Normal Topic Pianoforte elettronico per bambino e... papà (Read 665 times)
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 209
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Pianoforte elettronico per bambino e... papà
08. Jun 2017 at 13:01
Print Post Print Post  
Salve, ecco una storia vera che potete aiutarmi a scrivere; argomento trito e ritrito, devo acquistare un pianoforte elettronico, ma...

Capitolo 1.
Millenni orsono iniziai a suonare tastiera; 3 anni dopo (causa passione Chopin) comprai un pianoforte elettronico  a mobiletto e coi tasti pesati, essendomi stato detto che sono "identici" a quelli "veri". Maestro nuovo: mi diceva che non affondo i tasti... che suonavo "come una femmina" (sic!). Effettivamente sentivo che i tasti pesati erano "plasticosi". Dietro suo consiglio comprai il mio Kawai acustico, dopo il quale il tocco migliorò sensibilmente. Non ho più avuto contatto con pianoforti elettronici, e sono passati 2 decenni. Comunque, smisi di suonare. Avevo iniziato tardi, e per di più con la tastiera e dovendo scegliere tra conservatorio (dove ero riuscito ad entrare...) e università optai, con dolore ma senza rimpianti, per la seconda.

Capitolo 2. (abbozzo, il resto da scrivere)
Mio figlio è neonato, ma vorrei farlo accostare alla musica, senza forzature. Non adesso adesso, ma diciamo a 3-4 anni. Vorrei comprare uno strumento elettronico nonostante la mia esperienza negativa, perché la tecnologia credo sia andata avanti e quello acustico lo avrà solo se vorrà suonare davvero (ipotetico capitolo 3). Se non lui, lo suonerò io, per cui non vorrei comprare un giocattolo, ma qualcosa che vada bene anche per un adulto (88 tasti).

Il piano è quello di dargli le prime lezioni (come fare? Non so, ho paura a pensarci! Consigli?), e poi con un maestro, se vorrà.
Vorrei qualcosa che sia abbastanza naturale. Poiché se è troppo leggero temo avrà problemi a passare su uno strumento acustico, come li ebbi io. E se non diventerà un virtuoso causa strumento sarebbe un vero peccato Cheesy

O forse sottovaluto i bambini? Ditemi voi, che tipo di tastiera dovrebbe avere? Leggerissima/leggera o anche più pesante, per "prepararlo alla vita"? Vorrei che lo strumento lo accompagni fino almeno all'adolescenza, anche considerando che se dovesse smettere da piccolo potrebbe ritentare da grande avendo già lo strumento a disposizione e didatticamente valido.

Del resto i bambini di una volta iniziavano sugli acustici direttamente, considerando ciò la tastiera potrebbe anche essere relativamente pesante ma essendo le mie solo deduzioni, chiedo alla vostra esperienza. Vostro figlio ha iniziato su un pianoforte acustico? Avete notato qualcosa di negativo in ciò?

Ah un'altra cosa, gli strumenti col piedistallo mi danno sensazione di instabilità e li scarto a priori, penso ad uno a mobiletto. Faccio male?
  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1154
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Pianoforte elettronico per bambino e... papà
Reply #1 - 10. Jun 2017 at 09:28
Print Post Print Post  

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Vorrei comprare uno strumento elettronico nonostante la mia esperienza negativa, perché la tecnologia credo sia andata avanti e quello acustico lo avrà solo se vorrà suonare davvero (ipotetico capitolo 3).

Vorrei qualcosa che sia abbastanza naturale. Poiché se è troppo leggero temo avrà problemi a passare su uno strumento acustico, come li ebbi io. E se non diventerà un virtuoso causa strumento sarebbe un vero peccato Cheesy


Ciao,

secondo me... ovviamente mia personalissima opinione (maturata nel mio ambito lavorativo)... i bambini hanno un'incredibile elasticità mentale e capacità di adattamento corporea almeno fino ai 13 - 14 anni. Dopodiché questa capacità andrà gradatamente scemando. Quindi... un bambino di 11 anni, ad esempio, passerà da un digitale ad un acustico senza grossi problemi. Più si è grandi e più il passaggio potrebbe essere "traumatico". Ovviamente ci sono variabili da soggetto a soggetto, ed il talento dell'individuo influisce parecchio  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1154
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Pianoforte elettronico per bambino e... papà
Reply #2 - 10. Jun 2017 at 09:43
Print Post Print Post  

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Del resto i bambini di una volta iniziavano sugli acustici direttamente, considerando ciò la tastiera potrebbe anche essere relativamente pesante ma essendo le mie solo deduzioni, chiedo alla vostra esperienza. Vostro figlio ha iniziato su un pianoforte acustico? Avete notato qualcosa di negativo in ciò?


Non vedo davvero quali controindicazioni ci possano essere nell'iniziare subito con un pianoforte acustico  Huh  ANZI... ma non c'è niente di più bello Cheesy : fare conoscere ai bimbi come funziona il meccanismo ed il suono di un vero strumento!!! Vedessi la mia bimba come curiosa quando l'accordatore apre il pianoforte  Cheesy
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Pianoforte elettronico per bambino e... papà
Reply #3 - 11. Jun 2017 at 21:11
Print Post Print Post  
Gent.mo, posso dir che son assai in accordo con quanto scritto dalla Soave Gabri.
Or provo a dar mia personalissima opinione: sempre meglio specificar in codesto campo “minato”!

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Capitolo 1.
Millenni orsono iniziai a suonare tastiera; 3 anni dopo (causa passione Chopin) comprai un pianoforte elettronico  a mobiletto e coi tasti pesati, essendomi stato detto che sono "identici" a quelli "veri". 

Ma chi osò darti tal informazione Shocked Huh
Mi taccio per non trascendere Lips Sealed  Angry

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Maestro nuovo: mi diceva che non affondo i tasti... che suonavo "come una femmina" (sic!).

Anche qui m’auto censuro per non arri-trascendere Angry
Vorrei dir al Maestro “novo” de un tempo: ma che cavolo dici Tongue

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Comunque, smisi di suonare. Avevo iniziato tardi, e per di più con la tastiera e dovendo scegliere tra conservatorio (dove ero riuscito ad entrare...) e università optai, con dolore ma senza rimpianti, per la seconda.

Beh, Gent.mo, non credo che iniziar tardi o con tastiera sia elemento discriminante in assoluto per un proseguimento studi nel mitico Istituto.
Posso dir (quasi parafrasando il tuo scritto): pur io entrai nel mitico, e con dolore e poi rimpianti arrivai alla fine! Ma questa è tutt’altra storia, come si suol dir.

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Vorrei comprare uno strumento elettronico nonostante la mia esperienza negativa, perché la tecnologia credo sia andata avanti e quello acustico lo avrà solo se vorrà suonare davvero 

Se permetti, trovo leggermente contraddittoria codesta tua affermazione Huh
Lascia pur che la tecnologia sia andata avanti, ma non credo a tal punto da poter affermar che (riprendo frammento dal tuo scritto): sono (quasi!) "identici" a quelli "veri".
Detto ciò, posso dir che l’uso del digitale in fase iniziale non inficia eventual proseguimento studio “serio” dello istrumento.
Ed ho elementi concreti, eccezion pur, per affermar ciò Smiley

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Il piano è quello di dargli le prime lezioni (come fare? Non so, ho paura a pensarci! Consigli?), e poi con un maestro, se vorrà.

Eh! Mio Gentilissimo, qui tocchi un tasto delicatissimo!
Diciamo che la scelta del Maestro si rileva dato essenziale ed oserei dir fondamentale. Ovviamente: talento escludendo.

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Vorrei qualcosa che sia abbastanza naturale. Poiché se è troppo leggero temo avrà problemi a passare su uno strumento acustico, come li ebbi io.

“Naturale” Undecided Ovvero Huh
Onestamente non credo il discrimine fondamentale sia: leggero o pesante.
Metterei l’accento più sul termine: meccanismo.

Io iniziai, essendo (ti cito!) “bambino di una volta”, su un verticalone scassone con tasti in avorio che se staccavano ad ogni “botta”! Mollaccione come non mai! Accordatura…meglio non dir Lips Sealed Tongue
Il mio povero babbo di più non poteva darmi: gli son grato ugualmente Smiley Lo ringrazio, particolarmente, per avermi dato una cosa importante: una passione Roll Eyes Grazie Babbo!

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Vostro figlio ha iniziato su un pianoforte acustico? Avete notato qualcosa di negativo in ciò?

Purtroppo qui non posso dir nulla: non ho figli!

Ma la Gentil et Pregiatissima Gabri ti ha risposto con precisione e dovizia di particolari: grazie Gabri Roll Eyes Smiley

F. Franciszek Esperanto wrote on 08. Jun 2017 at 13:01:
Ah un'altra cosa, gli strumenti col piedistallo mi danno sensazione di instabilità e li scarto a priori, penso ad uno a mobiletto. Faccio male?

Qui non dubbio ho: mobiletto certamente Smiley Smiley
Piedistallo et simili aggeggi son certo instabili, non atti alla bisogna: evitare assolutamente.

Che dir infine!?

Tanti auguri al tuo Pargolo!
E...che sia una grande passione: ciò conta Smiley

Cordiali saluti





  
Back to top
 
IP Logged
 
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 209
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Re: Pianoforte elettronico per bambino e... papà
Reply #4 - 13. Jun 2017 at 08:14
Print Post Print Post  
Innanzitutto grazie a tutti per le risposte esaustive, credo che potrò comprare uno strumento il più possibile "per adulti" con la coscienza a posto, senza il pensiero di fare una scelta (solo) egoistica.

10dita wrote on 11. Jun 2017 at 21:11:
Onestamente non credo il discrimine fondamentale sia: leggero o pesante.
Metterei l’accento più sul termine: meccanismo.


Per la tecnologia che è andata avanti intendevo proprio quei finti martelletti che mettono dentro i pianoforti elettronici, al posto degli ingranaggi che suppongo avesse il mio "plasticoso". Aggiungo che dal giorno dello scambio col pianoforte acustico (comprai l'acustico e barattai il digitale in cambio di uno sconto) non ho mai più visto/toccato pianoforti digitali e non sono aggiornato sul tema. Il video con la meccanica coi finti martelletti che ho visto ultimamente, l'avorio sintetico ecc. me li ha fatti rivalutare. Dovrò comunque provarne un poco in negozio per decidere.

Poi i soliti motivi di vicinato ma anche di "manutenzione". Il mio ex accordatore (e poi anche venditore), parlando di strumenti usati mi disse qualcosa del tipo: il pianoforte deve essere accordato ma anche suo-na-to, perché è vivo.
Per chi suona sempre è naturale accordare lo strumento, ma non so il destino che il pargolo riserverà al suo. Se dimostrerà interesse, un giorno l'acustico credo che sarà più che auspicabile.

10dita wrote on 11. Jun 2017 at 21:11:
Purtroppo qui non posso dir nulla: non ho figli!

La parte più difficile e delicata è trovare la persona adatta con cui farli (e crescerli) Smiley poi ci sono altre "cosette" da sistemare nella vita, ma il consiglio è, per chi può, di farne almeno un paio e non aspettare troppo.
È come avere un giocattolo nuovo in casa ma attenzione: estremamente esigente.
A proposito di giocattoli, quelli del mio pargolo hanno spesso melodie classiche e barocche, da mesi ormai le sento e mi hanno fatto rivenire una voglia di suonare!... ed eccomi qua  Wink
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2612
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Pianoforte elettronico per bambino e... papà
Reply #5 - 20. Jun 2017 at 00:01
Print Post Print Post  
Gent.mo, direi che hai fatto delle giuste e valide riflessioni Smiley

F. Franciszek Esperanto wrote on 13. Jun 2017 at 08:14:
10dita wrote on 11. Jun 2017 at 21:11:
Purtroppo qui non posso dir nulla: non ho figli!

La parte più difficile e delicata è trovare la persona adatta con cui farli (e crescerli) Smiley poi ci sono altre "cosette" da sistemare nella vita, ma il consiglio è, per chi può, di farne almeno un paio e non aspettare troppo.

Giuste e sagge parole le tue Smiley
In linea con quanto ho sempre pensato, particolarmente su ciò

E poi, parere personalissimo, credo sia un diritto del pargolo aver un papà e una mamma, e non un "nonno-papà" ed una "nonna-mamma"  Cheesy

E a cotal riguardo credo proprio d'esser fuori tempo massimo Sad

"La persona adatta" è arrivata troppo tardi nella mia vita!

Potrei dir:

"Sarebbe stato bello incontrarci prima... Anche di un giorno, sì.Roll Eyes

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1064
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Pianoforte elettronico per bambino e... papà
Reply #6 - 20. Jun 2017 at 06:24
Print Post Print Post  
10dita wrote on 11. Jun 2017 at 21:11:
Il mio povero babbo di più non poteva darmi: gli son grato ugualmente Smiley Lo ringrazio, particolarmente, per avermi dato una cosa importante: una passione Roll Eyes Grazie Babbo!




Bellissima questa cosa, mi ha commosso. Ci saremmo persi delle belle monellerie.

Nel mio piccolo ho cercato di mettere a disposizione gli strumenti a mia figlia. Abbiamo un digitale e da un annetto anche un acustico sul quale è un po' pesante devo dire. L'acustico è molto più difficile da suonare. Lo vedo su di me che sul digitale in certi passaggi veloci volo mentre sull'acustico a volte arranco. Ma dà molta più soddisfazione perché i suoni sono tutti suoni e mai simulacri di suoni a volte impossibili da mettere in risalto. In altre parole le possibilità dinamiche sono infinitamente superiori.

Ho provato a fare prendere lezioni a mia figlia (11 anni) ma è refrattaria (deve essere una cosa di famiglia) dice che le vuole da me ... ma io non sono un maestro nemmeno a livello elementare  e non so suonare tra l'altro (piccolo particolare). Comunque ha secondo me una ottima predisposizione. Si mette lì e ad orecchio suona delle cose che io mi sarei sognato (mano destra e sinistra). Ora fa un pezzo che le ho chiesto di insegnarmi Cheesy
Che dire... la osservo e spero che nel tempo le prenda la vera passione quella che la metta sulla strada di imparare seriamente. Prima che diventi nonna spero. Di sicuro ormai non diventa concertista.

  
Back to top
IP Logged