Normal Topic Il pianoforte ideale per forgiarsi la tecnica (Read 233 times)
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 207
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Il pianoforte ideale per forgiarsi la tecnica
27. Jul 2017 at 11:32
Print Post Print Post  
Quali caratteristiche di un pianoforte influiscono positivamente o negativamente sulla tecnica dello studente?

Ogni pianista studia su un pianoforte (in genere a muro) per poi passare a quelli a coda. Mi chiedo come questo strumento lo influenzi nella formazione.

Il mio ex maestro (buon pianista) aveva ancora in casa il suo vecchio e modesto pf a muro. Mi raccontò che era della sorella maggiore, ma notarono che a 9 anni ci si sedeva lui e lo fecero studiare con risultati ottimi - non è Pollini, ma ha la fama di essere uno dei migliori pianisti della zona.

Ho premuto qualche tasto mentre mi raccontava come iniziò a suonare, e ho notato quanto fosse leggera la tastiera: più di quella del pianoforte a mezza coda che aveva nella stessa stanza.

Ripensandoci, mi chiedo se il fatto di avere un pf così leggero lo abbia aiutato negli studi, essendo più facile effettuare dei passaggi, imparare i pezzi e facendolo sentire più sicuro di sé; oppure il contrario, abbia influito negativamente sulla sua tecnica.

La mia esperienza (che in parte ho raccontato nel forum) è che il pianoforte elettronico col quale ho iniziato mi faceva progredire più lentamente del Kawai che acquistai dopo. Il mio maestro mi diceva che non affondavo i tasti, cosa sparita quasi all'improvviso passando all'acustico. Però fare un trillo sui tasti del mio Kawai acustico era una fatica...

Dunque sorge spontanea la domanda: quali caratteristiche dovrebbe avere un pf da studio per un aspirante pianista (quindi non un pianista affermato che impara nuovi brani)? Per "farsi i muscoli" insomma.
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1995
Joined: 04. Mar 2010
Re: Il pianoforte ideale per forgiarsi la tecnica
Reply #1 - 28. Jul 2017 at 07:04
Print Post Print Post  
Cerco di risponderti in base alla mia esperienza personale passata su vari pianoforti, premetto che principalmente sono un compositore e il pianoforte per me è uno strumento usato principalmente per leggere le partiture e per comporre: in conservatorio ogni aula ha un pianoforte diverso dall'altro, non sempre si può utilizzare la stessa aula, a casa per motivi di spazio e di vicinato ho un pianoforte digitale, ho studiato clavicembalo come secondo strumento e suono l'organo in chiesa.

Questo passare da vari tipi di tastiere mi ha fatto capire come non esista il pianoforte ideale (al meno questo è il mio parere) esistono pianoforti da evitare che possono creare problemi "fisici" perchè o troppo duri, o con la meccanica da sistemare.
Invece il suonare su vari pianoforti diventa anche interessante perchè ognuno ha la sua caratteristica, ci sono pianoforti più adatti per un tipo di musica e altri più adatti a un altro.
La scelta del pianoforte dovrebbe essere fatta insieme all'insegnante, e al tipo di impostazione tecnica che vuole dare (esistono varie scuole painistiche: Russa, Napoletana...).
Ma a mio avviso la ricerca del pianoforte da studio non deve diventare un ossessione, a meno che uno non voglia fare il concertista (ti consiglio il libro "Glenn Gould e la ricerca del pianoforte perfetto").
  
Back to top
 
IP Logged
 
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 207
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Re: Il pianoforte ideale per forgiarsi la tecnica
Reply #2 - 28. Jul 2017 at 07:23
Print Post Print Post  
Grazie.
Interessante l'osservazione sulle scuole pianistiche... in cosa si differenziano?

Ricordo che il mio maestro, finito il conservatorio o poco prima, fu mandato a Napoli da un insegnante di cui non ricordo il nome per migliorare la tecnica e non è stato l'unico ad essere mandato a Napoli per lo stesso motivo (avete idea di chi possa essere tale maestro?).
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2610
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Il pianoforte ideale per forgiarsi la tecnica
Reply #3 - 28. Jul 2017 at 13:22
Print Post Print Post  
F. Franciszek Esperanto wrote on 28. Jul 2017 at 07:23:
Grazie.
Interessante l'osservazione sulle scuole pianistiche... in cosa si differenziano?

Gent.mi, la questione delle "scuole pianistiche" mi incuriosisce assai.

E appunto: "in cosa si differenziano?"  Huh

Per chi volesse puntualizzare, segnalo codesto thread ad hoc QUI


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
F. Franciszek Esperanto
Full Member
***
Offline


Esperanto sempre

Posts: 207
Joined: 10. Oct 2010
Gender: Male
Re: Il pianoforte ideale per forgiarsi la tecnica
Reply #4 - 30. Jul 2017 at 21:40
Print Post Print Post  
Dankon a tutt'e 10 (le dita)! Ed anche ad andreavezzoli
  
Back to top
 
IP Logged