Normal Topic Rahmin Bahrami: cosa ne pensate? (Read 656 times)
ing
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 8
Joined: 18. Sep 2009
Gender: Male
Rahmin Bahrami: cosa ne pensate?
06. Oct 2016 at 14:50
Print Post Print Post  
Ho visto, tempo fa, un servizio in TV dedicato a questo pianista, presentato come "il più grande interprete di Bach". Mi piacerebbe sentire un vostro parere.
  
Back to top
 
IP Logged
 
ALKAN
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 416
Joined: 31. Oct 2014
Gender: Male
Re: Rahmin Bahrami: cosa ne pensate?
Reply #1 - 06. Oct 2016 at 15:09
Print Post Print Post  
Avevo un CD delle sue variazioni goldberg e devo dire che mi piacevano parecchio.. ricordo un suono molto personale e particolarmente adeguato alla musica di Bach. Dal vivo mi aveva però deluso (aveva suonato un concerto di Bach con l'orchestra).
Direi che è un artista interessante, magari non dotato di particolare carisma e "spirito da palcoscenico", da cui deriva la discrepanza tra registrazioni e live, che hanno riscontrato anche altri pianisti di mia conoscenza.

I vari titoli "migliore" "più grande interprete" li lascio ai giornalisti e alla loro mitopoiesi, per Bahrami come per chiunque altro.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2565
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Rahmin Bahrami: cosa ne pensate?
Reply #2 - 07. Oct 2016 at 11:18
Print Post Print Post  
Gent.mi, ho sentito Ramin Bahrami in situazione “intima”, interpretava le suite francesi ed altro che ora non mi sovviene; ricordo una esecuzione molto convincente, sia come sonorità che stilisticamente.

Non ho altre esperienze in concerto.

Le escursioni televisive non fanno testo, a mio modesto parere.

Sul “più grande interprete di Bach", concordo assai con Alkan.

Come disse con grande senso della realtà Gould ad una domanda a dir poco “oscena” (da “Glenn Gould. No, non sono un eccentrico” Intervista di Dennis Braithwaite, pag. 29):

“D.B. – L’hanno definita un genio. E’ convinto di ciò e, se sì, quando se ne è reso conto?

G.G. – Ecco una domanda veramente ripugnante. Una parola come questa la prendo in considerazione solo con grande sospetto. Non mi sono mai abituato a usarla, meno che mai nei miei confronti, e molto raramente a proposito di qualcun altro. Quando, nonostante tutto, la utilizzo si tratta in genere di persone morte e sepolte da diversi lustri e quasi sempre di compositori. Non ricordo di aver mai applicato questo termine a un pianista […] Penso sia molto meglio, a questo proposito, limitarsi a termini più relativi.”

Ecco! Miei cari giornalisti: limitatevi “a termini più relativi”.

Per la "salute mentale" di tutti!

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1972
Joined: 04. Mar 2010
Re: Rahmin Bahrami: cosa ne pensate?
Reply #3 - 19. Oct 2016 at 11:16
Print Post Print Post  
Credo che il problema di questo pianista sia il fatto di essere stato sopravvalutato, spesso volutamente, da critici e addetti ai lavori.
E' un buon pianista che dedica la sua vita alla musica di Bach, con risultati talvolta ottimi (le variazioni Goldberg su cd per esempio) e apparizioni televisive mediocri.
A mio avviso le apparizioni televisive fanno testo in quanto dimostrano la capacità dell'interprete di adattarsi alle varie situazioni, altri pianisti invitati in trasmissioni televisive hanno dato ben altri risultati:
Barenboim per esempio... o Bollani...

Se lo avessero considerato per quello che era (uno dei tanti interpreti di Bach) si sarebbe fatto meno detrattori.

Personalmente trovo che alterni buone idee interpretative a clamorosi errori di fraseggio, talvolta manca del senso del contrappunto, tende a correrere...

https://youtu.be/0B048HD4MfE

credo che il tutto sia dovuto anche all'enorme responsabilità che gli è stata data dalle varie critiche di miglior interprete di Bach vivente...
si vede che tutto questo lo ha segnato psicologicamente, ha paura quando suona in pubblico, non è sicuro.

Allo stesso tempo però gli riconosco quanto meno il merito di cercare di divulgare la musica di Bach...

  
Back to top
 
IP Logged