Page Index Toggle Pages: [1] 2  Send Topic Send Topic Print Print
Hot Topic (More than 10 Replies) Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire (Read 905 times)
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
12. Aug 2017 at 09:20
Print Post Print Post  

Ascolatando le diverse interpretazioni mi sono fatto prendere da un dubbio relativamente alla parte centrale. E' tutta una legatuta dall'inizio alla fine come sembrerebbe a prima vista guardando lo spartito o invece si deve scandire un po' di più?

Ecco due interpretazioni agli antipodi:

Legatissimo e tutto miscelato :
https://youtu.be/k-h3pI5JCp4 (Ashkenazy)

Meno legato e più scandito :
https://youtu.be/bGcEYALnk8s?t=11m23s (Arrau)

Mi accorgo che l'interpretazione da Arrau è molto più vicina a i risultato che ottengo da principiante del pezzo. Cioè non sapendolo ancora alla perfezione suono un po' nel suo stile (fatte le debitissime proporzioni) e  mi sembra più familiare . Ashkenazy invece fa un lavoro che  sembra molto più raffinato e studiato. Indubbiamente mi sembra superiore. Ma è solo una mia impressione?

Quale preferire come modello?

Ce ne sono alcune che ritenete insuperabili o comunque sulla via delle perfezione?
  
Back to top
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 252
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #1 - 18. Aug 2017 at 09:58
Print Post Print Post  

Hai perfettamente ragione: sono interpretazioni quasi opposte.

Come ascoltatore tra i due preferisco decisamente Ashkenazy!

Arrau è un grandissimo interprete, ma in questo pezzo trovo che i fraseggi, alcune accentuazioni, il trattamento delle pause e l'eccessivo (almeno secondo me) rallentato nella parte centrale e successiva ripresa, che giudico se non brusca almeno alquanto contrastata, non mi permette di entrare in sintonia con questo pezzo. Ammetto che l'esposizione è molto chiara, ma - forse sto "pignoleggiando" troppo - nemmeno l'acciaccatura della battuta18 mi piace... (de gustibus....)  Huh

Questo per l'ascolto... Per lo studio però penso che sia diverso, bisogna tenere conto anche del proprio modo di esprimersi e favorire un certo tipo d'interpretazione anche tenendo conto della propria tecnica e di cosa voler valorizzare nel pezzo.

Quando alcuni anni fa studiai il Clair del Lune presi come riferimento l'interpretazione di Ciccolini, di cui avevo il cd.
Ho trovata una registrazione su youtube, eccola:

https://www.youtube.com/watch?v=5O0jaG-w_rM

Mi sembra più vicina ad una certa visione "impressionista" del pezzo rispetto anche a quella di Ashkenazy... ma qui siamo nell'ambito dei gusti personali, naturalmente....  Undecided
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #2 - 19. Aug 2017 at 10:06
Print Post Print Post  

strimpella wrote on 18. Aug 2017 at 09:58:
Questo per l'ascolto... Per lo studio però penso che sia diverso, bisogna tenere conto anche del proprio modo di esprimersi e favorire un certo tipo d'interpretazione anche tenendo conto della propria tecnica e di cosa voler valorizzare nel pezzo.



Molto giusto questo concetto Strimpella. Mi hai fatto riflettere.

Bellissima anche l'interpretazione di Ciccolini! che con i francesi ci va a nozze.

Ma quella 'acciaccatura di cui parli si fa  facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra  che destra ? in altre  parole la notina suona da sola o insieme all'accordo della sinistra ? Arrau comunque effettivamente può essere preso ad esempio come primo step. Secondo me non gli piace il pezzo e lo ha fatto per inserirlo nella suite completa. Una tantum e di fretta. Troppo sciatto in effetti.

Girando in rete se ne trovano di belle anche da parte di sconosciuti c'è una lezione che mi sembra molto interessante anche se è di un americano (credo) ...  Grin

https://youtu.be/rctiWqWlhx0?t=2m01s
https://youtu.be/awqKHG_wYBU

dicono tutti che la parte difficile sia la centrale a me invece al momento e senza ancora aver approfondito troppo sembra l'introduzione e la prima pagina in generale.
  
Back to top
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 252
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #3 - 20. Aug 2017 at 15:53
Print Post Print Post  

pianozero wrote on 19. Aug 2017 at 10:06:
.......

Ma quella 'acciaccatura di cui parli si fa  facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra  che destra ? in altre  parole la notina suona da sola o insieme all'accordo della sinistra ?

........



Sono sempre stato un po' negato per il solfeggio, ma provo a risponderti.

Normalmente le notine di abbellimenti come le appoggiature e simili rubano il tempo alla nota cui si appoggiano, quindi quella successiva, anche perchè rubano parecchio tempo, anche metà del tempo della nota principale (per es. v. in Mozart K330 battute 17, 27 ecc.). La cosa è evidenziata dai tagli di valore sulla notina, in genere uno in più rispetto alla nota cui si appoggia (quindi: appoggiatura di 1/8 che si appoggia su ¼, le note si possono eseguire come fossero 2 da 1/8, oppure 1/16 che si appoggia su 1/8 sarebbero 2 da 1/16 e così via)... la scelta viene comunque lasciata al buon gusto dell'interprete...

Ma invece, l'acciaccatura (che ha anche una barretta trasversale, assente nell'appoggiatura) va eseguita il più velocemente possibile. Dovrebbe rubare il tempo alla nota cui si appoggia (quella successiva), ma l'interprete, a suo giudizio, potrebbe far durare di meno anche la nota precedente... in genere c'è più libertà... dipende da quale è secondo lui l'effetto più bello!

Ma sulla battuta 18 del Clair de Lune faccio una mia considerazione (spero non errata): il tempo è composto: 9/8; questo vuol dire che ogni battuta potrebbe essere suonata come formata da 3 battute da 3/8; quindi il ritmo sarebbe:
TA ta ta TA ta ta TA ta ta....

considerato che i primi 3 accordi sono da 1/8 si prendono i tempi 1 2 3, mentre l'ultimo accordo è di semiminime puntate e quindi prenderebbe i tempi 7 8 9; la duina centrale ha quindi i tempi 4 5 6.
Questo comporta due evidenze:
gli accenti sono sui tempi 1, 4 e 7
la duina centrale dura complessivamente come l'accordo puntato finale,
a questo punto l'acciaccatura è in tempo debole, quindi eviterei di rubare alla nota precedente (che è accentuata) ma sceglierei di rubare alla nota seguente... con voce sommessa per di più (tempo debole)... quindi il secondo accordo della duina si può fare con diteggiatura 1,3,5 della mano destra "insieme" all'accordo con diteggiatura 4,2,1 della sinistra e poi velocemente alzare il 5 della destra (mib), suonando subito il 4 sul reb.  Wink

spero che questa arzigogolata risposta sia corretta e ti sia utile...  Smiley se ho sbagliato correggetemi....
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2616
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #4 - 21. Aug 2017 at 01:45
Print Post Print Post  

Gent.mi, riguardo le esecuzioni sopra postate, secondo mio personalissimo parere, la interpretazione di Arrau è quella che mi convince meno, in particolare (come già evidenziato dal Gentil strimpella) la parte centrale (da batt. 27 [Un poco mosso>En animant] a batt. 41) la trovo eccessivamente "contenuta", mancante del climax.
Una lettura "intima" è sicuramente possibile, ma trovo deludente (e senza il sottile erotismo ch'io scorgo Roll Eyes) la mancanza del culmine.
Forse Arrau voleva dar una lettura "casta" del brano?

Su ciò:

pianozero wrote on 19. Aug 2017 at 10:06:
Ma quella 'acciaccatura di cui parli si fa  facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra  che destra ? in altre  parole la notina suona da sola o insieme all'accordo della sinistra ? 


"Teoria bruta": se la acciaccatura viene prima, allor prima del tutto ella vien Grin

Chiaro no!?  Cheesy

Mica tanto dirai tu Huh

Ma quante opzioni abbiamo?
Per pura curiosità proviamo ad elencare le possibili opzioni:

1-"la notina suona da sola", ergo: "facendo in modo che la notina anticipi sia mano sinistra che    destra";

2-la notina (mib) suona insieme alle due mani e la nota acciaccata (reb) viene subito dopo [la M.D. suona insieme: REb-SIb-mib segue reb; la M.S. ovviamente suona l'accordo REb-SOLb-SIb con le note indicate prima della M.D.]] (qui un pignolo può alzar il dito e obiettare che così la notina diventa una appoggiatura Angry);

3-la notina (mib) suona insieme alla mano sinistra e il resto della mano destra (REb-SIb-REb) viene subito dopo.

Non vedo altre alternative Undecided Huh

Tra le opzioni indicate escluderei decisamente, per ovvie ragioni,  la 3° Smiley

La 1° e la 2° le prenderei in considerazione.

Personalmente opterei per la 2°, per una ragione soprattutto tecnico-pratica: acciaccare tutto l'accordo, sia concettualmente che mentalmente, non risulta agevole.

Particolarmente il movimento che ne deriva lo trovo più fluido, e se ben eseguito il risultato sonoro non farà percepire la acciaccatura come appoggiatura.

Chiaro che la scelta dovrà essere fatta dopo un po' di sperimentazioni: in base al gusto, la sensibilità, il fraseggio e la "intensità" espressiva che l'interprete vuol imprimere al passaggio.

Oggi al volo ho fatto le mie:



Non so se la pappardella di cui sopra è chiara Undecided
Scrivendo è facile esser verboso e prolisso Grin

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #5 - 22. Aug 2017 at 11:53
Print Post Print Post  
Carissimi, mi sembra che con ragionamenti diversi  convergiate (prima e ultima volta che uso la seconda persona plurale di questo verbo al congiuntivo presente, lo prometto; è troppo brutto!) sulla stessa soluzione per quanto riguarda l'acciaccatura.

Ciò mi convince che è "la" soluzione. O almeno quella da perseguire. Naturalmente ma questo va da se... è la più difficile. In quanto richiederebbe una discreta forza del quarto dito che suona da solo poverino; e ciò per altro mentre la mano destra è già abbastanza protesa sull'ottava..

Viste le prove del chiarissimo (non chiaro quindi ma chiarissimo) 10 dita non resta che imitarlo e cercare una soluzione personale decente.
Io nella mi assoluta ignoranza mi ero inizialmente buttato sulla soluzione che egli scarta. Ovvero sinistra e notina insieme e poi accordo della destra.
Già leggendo quanto diceva Strimpella nel suo primo intervento mi sono presi dei dubbi. e ora  leggo che addirittura è proprio quella da scartare.
Sicché personalmente posso dire che non mi dispiace la soluzione numero 1!? Certo da provare e riprovare , ma forse questo cozza con quanto scrive Strimpella sulla debolazza del tempo che in quel modo appare quasi rafforzato?

Sudierò studieròòò.... Smiley

Intanto grazie infinite per le vostre risposte e per il video!

Su Arrau vedo che siamo tutti d'accordo. Inutile tornarci sopra.


Questo pezzo offre per me tante di quelle cose da imparare che non mancheranno altre domande.

Dico una cosa forse infantile ed ingenua. E' possibile che questo sia uno dei brani più belli in assoluto della storia della musica? Io tendo molto ad idealizzare ciò che studio e ad innamorarmi. Ma davvero qui... come nella "Fille" del resto, nel mettere una nota dopo l'altra lentamente, nel fare gli accordi ... bè... è droga pura.

Grazie a chi mi ha corretto il refuso nel titolo. Vedo la mano di una moderatrice silente?  Smiley
  
Back to top
IP Logged
 
Gabri_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1159
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #6 - 22. Aug 2017 at 21:02
Print Post Print Post  

pianozero wrote on 22. Aug 2017 at 11:53:
Grazie a chi mi ha corretto il refuso nel titolo. Vedo la mano di una moderatrice silente?  Smiley


Uh... speravo che non te ne accorgessi  Roll Eyes
À propos... a me è piaciuta l'interpretazione di Ashkenazy.
Baci e buono studio debussyniano  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2616
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #7 - 23. Aug 2017 at 14:11
Print Post Print Post  
pianozero wrote on 22. Aug 2017 at 11:53:
In quanto richiederebbe una discreta forza del quarto dito che suona da solo poverino; e ciò per altro mentre la mano destra è già abbastanza protesa sull'ottava..


Gent.mo, non son sicuro che il "poverino" sia da considerarsi attivo in cotal frangente Undecided

Credo si possa anche far una "furbatina"  Wink se non ho preso un abbaglio Grin

Per evitar la "mano destra protesa", quindi un poco rigidina, forse affidar il reb inferiore dell'accordo (reb-sib-reb) alla sinistra (che sonerà: reb-solb-sib-reb) può render più agevole eseguir la acciaccatura (che acciacca la voce superiore!), visto che la M.D. dovrà eseguir così sol un bicordo (sib-reb).

Ho fatto picciol experiment in tal senso:



pianozero wrote on 22. Aug 2017 at 11:53:
Sicché personalmente posso dire che non mi dispiace la soluzione numero 1!?  ma forse questo cozza con quanto scrive Strimpella sulla debolazza del tempo che in quel modo appare quasi rafforzato?


Mah, confesso che son dubbioso Huh
E non mi è del tutto chiaro lo scritto del Gentil Strimpella Undecided

Comunque, qui entra in gioco l'abilità dell'esecutor-interprete Smiley

pianozero wrote on 22. Aug 2017 at 11:53:
Dico una cosa forse infantile ed ingenua. E' possibile che questo sia uno dei brani più belli in assoluto della storia della musica?


Il brano è sicuramente molto affascinante: è facile innamorarsi di esso Roll Eyes

Ti seduce il "birbone" Smiley

Che il "seduttor" sia tra i "più belli in assoluto" non saprei Huh


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
strimpella
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 252
Location: Roma
Joined: 19. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #8 - 25. Aug 2017 at 09:02
Print Post Print Post  
Gentilissimo pianozero, non avevo intenzione di suscitare altri dubbi sul modo di eseguire la fatidica battuta 18... se l'ho fatto mi dispiace...  Embarrassed
Ho soltanto raccontato come ho risolto il mio problema tecnico e interpretativo... ho anche indicato come ogni interprete applichi agli “abbellimenti” il suo buon gusto affinchè siano abbellimenti e non "abbruttimenti"...  Grin

La diteggiatura che ho indicato me la consigliò la mia insegnante, in funzione della mia mano... poi ognuno deve trovarsi la diteggiatura più consona alla propria mano e a quello che vuole esprimere.

Va da sé che il quarto dito è particolarmente impe-dito  Huh rispetto alle altre dita, ma all'epoca con l'esercizio riuscii a fare una accettabile acciaccatura anche con la diteggiatura indicata, fermo restando che il consiglio di 10dita di utilizzare un'altra diteggiatura è senz'altro validissimo e lo condivido, se per te più comoda ed utile per ottenere il risultato desiderato.  Wink

Poi la mia personale preferenza a rubare in questo caso al tempo debole non vuole essere assertiva per tutti... serviva come esempio per indicare che quando l'interprete fa una scelta, qualunque sia, deve rendersi conto sia razionalmente che emotivamente del perchè l'ha effettuata... quindi il messaggio è che le scelte siano anche frutto di una ricerca motivata e non soltanto casuali o soltanto comode...  Undecided
  

sbagliando s'impara... forse...
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2008
Joined: 04. Mar 2010
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #9 - 30. Aug 2017 at 10:46
Print Post Print Post  
Topic interessante: ho ascoltato ora le due interpretazioni proposte.
Non riesco a scegliere tra le due, sono talmente diverse che mi è difficile dire quale preferisco.

Quella di Arrau mette in luce molto bene le note caratteristiche degli accordi (none, settime e le appoggiature) e fa sentire e 15:30 circa fa sentire bene il contrappunto presente.

Quella di Ashkenazy è incentrata di più sulla costruzione del timbro, su una unitarietà dell'armonia sottostante, creando una stratificazione di 2 eventi: la melodia e l'armonia.

  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #10 - 17. Sep 2017 at 11:01
Print Post Print Post  
10dita wrote on 23. Aug 2017 at 14:11:
Gent.mo, non son sicuro che il "poverino" sia da considerarsi attivo in cotal frangente Undecided

Credo si possa anche far una "furbatina"  Wink se non ho preso un abbaglio Grin

Per evitar la "mano destra protesa", quindi un poco rigidina, forse affidar il reb inferiore dell'accordo (reb-sib-reb) alla sinistra (che sonerà: reb-solb-sib-reb) può render più agevole eseguir la acciaccatura (che acciacca la voce superiore!), visto che la M.D. dovrà eseguir così sol un bicordo (sib-reb).

Ho fatto picciol experiment in tal senso:




Il brano è sicuramente molto affascinante: è facile innamorarsi di esso Roll Eyes

Ti seduce il "birbone" Smiley

Che il "seduttor" sia tra i "più belli in assoluto" non saprei Huh


Cordiali saluti



Naturalmente hai ragione e analizzando bene e con calma la cosa il quarto dito non ha niente da agitarsi. . Si abbassa tutta la mano e si fa l'accordo ed è la cosa più semplice. Questione di un po' d'esercizio Certo la furbatina (può tornare utile in altre occasioni, ad esempio penso a certi preludi di Chopin in cui addirittura impelle)  potrebbe aiutare ma ancora ce la faccio su una ottava! Dunque ho guardato numerose volte il prezioso video e alla fine la soluzione è quella di fare tutto come scritto con la nota che anticipa tutto l'accordo.... Bene bene.....


Bello è certo un aggettivo infantile e indefinibile. Resta il fatto che suonare questo brano veramente è esaltante per il povero studentello ignorantello.  Smiley


strimpella wrote on 25. Aug 2017 at 09:02:
Gentilissimo pianozero, non avevo intenzione di suscitare altri dubbi sul modo di eseguire la fatidica battuta 18... se l'ho fatto mi dispiace...  Embarrassed


....quindi il messaggio è che le scelte siano anche frutto di una ricerca motivata e non soltanto casuali o soltanto comode...  Undecided


ma figarati! Hai sollevato un tema interessante su un passaggio non banale  e per me è stata l'occasione per approfondire... Ad avercene di osservazioni come questa nel forum!

Sì, credo che poi alla fine si debba cercare una soluzione personale che sia funzionale a quanto di deve esprimere musicalmente e l'esperienza di chi ci è passato è rilevante come poi si è visto nello sviluppo della discussione!

andreavezzoli wrote on 30. Aug 2017 at 10:46:
Topic interessante: ho ascoltato ora le due interpretazioni proposte.
Non riesco a scegliere tra le due, sono talmente diverse che mi è difficile dire quale preferisco.

Quella di Arrau mette in luce molto bene le note caratteristiche degli accordi (none, settime e le appoggiature) e fa sentire e 15:30 circa fa sentire bene il contrappunto presente.

Quella di Ashkenazy è incentrata di più sulla costruzione del timbro, su una unitarietà dell'armonia sottostante, creando una stratificazione di 2 eventi: la melodia e l'armonia.




Davvero lieto che abbia trovato il soggetto interessante. Qui mi sembra che tu rivaluti l'esecuzione di Arrau per la sua estrema chiarezza. Il punto secondo me è se l'autore vuole questa chiarezza o al modo di un quadro di Monet si cerchi piuttosto l'effetto finale. Analisi del dettaglio o sguardo d'insieme? Ovvero secondo me la nitidezza in questo caso passa in secondo piano a vantaggio di un concetto d'insieme più grande. MA appunto ovviamente è tutto opinabile.



______________


Ora una domanda nuova di pacca ma assillante per me . Visto che comincia  a quagliare qualcosa che somiglia molto da lontano ad un brano di Debussy inserito nella Suite Bergamasca detto Chiaro di Luna-...

Un questione relativa alla dinamica ci sta... e quel Con Sordino iniziale mi assilla.

Ovvero ... sembra corretto iniziare col pedale sinistro abbassato, ma tale situazione deve perdurare per tutto il brano!? perché il buon Claude ci dice dove inserire il pedale ma poi più una parola che sia una in proposito ... va tolto prima o poi? dove? quando? Forse a metà della parte introduttiva ? All'inizio della seconda sezione... ?  ... Provando a tenerlo sempre a me sembra che funzioni, smussa le asperità di certi accordi molto ricchi ... ma mica sono sicuro...
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2008
Joined: 04. Mar 2010
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #11 - 18. Sep 2017 at 06:25
Print Post Print Post  
Questa credo sia un'eterna questione irrisolvibile: è più importante la definizione dei particolari (che non esclude una visione d'insieme data dalla somma e dal modo di definire questi particolari) oppure una visione complessiva in cui conta sopratutto la macro struttura?

Credo che la fortuna che noi abbiamo oggi è di avere e di aver avuto interpreti che di volta hanno scelto una o l'altra possibilità, facendoci vedere l'oggetto musicale da angolature diverse.

Personalmente, specie nella musica pianistica, il più delle volte prediligo la definizione dei particolari in quanto quelli sono i tasselli con cui è costruita la musica, l'insieme è già presente intrinsecamente nella forma che l'ascoltatore può percepire intuitivamente mentre certi contrappunti possono emergere soltato se l'interprete li mette in luce.
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #12 - 01. Oct 2017 at 07:45
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 18. Sep 2017 at 06:25:
Credo che la fortuna che noi abbiamo oggi è di avere e di aver avuto interpreti che di volta hanno scelto una o l'altra possibilità, facendoci vedere l'oggetto musicale da angolature diverse.

Personalmente, specie nella musica pianistica, il più delle volte prediligo la definizione dei particolari in quanto quelli sono i tasselli con cui è costruita la musica, l'insieme è già presente intrinsecamente nella forma che l'ascoltatore può percepire intuitivamente mentre certi contrappunti possono emergere soltato se l'interprete li mette in luce.


Indubbiamente vero quanto dici. Un tempo si ascoltava al più una / due esecuzioni a meno di non essere un addetto ai lavori immagino. Oggi uno scemo come me può farsi un'idea infinitamente più poliedrica dello stesso pezzo, sentirlo più volte e analizzarlo con i propri poveri mezzi e dire la sua.

Hai quindi una idea illuministica della musica e dal punto di visto di un compositore lo capisco. Io però quel modo di suonare Debussy in un certo senso come fosse Bach lo trovo un po' pedante a scapito dell'effetto finale. Ma appunto, sono "punti di vista".
  
Back to top
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #13 - 01. Oct 2017 at 07:55
Print Post Print Post  
Vi propongo un piccolo dubbio.

Il MIb andrebbe tenuto secondo la legatura, giusto? ma dovendo suonare il REb poco prima si pone un problema. O lo suono con altro dito (scomodo) oppure lo suono con lo stesso 5 lasciando il mi che ormai a quel punto è abbastanza bollito essendo lì dall'inizio della battuta precedente.
Se  scelgo questa seconda ipotesi poi andrebbe ignorato, ma ho sentito qualcuno (l'ottimo Paul Barton nei suoi tutorial) che lo risuona !!
https://youtu.be/o0dtACqIwXQ?t=8m09s

Che personalmente non mi dispiace nemmeno. Ma è corretto? O invece sono io che mi pongo un problema inesistente ed è proprio così che andrebbe fatto?  Embarrassed (Allora non capisco la legatura)
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2008
Joined: 04. Mar 2010
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #14 - 02. Oct 2017 at 16:23
Print Post Print Post  
quella legatura è una legatura di frase non di valore il mib dura solo una battuta e mezza e poi c'è il reb e poi ritorna il mib.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Michele Marvulli
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 1248
Location: spoltore
Joined: 26. Oct 2007
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #15 - 02. Oct 2017 at 17:24
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 02. Oct 2017 at 16:23:
.....il mib dura solo una battuta e mezza e poi c'è il reb e poi ritorna il mib.


Scusa, Vezzoli, un po' più preciso: "il mib dura una misura più un terzo" visto che siamo in ritmo ternario. Una misura e mezza complicherebbe ancor più il problema, che in realtà è inesistente...
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2008
Joined: 04. Mar 2010
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #16 - 02. Oct 2017 at 18:42
Print Post Print Post  
Michele Marvulli wrote on 02. Oct 2017 at 17:24:
andreavezzoli wrote on 02. Oct 2017 at 16:23:
.....il mib dura solo una battuta e mezza e poi c'è il reb e poi ritorna il mib.


Scusa, Vezzoli, un po' più preciso: "il mib dura una misura più un terzo" visto che siamo in ritmo ternario. Una misura e mezza complicherebbe ancor più il problema, che in realtà è inesistente...


quel che conta è che la legatura è di frase e non di valore
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1066
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #17 - 02. Oct 2017 at 20:51
Print Post Print Post  
Capisco Signori. (Oh mamma quanto sono ignorante... ). Mi ha tratto in inganno il fatto che la prima e l'ultima nota della legatura sono uguali. Altra ambiguità della scrittura.  Si certo essendo il brano in 9/8 la durata complessiva del primo mib è 12/8

Poi scusate se approfitto.. Il sordino va tenuto tutto il pezzo ? dall'inizio alla fine ? (vedere qualche domanda sopra...). Scusate e ancora scusate.. e grazie Embarrassed
  
Back to top
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2616
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #18 - 04. Oct 2017 at 01:58
Print Post Print Post  
pianozero wrote on 17. Sep 2017 at 11:01:
Ora una domanda nuova di pacca ma assillante per me . Visto che comincia  a quagliare qualcosa che somiglia molto da lontano ad un brano di Debussy inserito nella Suite Bergamasca detto Chiaro di Luna-...

Un questione relativa alla dinamica ci sta... e quel Con Sordino iniziale mi assilla.

Ovvero ... sembra corretto iniziare col pedale sinistro abbassato, ma tale situazione deve perdurare per tutto il brano!? perché il buon Claude ci dice dove inserire il pedale ma poi più una parola che sia una in proposito ... va tolto prima o poi? dove? quando? Forse a metà della parte introduttiva ? All'inizio della seconda sezione... ?  ... Provando a tenerlo sempre a me sembra che funzioni, smussa le asperità di certi accordi molto ricchi ... ma mica sono sicuro...

Gent.mo, forse cavillo, ma tu leggi (in partitura): "Con Sordino" o "con sordina" ?

Comunque, "il buon Claude", tu dici, poteva esser più chiaro ed esplicito!

Almen usare una frasetta! Come quella famosissima posta dal Grande Sordo all'inizio dello "Adagio sostenuto" qual primo tempo della Sonata quasi una fantasia Op. 27 N° 2. (guarda caso soprannomimata [orribilmente Tongue]:"...al chiaro di luna"):

"Si deve suonare tutto questo pezzo delicatissimamente e senza sordini."

Sordino, sordina, sordini: nomi simili, ma birichini Cheesy  Wink


pianozero wrote on 02. Oct 2017 at 20:51:
Mi ha tratto in inganno il fatto che la prima e l'ultima nota della legatura sono uguali. Altra ambiguità della scrittura.

Gent.mo, francamente non vedo "ambiguità " in cotal frangente Huh

La legatura di frase mi par evidente.

Ma non metterti cruccio: può capitar d'aver dubbi Wink

Ed è salutare averne Smiley

"La certezza incrollabile è un’invenzione dei fanatici, dei disumani. Dio stesso non sgradisce una piccola ombra di dubbio nella nostra fede in Lui."
(Mario Marchisio)


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Michele Marvulli
God Member
*****
Offline


Mi piace Pianoforum!

Posts: 1248
Location: spoltore
Joined: 26. Oct 2007
Gender: Male
Re: Debussy Claire de Lune, quale interprete preferire
Reply #19 - 04. Oct 2017 at 10:40
Print Post Print Post  
...e dopo l'esaustiva discettazione del simpatico 10dita (notevole, soprattutto, il pensiero di Marchisio) non ti resta che accettare, caro pianozero, di continuare a convivere con le tue incertezze, che - nel frattempo - dovrebbero essersi quantomeno decuplicate...
Sinceri omaggi... Cool
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: [1] 2 
Send Topic Send Topic Print Print