212
Joined: 01. Dec 2008
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #7 - 23. Sep 2016 at 07:30
Print Post Print Post  
Si, intendo quelle basse...
Non mi si è rotta mai nessuna corda in vita mia... Ma questo è il primo pianodorte un po' datato che ho... di solito acquistavo nuovo...
  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3186
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #8 - 23. Sep 2016 at 07:47
Print Post Print Post  
formarco wrote on 23. Sep 2016 at 07:30:
Si, intendo quelle basse...
Non mi si è rotta mai nessuna corda in vita mia... Ma questo è il primo pianodorte un po' datato che ho... di solito acquistavo nuovo...


bisogna andare con cautela, a volte l'acciaio è sfibrato e basta solo toccarle per farle saltare via, Capita anche se allenti la corda, per disarmare il piano, che questa salti. Questo nel caso di pianoforti vecchi. Altro caso è legato alla tensione, se si sono rotte subito prima dell'incrocio probabilmente sono un pò forzate e non puoi esagerare nel tirarle.

Faccio un esempio: Bluthner, Bosendorfer....a volte se sono anziani non è possibile portarli in tono senza rompere le corde....e quando si restaurano è necessario anche eseguire un ricalcolo per alleggerire il carico sulla caviglia...

  
Back to top
 
IP Logged
 
formarco
Full Member
***
Offline


Il pianoforte è lo strumento
più bello del mondo!

Posts: 212
Joined: 01. Dec 2008
Gender: Male
Re: Restauro estetico Kawai 1973
Reply #9 - 23. Sep 2016 at 08:05
Print Post Print Post  
Capito...
Allora... Per quanto riguarda le corde da ritorcere... è una cosa che non vorrei fare, dato anche la posizione delle stesse non particolarmente "clou". Quindi evitando il disarmo e non mirando a riportare il 440 o 442 che avevo sull'ultimo piano che ho posseduto, Spero di poter stare tranquillo... Almeno per un po...

Questo è un pianino da studio che è stato inserito, per tutta una serie di occasioni economico/logistiche/opportunistiche, nella nostra "sala giochi" ...
Ora il piccolo inizia scuola di pianoforte... e seguendo un programma serio di studi che affiancato al mio utilizzo, probabilmente potrà farci andare incontro a qualche problema... Ma magari non nel breve tempo...

E' mia intenzione scovare da qualche parte un mezza coda degno del nome da mettere in salotto... Cosicchè, avendo anche l'elettronico, questo verticalino possa rimanere come terza scelta e non tartassato particolarmente... se decideremo di tenerlo a lungo...

Vediamo intanto come tiene l'accordatura... Al momento, dopo essere stato fermo tanti anni, con un utilizzo di 1 oretta al giorno nemmeno troppo rispettosa... Non mi sembra si sia mosso di una virgola.... E questo mi fa ben sperare.
Il mese prossimo conto si sistemare i piccolo acciacchi della meccanica... e verso fine anno dare una sistemata all'accordatura... A quel punto, probabilmente, avremo la situazione chiara e decideremo come procedere!

Intanto ti ringrazio delle info preziose che mi hai dato  Wink

  
Back to top
 
IP Logged