Hot Topic (More than 10 Replies) Contrappunti per chitarra (Read 1146 times)
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Contrappunti per chitarra
21. Feb 2017 at 19:42
Print Post Print Post  








Oggi è uscita ufficialmente questa pubblicazione per le edizioni Ut Orpheus, si tratta di alcuni contrappunti per chitarra.
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1064
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #1 - 21. Feb 2017 at 21:09
Print Post Print Post  
Come ex chitarrista non posso non apprezzare!! alla fine in queste composizioni contemporanee sento molto sapore di Rinascimento, è possibile ?

Cosa s'intende per stile "antifonale"?
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #2 - 22. Feb 2017 at 12:10
Print Post Print Post  
Grazie per l'apprezzamento: si c'è un richiamo alla musica del rinascimento Smiley

Stile antifonale vuol dire che con la chitarra ho cercato di simulare la tecnica dei cori battenti alla veneziana (tipico della musica di Giovanni Gabrieli) alternando 2 voci nel registro grave a 2 voci nel registro acuto, quasi come se ci fossero degli echi.

  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1154
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #3 - 24. Feb 2017 at 10:04
Print Post Print Post  

Complimenti, Andrea  Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #4 - 24. Feb 2017 at 11:25
Print Post Print Post  
Gabri_BT wrote on 24. Feb 2017 at 10:04:
Complimenti, Andrea  Cheesy


Grazie mille Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 252
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #5 - 24. Feb 2017 at 16:52
Print Post Print Post  
composizioni graziose e garbate molto gradevoli, in particolare mi è piaciuta molto la fughetta!  Smiley Smiley Smiley

Applausi (virtuali) da un ex chitarrista!
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #6 - 24. Feb 2017 at 18:19
Print Post Print Post  
Grazie mille Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #7 - 27. Feb 2017 at 00:50
Print Post Print Post  
Gent.mo Andrea, mi unisco al coro di complimenti Smiley

Ho sempre apprezzato, come già ti dissi, la tua capacità di scrittura nei "campi" più vari: un vero ed autentico "artigiano" della composizione Roll Eyes

E non dico per mero complimento di circostanza, credimi!

Resto curioso, e credo forse altri utenti, di sapere riguardo a codesto tuo lavoro:

-incontro con interprete fece scaturire l'opera?
-già avevi in progetto scrivere per cotal istrumento?
-che stimoli, sonori e di scrittura, hai avuto dall' istrumento?

Grazie anticipatamente delle risposte e degli eventuali ulteriori chiarimenti.


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #8 - 27. Feb 2017 at 17:11
Print Post Print Post  
Essere definito:un vero ed autentico "artigiano" della composizione  è uno dei più bei complimenti che abbia mai ricevuto, ti ringrazio Smiley

Cercherò ora di rispondere alle tue curiosità:

1) L'idea di questo volume dedicato al contrappunto (nelle sue varie forme) per chitarra era già nata da tempo nella mente del M° Bonaguri (docente di chitarra al conservatorio di Bologna) che, dopo aver preso in visione alcuni miei lavori per chitarra ha deciso di commissionare a me  questa raccolta di 14 pezzi (a cui si aggiungono 4 pezzi del mio maestro di composizione Paolo Ugoletti).

2) avevo già composto alcuni lavori per chitarra in precedenza.

3) La chitarra è uno strumento che ha offerto alcuni stimoli di scrittura derivati per esempio dall'uso delle corde a vuoto come note perno e di risonanza e  dal poter suonare la stessa nota su corde differenti ottenendo sonorità diverse.
Allo stesso tempo questo strumento impone dei "vincoli" al compositore sia relativi alla possibilità di riuscire a tenere o meno certe note dell'intreccio polifonico sia dalla impossibilità di suonare certi accordi in determinate posizioni e spaziature.
Il vincolo (secondo la mia opinione) è un elemento che può stimolare la creatività: riuscire a comporre superando certe difficoltà di scrittura strumentale sommate alle difficoltà determinate dallo  scrivere polifonicamente richiede il vaglio di numerose possibili combinazioni e questo porta a poter trovare quelle più musicali .

In questo volume la chitarra è stata utilizzata in vario modo:

1)come strumento in cui la polifonia è data da unica voce che suggerisce più linee contrappuntistiche.

2) come strumento che può evocare la musica vocale (cosi come nelle intavolature per liuto).

3) come strumento in cui la rapida alternanza tra i registri può permettere di evocare la musica policorale veneziana del '500, simulando un brano a 2 cori composti da 2 voci ciascuno.

Aggiungo che, ritenendo il contrappunto l'essenza della musica colta occidentale, il comporre questa raccolta mi ha permesso di esplorare vari stili fino a giungere a un pezzo "fugato" in cui la polifonia costruita su accordi per quarte ricorda la musica di Hindemith.




  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1064
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #9 - 28. Feb 2017 at 07:17
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 27. Feb 2017 at 17:11:

Allo stesso tempo questo strumento impone dei "vincoli" al compositore sia relativi alla possibilità di riuscire a tenere o meno certe note dell'intreccio polifonico sia dalla impossibilità di suonare certi accordi in determinate posizioni e spaziature.
Il vincolo (secondo la mia opinione) è un elemento che può stimolare la creatività: riuscire a comporre superando certe difficoltà di scrittura strumentale sommate alle difficoltà determinate dallo  scrivere polifonicamente richiede il vaglio di numerose possibili combinazioni e questo porta a poter trovare quelle più musicali .






Una delle cose infatti che mi ha dato più soddisfazione passando dalla chitarra al pianoforte è la possibilità di usare il pedale. Spesso nella chitarra l'unica possibilità di tenere una nota cambiando liberamente posizione alla mano sinistra (cioè disimpegnando tutte le dita)  è suonare la corda a vuoto (a patto che non la si vada e riutilizzare ovviamente).

Per questo considero questo bellissimo strumento piuttosto limitato. L'altro motivo è che suona davvero a basso volume e quindi la dinamica è assolutamente sacrificata (anche qui grande goduria nel passare al piano!) . La vera difficoltà che deriva da queste due limitazioni  è ottenere suoni puliti, durevoli e sufficientemente udibili. Quindi il compositore abbia pietà del chitarrista Smiley
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #10 - 28. Feb 2017 at 11:01
Print Post Print Post  
Forse per me  invece è stato il contrario Smiley:
nel senso che, queste "limitazioni della chitarra", in realtà le ho utilizzate come risorse., soprattutto dovendo comporre in senso contrappuntistico.
Le corde a vuoto permettono di avere dei suoni più risonanti, e di conseguenza permettono di poter evidenziare certe note del discorso contrappuntistico.
E aver potuto comporre per questo strumento mi ha permesso di uscire da una logica "pianistica" e trovare nuove possibilità ed anche nuove disposizioni degli accordi a parti late.
Il problema dell'esiguo volume e di conseguenza delle limitate possibilità dinamiche, è risolvibile ragionando come se si suonasse su un organo o su un clavicembalo: le note da accentare non solo possono essere suonate più forti (una certa possibilità dinamiche c'è sulla chitarra a differenza del clavicembalo) ma possono essere evidenziate attraverso la durata, e articolate attraverso brevi ma significative "micro-articolazioni" e anche attraverso l'agogica.


  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #11 - 01. Mar 2017 at 22:45
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 27. Feb 2017 at 17:11:
Cercherò ora di rispondere alle tue curiosità:


Gent.mo Andrea, grazie delle risposte. Smiley

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1997
Joined: 04. Mar 2010
Re: Contrappunti per chitarra
Reply #12 - 02. Mar 2017 at 13:50
Print Post Print Post  
10dita wrote on 01. Mar 2017 at 22:45:
andreavezzoli wrote on 27. Feb 2017 at 17:11:
Cercherò ora di rispondere alle tue curiosità:


Gent.mo Andrea, grazie delle risposte. Smiley

Cordiali saluti


Di nulla! Smiley
  
Back to top
 
IP Logged