Page Index Toggle Pages: [1] 2  Send Topic Send Topic Print Print
Very Hot Topic (More than 25 Replies) Pianoforte verticale a Roma (Read 2167 times)
Lamutya
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 7
Joined: 26. Jan 2017
Pianoforte verticale a Roma
01. Feb 2017 at 22:50
Print Post Print Post  
Buongiorno

Lancio un appello per essere aiutato nella difficile scelta del primo pianoforte.

Indirizzato verso il noleggio dalla scuola di mia figlia (con insistenza sul rivolgersi ad un determinato fornitore) ho rapidamente fatto due conti e capito che non era un grande consiglio quello che mi veniva dato.

Purtroppo io sono proprio digiuno di musica ma la vivo attraverso l'entusiasmo di mia figlia ed abbiamo calcolato un budget di 2mila euro per un piano verticale.

Un pianoforte che mantenga un ragionevole valore nel tempo ovvero che permetta ad una bambina di crescere "armonicamente" con lui e non sia una fregatura visti l'impegno economico richiesto e la mia inesperienza.

Da quel poco che ho capito leggendo nel forum sarebbe bene avesse la meccanica renner e che fosse più alto di 120 cm.
Ma qui mi fermo.

allego annuncio

http://www.subito.it/strumenti-musicali/toyo-napoli-189293653.htm

potrebbe valere la pena farlo arrivare a Roma da Napoli?

grazie a tutti

  
Back to top
 
IP Logged
 
giulio62
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 53
Joined: 24. Dec 2011
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #1 - 02. Feb 2017 at 07:51
Print Post Print Post  
Non saprei darti un consiglio preciso, ma vorrei semplicemente segnalarti un sito che a me è stato molto utile negli acquisti di carattere musicale (anche se non ho mai comprato un pianoforte acustico).
Il sito si chiama mercatino musicale e permette di vedere molte offerte su nuovo e sull'usato,  filtrate per fascia di prezzo e per zona geografica.
Tra l'altro, a Roma, mi sembra che ci sia molta scelta credo che anche quelli di circa 800 - 900 euro siano molto validi.

http://www.mercatinomusicale.com/ann/search.asp?kw=&rp=1&ct=12&ch=&mc=&gp=&st=&r...

La cifra di 2000 euro, credo che non sia bassa.
Penso che con questa cifra si possano comprare due pianoforti, uno acustico e uno digitale.
Quello digitale ha due vantaggi:
1) non ha necessità di accordatura. Se compri un piano acustico, ogni anno lo devi accordare. Il prezzo è di circa 200 euro, quindi in una decina di anni devi prevedere circa 2000 euro di accordatura. Ovviamente il piano digitale non necesssita di accordatura.
2) il piano digitale è possibile suonare in cuffia e quindi suonare in qualsiasi ora del giorno (e della notte) senza disturbare i vicini o i familiari.

Una possibilità sarebbe quindi quello di valutare di comprare due pianoforti usati, uno acustico e uno digitale,
prevedendo una spesa totale di circa 1500€ (60% della spesa per l'acustico e 40% per il digitale).
  
Back to top
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3187
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #2 - 02. Feb 2017 at 08:02
Print Post Print Post  
Mi orienterei su un prodotto come quello del link sotto, di buona qualità e facilmente rivendibile; e lo cercherei a Roma, o il più vicino possibile....onde evitare che il trasporto incida troppo, ovvero non più di 200/250 euro. il Toyo in foto per esempio è un tantino datato, probabilmente già riparato o rigenerato, e si trova a Napoli (non è lontanissimo, ma bisogna anche considerare gli spostamenti per la visione e la prova).


http://www.kijiji.it/annunci/strumenti-musicali/roma-annunci-centro-storico/pian...

oppure, sempre valido, anche un prodotto del genere:

http://www.subito.it/strumenti-musicali/pianoforte-verticale-schulze-pollman-126...


ovviamente tutti i prezzi si trattano dopo presa visione dello strumento, e nei limiti della decenza. Possibilmente.

Consiglio di non spingersi troppo sotto i 2000 euro verso pianoforti che potrebbero essere dei verticali non definitivi per qualità o caratteristiche costruttive, meglio spendere qualcosa in più per un prodotto di lunga prospettiva, che sia rivendibile e che possa essere compagno di studi fino all'acquisto di un eventuale coda.

Necessarie le foto sopra e sotto (parti interne, con antine rimosse) e un bel video con audio dove si premono tutti i tasti in fila, prima del mio benestare (se interessa ovviamente).

Buona ricerca.

  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1045
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #3 - 02. Feb 2017 at 13:25
Print Post Print Post  
Ti segnalo questo Schulze Pollman (mi arrivano tutte le occasioni del mercatino musicale per questa marca) , visto che l'utente non ha certo speso tempo nel dare dettagli e magari ne capisce anche poco, però prezzo marca e condizioni (se verificate) sono quantomeno da prendere in considerazione (800 €!!) . Se gli fai le foto Fra ti guida passo passo Wink

http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_schulze-pollmann-verticale_id5037446.html?...
  
Back to top
IP Logged
 
Lamutya
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 7
Joined: 26. Jan 2017
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #4 - 03. Feb 2017 at 19:19
Print Post Print Post  
Grazie per le risposte.

Per quanto riguarda la scelta del digitale confesso che essendo un patito di elettronica l'idea di un piano pesato "hi-tec"  Smiley era la mia prima scelta.

Tuttavia appena mi hanno spiegato il concetto di "sentire" le corde che vibrano mi sono convinto che si tratta proprio di due strumenti diversi. Cioè mentre un piano a coda e uno verticale sono in fondo nella stessa famiglia il digitale appartiene ad un'altra categoria di strumento.

Più la nostra vita viene condizionata da elettronica ed informatica più apprezzo la natura "analogica" dell'esistenza.

Digressioni a parte.

Grazie Fra per il consiglio provo ad informarmi settimana prossima
  
Back to top
 
IP Logged
 
Lamutya
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 7
Joined: 26. Jan 2017
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #5 - 03. Feb 2017 at 19:29
Print Post Print Post  
Grazie Pianozero

verifico subito il piano con prove audiovideo Smiley

  
Back to top
 
IP Logged
 
Massimo_F
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 39
Joined: 30. Jan 2012
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #6 - 14. Feb 2017 at 11:07
Print Post Print Post  
Lamutya wrote on 03. Feb 2017 at 19:29:
Grazie Pianozero

verifico subito il piano con prove audiovideo Smiley



Ciao io volevo vendere il mio Yamaha CLP 340 (http://usa.yamaha.com/products/musical-instruments/keyboards/digitalpianos/clp_s...).
comprato circa 3 anni fa e per vari problemi col lavoro usato pochissimo. Se ti interessa lo cedo per 900€. ho ancora gli imballi originali per cui il trasporto (al netto delle spese) non sarebbe un problema.
Se ti interessa mandami un pm che trovo il modo di mostrartelo e fartelo sentire via internet (io sono di Milano).

Ciao Massimo

ps lo cedo perchè vorrei ricominciare a suonare partendo da un acustico.


  
Back to top
 
IP Logged
 
FranzZ
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 3
Joined: 12. Feb 2017
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #7 - 14. Feb 2017 at 22:56
Print Post Print Post  
Ciao Lamutyia, io ti consiglierei senza dubbio un pianoforte acustico per varie ragioni fra cui appunto quella che hai citato, ovvero "sentire" fisicamente le vibrazioni del pianoforte. Se ti va di dare un'occhiata a questo articolo del mio blog, forse può esserti utile Smiley
https://www.mancusipianoforti.it/2017/02/09/acustico-e-digitale-a-confronto/

Riguardo al budget, con circa 2000 euro potresti orientarti su un buon verticale usato di costruzione europea o giapponese (ad esempio uno Yamaha U1 usato), a patto che non sia troppo datato. Ti consiglio questa breve lettura per farti un'idea: https://www.mancusipianoforti.it/2017/02/12/guida-all-acquisto-del-pianoforte-ac...

Spero di esserti stato utile
Ciao
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1045
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #8 - 20. Feb 2017 at 07:24
Print Post Print Post  
  
Back to top
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1149
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #9 - 28. Feb 2017 at 11:37
Print Post Print Post  

Ecco...

Hoffmann & kuhne


http://www.kijiji.it/annunci/strumenti-musicali/roma-annunci-marconi-colombo-lau...

dice fine anni '60, quasi mai usato. Non è un po' strano che sia stato restaurato un piano di quell'epoca?  Huh
  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1149
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #10 - 28. Feb 2017 at 11:42
Print Post Print Post  
  
Back to top
 
IP Logged
 
Lamutya
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 7
Joined: 26. Jan 2017
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #11 - 13. Mar 2017 at 19:01
Print Post Print Post  
Ciao a tutti

Vi ringrazio intanto per l'aiuto offerto ma purtroppo devo comunicarvi che mi sono arreso all'opzione digitale. Varie situazioni familiari mi hanno portato inesorabilmente ad una scelta di ripiego.

Oltre alla componente economica si è imposta la necessità della "privacy sonora" e soprattutto di diversi spostamenti di ambienti e domicilio.

I questo senso sono felice che almeno esista il digitale per comunque avvicinare mia figlia all'apprendimento musicale.

Continuerà a fare lezioni sul piano "vero" col maestro  e si allenerà su di uno yamaha ypd 163

Come consolazione posso dire di aver scoperto un pianoforte a coda messo a disposizione del pubblico nelle nostre vicinanze dove passiamo ogni volta che ci è possibile a riprendere il feeling con le corde.

Inutile dire che per quanto pulito e soddisfacente sia il digitale a casa ogni volta che suoniamo lo strumento a coda, quando vibra e risuona sotto le dita, rimaniamo stupiti dalla enorme gamma di diverse risposte che può dare al tocco.

Spero in futuro di poter affrontare l'impegno di un vero piano e  che mia figlia (ben consapevole della differenza) sviluppi egualmente la sensibilità e la passione.

Se può essere utile abbiamo scelto lo ypd 163 yamaha dopo varie prove e ci è sembrato nettamente migliore rispetto ad altri modelli e marche della stessa fascia di prezzo.

Un saluto a tutti.



  
Back to top
 
IP Logged
 
Lamutya
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 7
Joined: 26. Jan 2017
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #12 - 13. Mar 2017 at 19:26
Print Post Print Post  
Massimo_F wrote on 14. Feb 2017 at 11:07:
Lamutya wrote on 03. Feb 2017 at 19:29:
Grazie Pianozero

verifico subito il piano con prove audiovideo Smiley



Ciao io volevo vendere il mio Yamaha CLP 340 (http://usa.yamaha.com/products/musical-instruments/keyboards/digitalpianos/clp_s...).
comprato circa 3 anni fa e per vari problemi col lavoro usato pochissimo. Se ti interessa lo cedo per 900€. ho ancora gli imballi originali per cui il trasporto (al netto delle spese) non sarebbe un problema.
Se ti interessa mandami un pm che trovo il modo di mostrartelo e fartelo sentire via internet (io sono di Milano).

Ciao Massimo

ps lo cedo perchè vorrei ricominciare a suonare partendo da un acustico.




Ciao Massimo
scusami se non ti ho risposto ma come leggerai ho già optato per un'altra soluzione molto simile alla tua peraltro.

Grazie lo stesso.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Massimo_F
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 39
Joined: 30. Jan 2012
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #13 - 15. Mar 2017 at 10:32
Print Post Print Post  
Nessun problema, l'ho venduto Sabato scorso Cheesy ed ho comprato un bellissimo Steinway Essex EUP 123E del 2007!!, praticamente nuovo.
Ora devo solo aspettare un piao di settimane e poi lo faccio accordare, non vedo l'ora di sentire il suooonoooooo.

Ciao Massimo


ps. comunque l' Arius è una categoria inferiore rispetto ai Clavinova...
  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3187
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #14 - 15. Mar 2017 at 14:11
Print Post Print Post  
Massimo_F wrote on 15. Mar 2017 at 10:32:
Nessun problema, l'ho venduto Sabato scorso Cheesy ed ho comprato un bellissimo Steinway Essex EUP 123E del 2007!!, praticamente nuovo.
Ora devo solo aspettare un piao di settimane e poi lo faccio accordare, non vedo l'ora di sentire il suooonoooooo.

Ciao Massimo


ps. comunque l' Arius è una categoria inferiore rispetto ai Clavinova...



Ma alla fine si tratta di un Pearl River (Cinese). Spero che almeno costi poco visto che ormai tutti questi pianoforti cinesi o coreani sono chi più chi meno copie di modelli Steinway o di altri costruttori prestigiosi, pertanto la dicitura "designed by Steinway" non ha un grosso valore aggiunto, visto che i brevetti sono scaduti da tempo, visto che sul pianoforte ormai non c'è nulla da inventare e che tutti copiano.

Secondo me è solo una grande manovra commerciale.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Massimo_F
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 39
Joined: 30. Jan 2012
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #15 - 15. Mar 2017 at 15:51
Print Post Print Post  
^Fra^ wrote on 15. Mar 2017 at 14:11:
Massimo_F wrote on 15. Mar 2017 at 10:32:
Nessun problema, l'ho venduto Sabato scorso Cheesy ed ho comprato un bellissimo Steinway Essex EUP 123E del 2007!!, praticamente nuovo.
Ora devo solo aspettare un piao di settimane e poi lo faccio accordare, non vedo l'ora di sentire il suooonoooooo.

Ciao Massimo


ps. comunque l' Arius è una categoria inferiore rispetto ai Clavinova...



Ma alla fine si tratta di un Pearl River (Cinese). Spero che almeno costi poco visto che ormai tutti questi pianoforti cinesi o coreani sono chi più chi meno copie di modelli Steinway o di altri costruttori prestigiosi, pertanto la dicitura "designed by Steinway" non ha un grosso valore aggiunto, visto che i brevetti sono scaduti da tempo, visto che sul pianoforte ormai non c'è nulla da inventare e che tutti copiano.

Secondo me è solo una grande manovra commerciale.

----------------------
Fra, ti stimo sempre per le tue capacità tecniche e per la tua conoscenza del mondo pianistico, ma su sta storia delle "cinesate" proprio no. A me interessa poco dove viene assemblato il piano, quello che mi interessa è come lo assemblano, quali materiali vengono usati e la tecnologia costruttiva. Già qualche anno fa ti avevo risposto sullo stesso tema, ricordandoti che gli Apple li fanno in Cina e non mi sembra che qualcuno si lamenti della qualità.
Gli Essex vengono assemblati (diverso dal dire che sono costruiti) da Pearl River su licenza Steinway, ciò significa che materiale e progetti sono quelli della S&s. Io seguendoti da diversi anni mi sono fanno una certa cultura, ovviamente non come la tua, ma abbastanza (sei bravo nelle spiegazioni) dal verificare determinate "caratteristiche" costruttive, per valutarne bene la qualità.
Un esembio sono i feltri dei martelletti, che a differenza per esempio degli Yamaha serie U (quindi non una qualsiasi) hanno un doppio feltro (come nelle migliori meccaniche Renner), mentre gli altri no, usa corde Roslau, gli altri no, la tavola armonica è prima di "nervature e nodi" cosa che non capita con altre marche (a parità di prodotto si intende). e se vuoi continuo, non basarti solo sul dove vengono construiti, perchè al giorno d'oggi per contenere i costi le aziende si rivolgono la dove la manodopera costa meno che in Europa o USA, ma questo non significa che non siano in grado di lavorare bene. Apple dopo le dichiarazioni di Trump sta pensando di trasferire la produzione in USA, ovviamente sempre con la stessa azienda cinese, il cui problema sai qual'è ? non c'e' manodopera qualificata per produrre questi oggetti in USA.... fai tu.

Ciao e come sempre ti stimo Cheesy

ps. se vuoi ti mando qualche foto del piano
  
Back to top
 
IP Logged
 
Massimo_F
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 39
Joined: 30. Jan 2012
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #16 - 15. Mar 2017 at 16:32
Print Post Print Post  
dimenticavo, Pearl River ha acquisito il 90% delle azioni di Schimmel, il che significa che ha pieno accesso alle tecniche costruttive di una ottima azienda di pianoforti, pensi ancora che sia una cinesata ?.
Ciaooo
  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3187
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #17 - 15. Mar 2017 at 18:10
Print Post Print Post  
Sì certo mi riferivo solo al fatto che probabilmente, a quel punto, conviene acquistare un Pearl River piuttosto che pagare in più una scritta, la qualità degli assemblaggi sarà la medesima come anche quella dei materiali (ormai anche la Renner produce le componenti che vanno sui pianoforti cinesi "con martelliera tedesca" a Shanghai.

Mi interrogavo sulla differenza di prezzo, come minimo 4 mila euro a parità di altezza sul listino. Ne varrà la pena? Mah anche tra Boston e Kawai ballano più di 4000 euro a parità di verticale...eppure, un esperto, vede se apre l'antina che sono la stessa roba ...

Poi sulla qualità effettiva non so, quella la valuterai poi tu.

Ciao
  
Back to top
 
IP Logged
 
^Fra^
God Member
*****
Offline



Posts: 3187
Joined: 19. Nov 2009
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #18 - 15. Mar 2017 at 18:14
Print Post Print Post  
Eh si ti confermo Pearl Rover nuovo 122 4700 euro di listino nuovo, Essex 123 (non fanno più il 127) 7600 euro...
3000 euro per una scritta "designed by Steinway" perché di questo si tratta semplificando ai minimi termini.

Anzi non vorrei sbagliarmi ma il tuo è assemblato in Cina, ora hanno spostato anche Essex in Giappone ... forse...si vede che i giapponesi sono più bravini e costano ormai poco di più...

  
Back to top
 
IP Logged
 
Massimo_F
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 39
Joined: 30. Jan 2012
Gender: Male
Re: Pianoforte verticale a Roma
Reply #19 - 15. Mar 2017 at 19:38
Print Post Print Post  
^Fra^ wrote on 15. Mar 2017 at 18:14:
Eh si ti confermo Pearl Rover nuovo 122 4700 euro di listino nuovo, Essex 123 (non fanno più il 127) 7600 euro...
3000 euro per una scritta "designed by Steinway" perché di questo si tratta semplificando ai minimi termini.

Anzi non vorrei sbagliarmi ma il tuo è assemblato in Cina, ora hanno spostato anche Essex in Giappone ... forse...si vede che i giapponesi sono più bravini e costano ormai poco di più...


No Fra ti sbagli il piano che io ho pagato 3000 Euro, il primo compratore, nuovo lo ha pagato 5.700 euro.
No non credo convenga acquistare un Pearl River, per lo stesso motivo per il quale non ho acquistato uno Yamaha, non sono la stessa cosa (ti ho fatto alcuni esempi), perdonami se mi ripeto, ma non e'  perche'  vengono assemblati nella stessa azienda vuol dire che sono uguali, le specifiche le da Steinway non Pearl River, loro si limitano ad assemblarlo. Quando Pearl River assemblera'  utilizzando lo stesso materiale e le stesse tecniche presenti sull' Essex, allora si che ti daro' ragione al 100%, resta da vedere a che prezzo pero'  lo venderanno il PR  Smiley.

citazione wikipedia...
Yamaha[edit]
Yamaha formed a joint venture with Pearl River in 1995 to establish a factory to build pianos for the Chinese market. This factory is east of Guangzhou in an 'economic development zone,' approximately 35 miles from the Pearl River factory. This factory produced two models for the Pearl River Piano Group: the UP125M1 and the Ritmüller UP126R. Ritmüller brand pianos sport upgraded cabinetry, a different plate, upgraded felt and several different scale designs. Both product lines are marketed in the United States by retail piano stores. ..

e' il contrario Fra, sono i giapponesi che hanno spostato come vedi la produzione in Cina e non il contrario.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: [1] 2 
Send Topic Send Topic Print Print