Normal Topic Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire (Read 98 times)
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1047
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
12. Aug 2017 at 09:20
Print Post Print Post  

Ascolatando le diverse interpretazioni mi sono fatto prendere da un dubbio relativamente alla parte centrale. E' tutta una legatuta dall'inizio alla fine come sembrerebbe a prima vista guardando lo spartito o invece si deve scandire un po' di più?

Ecco due interpretazioni agli antipodi:

Legatissimo e tutto miscelato :
https://youtu.be/k-h3pI5JCp4 (Ashkenazy)

Meno legato e più scandito :
https://youtu.be/bGcEYALnk8s?t=11m23s (Arrau)

Mi accorgo che l'interpretazione da Arrau è molto più vicina a i risultato che ottengo da principiante del pezzo. Cioè non sapendolo ancora alla perfezione suono un po' nel suo stile (fatte le debitissime proporzioni) e  mi sembra più familiare . Ashkenazy invece fa un lavoro che  sembra molto più raffinato e studiato. Indubbiamente mi sembra superiore. Ma è solo una mia impressione?

Quale preferire come modello?

Ce ne sono alcune che ritenete insuperabili o comunque sulla via delle perfezione?
  
Back to top
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 251
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #1 - 18. Aug 2017 at 09:58
Print Post Print Post  

Hai perfettamente ragione: sono interpretazioni quasi opposte.

Come ascoltatore tra i due preferisco decisamente Ashkenazy!

Arrau è un grandissimo interprete, ma in questo pezzo trovo che i fraseggi, alcune accentuazioni, il trattamento delle pause e l'eccessivo (almeno secondo me) rallentato nella parte centrale e successiva ripresa, che giudico se non brusca almeno alquanto contrastata, non mi permette di entrare in sintonia con questo pezzo. Ammetto che l'esposizione è molto chiara, ma - forse sto "pignoleggiando" troppo - nemmeno l'acciaccatura della battuta18 mi piace... (de gustibus....)  Huh

Questo per l'ascolto... Per lo studio però penso che sia diverso, bisogna tenere conto anche del proprio modo di esprimersi e favorire un certo tipo d'interpretazione anche tenendo conto della propria tecnica e di cosa voler valorizzare nel pezzo.

Quando alcuni anni fa studiai il Clair del Lune presi come riferimento l'interpretazione di Ciccolini, di cui avevo il cd.
Ho trovata una registrazione su youtube, eccola:

https://www.youtube.com/watch?v=5O0jaG-w_rM

Mi sembra più vicina ad una certa visione "impressionista" del pezzo rispetto anche a quella di Ashkenazy... ma qui siamo nell'ambito dei gusti personali, naturalmente....  Undecided
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1047
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #2 - 19. Aug 2017 at 10:06
Print Post Print Post  

strimpella wrote on 18. Aug 2017 at 09:58:
Questo per l'ascolto... Per lo studio però penso che sia diverso, bisogna tenere conto anche del proprio modo di esprimersi e favorire un certo tipo d'interpretazione anche tenendo conto della propria tecnica e di cosa voler valorizzare nel pezzo.



Molto giusto questo concetto Strimpella. Mi hai fatto riflettere.

Bellissima anche l'interpretazione di Ciccolini! che con i francesi ci va a nozze.

Ma quella 'acciaccatura di cui parli si fa  facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra  che destra ? in altre  parole la notina suona da sola o insieme all'accordo della sinistra ? Arrau comunque effettivamente può essere preso ad esempio come primo step. Secondo me non gli piace il pezzo e lo ha fatto per inserirlo nella suite completa. Una tantum e di fretta. Troppo sciatto in effetti.

Girando in rete se ne trovano di belle anche da parte di sconosciuti c'è una lezione che mi sembra molto interessante anche se è di un americano (credo) ...  Grin

https://youtu.be/rctiWqWlhx0?t=2m01s
https://youtu.be/awqKHG_wYBU

dicono tutti che la parte difficile sia la centrale a me invece al momento e senza ancora aver approfondito troppo sembra l'introduzione e la prima pagina in generale.
  
Back to top
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 251
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #3 - yesterday at 15:53
Print Post Print Post  

pianozero wrote on 19. Aug 2017 at 10:06:
.......

Ma quella 'acciaccatura di cui parli si fa  facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra  che destra ? in altre  parole la notina suona da sola o insieme all'accordo della sinistra ?

........



Sono sempre stato un po' negato per il solfeggio, ma provo a risponderti.

Normalmente le notine di abbellimenti come le appoggiature e simili rubano il tempo alla nota cui si appoggiano, quindi quella successiva, anche perchè rubano parecchio tempo, anche metà del tempo della nota principale (per es. v. in Mozart K330 battute 17, 27 ecc.). La cosa è evidenziata dai tagli di valore sulla notina, in genere uno in più rispetto alla nota cui si appoggia (quindi: appoggiatura di 1/8 che si appoggia su ¼, le note si possono eseguire come fossero 2 da 1/8, oppure 1/16 che si appoggia su 1/8 sarebbero 2 da 1/16 e così via)... la scelta viene comunque lasciata al buon gusto dell'interprete...

Ma invece, l'acciaccatura (che ha anche una barretta trasversale, assente nell'appoggiatura) va eseguita il più velocemente possibile. Dovrebbe rubare il tempo alla nota cui si appoggia (quella successiva), ma l'interprete, a suo giudizio, potrebbe far durare di meno anche la nota precedente... in genere c'è più libertà... dipende da quale è secondo lui l'effetto più bello!

Ma sulla battuta 18 del Clair de Lune faccio una mia considerazione (spero non errata): il tempo è composto: 9/8; questo vuol dire che ogni battuta potrebbe essere suonata come formata da 3 battute da 3/8; quindi il ritmo sarebbe:
TA ta ta TA ta ta TA ta ta....

considerato che i primi 3 accordi sono da 1/8 si prendono i tempi 1 2 3, mentre l'ultimo accordo è di semiminime puntate e quindi prenderebbe i tempi 7 8 9; la duina centrale ha quindi i tempi 4 5 6.
Questo comporta due evidenze:
gli accenti sono sui tempi 1, 4 e 7
la duina centrale dura complessivamente come l'accordo puntato finale,
a questo punto l'acciaccatura è in tempo debole, quindi eviterei di rubare alla nota precedente (che è accentuata) ma sceglierei di rubare alla nota seguente... con voce sommessa per di più (tempo debole)... quindi il secondo accordo della duina si può fare con diteggiatura 1,3,5 della mano destra "insieme" all'accordo con diteggiatura 4,2,1 della sinistra e poi velocemente alzare il 5 della destra (mib), suonando subito il 4 sul reb.  Wink

spero che questa arzigogolata risposta sia corretta e ti sia utile...  Smiley se ho sbagliato correggetemi....
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2592
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #4 - Today at 01:45
Print Post Print Post  

Gent.mi, riguardo le esecuzioni sopra postate, secondo mio personalissimo parere, la interpretazione di Arrau è quella che mi convince meno, in particolare (come già evidenziato dal Gentil strimpella) la parte centrale (da batt. 27 [Un poco mosso>En animant] a batt. 41) la trovo eccessivamente "contenuta", mancante del climax.
Una lettura "intima" è sicuramente possibile, ma trovo deludente (e senza il sottile erotismo ch'io scorgo Roll Eyes) la mancanza del culmine.
Forse Arrau voleva dar una lettura "casta" del brano?

Su ciò:

pianozero wrote on 19. Aug 2017 at 10:06:
Ma quella 'acciaccatura di cui parli si fa  facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra  che destra ? in altre  parole la notina suona da sola o insieme all'accordo della sinistra ? 


"Teoria bruta": se la acciaccatura viene prima, allor prima del tutto ella vien Grin

Chiaro no!?  Cheesy

Mica tanto dirai tu Huh

Ma quante opzioni abbiamo?
Per pura curiosità proviamo ad elencare le possibili opzioni:

1-"la notina suona da sola", ergo: "facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra che    destra";

2-la notina (mib) suona insieme alle due mani e la nota acciaccata (reb) viene subito dopo [la M.D. suona insieme: REb-SIb-mib segue reb; la M.S. ovviamente suona l'accordo REb-SOLb-SIb con le note indicate prima della M.D.]] (qui un pignolo può alzar il dito e obiettare che così la notina diventa una appoggiatura Angry);

3-la notina (mib) suona insieme alla mano sinistra e il resto della mano destra (REb-SIb-REb) viene subito dopo.

Non vedo altre alternative Undecided Huh

Tra le opzioni indicate escluderei decisamente, per ovvie ragioni,  la 3° Smiley

La 1° e la 2° le prenderei in considerazione.

Personalmente opterei per la 2°, per una ragione soprattutto tecnico-pratica: acciaccare tutto l'accordo, sia concettualmente che mentalmente, non risulta agevole.

Particolarmente il movimento che ne deriva lo trovo più fluido, e se ben eseguito il risultato sonoro non farà percepire la acciaccatura come appoggiatura.

Chiaro che la scelta dovrà essere fatta dopo un po' di sperimentazioni: in base al gusto, la sensibilità, il fraseggio e la "intensità" espressiva che l'interprete vuol imprimere al passaggio.

Oggi al volo ho fatto le mie:



Non so se la pappardella di cui sopra è chiara Undecided
Scrivendo è facile esser verboso e prolisso Grin

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged