Page Index Toggle Pages: 1 ... 10 11 [12] 13  Send Topic Send Topic Print Print
Very Hot Topic (More than 25 Replies) Giovanni Allevi, tutti contro. (Read 22883 times)
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #220 - 29. Sep 2018 at 19:37
Print Post Print Post  
Un post in cui evidenzio tutti i giudizi negativi su Allevi ad opera di figure autorevolissime è...celebrativo??!!
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #221 - 30. Sep 2018 at 18:25
Print Post Print Post  
pianoarrangiatore wrote on 29. Sep 2018 at 01:04:
radicchio wrote on 28. Sep 2018 at 22:25:
Il fatto inaspettato è che me lo sono trovato davanti (appena in tempo per togliere la fascetta), ed ho avuto una sensazione strana...

Ma qui ci son tutti i sintomi dell'amore a prima vista Roll Eyes

Ha proprio ragione pianozero:
"forse la vera cosa interessante non è Allevi ma l'autore di questi thread provocatorio/celebrativi."

Mi sono trovato davanti questa persona normalissima, molto timida.
Al conservatorio si diceva che se la tirava, che era "manovrato" dalle case discografiche.
E invece, era la totale assenza di costruzione, una persona talmente sincera da apparire disarmante.
Ma il bello (per così dire) è venuto dopo.
Durante l'incontro pubblico è stato intervistato da un accademico dai modi ampollosi. Era già scoppiata la polemica, e il musicologo non ha perso l'occasione per ricordare al pubblico le parole di Ughi e tutti gli altri.
Lui, mani sulle tempie, concentrato, ha demolito una ad una tutte le critiche infamanti, senza mai scendere allo stesso livello, cedendo alle provocazioni. Inoltre, forse perché trascinato sul terreno musicologico, ha dato prova di una conoscenza sconfinata della musica. Altro che "manovrato"! Sapeva benissimo di cosa stesse parlando.
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianoarrangiatore
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 45
Joined: 11. Feb 2012
Gender: Male
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #222 - 01. Oct 2018 at 12:25
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 28. Sep 2018 at 22:25:
A Cremona Pianoforti sapevamo che sarebbe venuto Allevi a fare un giro per la fiera ed un incontro pubblico.
Già dal conservatorio gli insegnanti ci parlavano male di questo fenomeno completamente creato dai media, raccomandato, "pilotato" dalle case discografiche. Così, alla fiera, senza sapere niente di lui, abbiamo messo in piedi una minima forma di dissenso, una fascetta sul braccio con scritto "Allevi no grazie!".

Scusa, ma cerco di capire.
Tu affermi che sei andato a Cremona "senza sapere niente di lui", deduco che non avevi mai sentito una sua composizione, e hai/avete messo su una protesta solo perché gli insegnanti del conservatorio te/ve ne parlavano male.

Mi sembra un atteggiamento molto prevenuto!

E poi ti sei "innamorato" di lui come persona?

Molto interessante.
Ma non Allevi. Tu Sei interessante!

Ha proprio ragione pianozero Smiley

Dobbiamo "scoprirti" caro radicchio Wink


  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #223 - 01. Oct 2018 at 14:42
Print Post Print Post  
pianoarrangiatore wrote on 01. Oct 2018 at 12:25:
radicchio wrote on 28. Sep 2018 at 22:25:
A Cremona Pianoforti sapevamo che sarebbe venuto Allevi a fare un giro per la fiera ed un incontro pubblico.
Già dal conservatorio gli insegnanti ci parlavano male di questo fenomeno completamente creato dai media, raccomandato, "pilotato" dalle case discografiche. Così, alla fiera, senza sapere niente di lui, abbiamo messo in piedi una minima forma di dissenso, una fascetta sul braccio con scritto "Allevi no grazie!".

Scusa, ma cerco di capire.
Tu affermi che sei andato a Cremona "senza sapere niente di lui", deduco che non avevi mai sentito una sua composizione, e hai/avete messo su una protesta solo perché gli insegnanti del conservatorio te/ve ne parlavano male.

Mi sembra un atteggiamento molto prevenuto!

E poi ti sei "innamorato" di lui come persona?

Molto interessante.
Ma non Allevi. Tu Sei interessante!

Ha proprio ragione pianozero Smiley

Dobbiamo "scoprirti" caro radicchio Wink



Certo che era un atteggiamento prevenuto!!
Pensi davvero che Riccardo Muti, prima di dichiarare alla stampa che "Allevi scrive canzonette", si sia preso la briga di ascoltare il Concerto in Fa minore per Violino e Orchestra?
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #224 - 01. Oct 2018 at 16:25
Print Post Print Post  
CHIARIAMO: ho capito dove volete portare il discorso.
C'è un innamoramento, e allora sarei un fan, cioè un fanatico...
No. Niente di tutto questo.
In generale ho una naturale simpatia per chi viene bullizzato, per chi ha tutti contro, come appunto appare evidente nel caso di Giovanni Allevi.
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1186
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #225 - 01. Oct 2018 at 21:06
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 28. Sep 2018 at 22:25:
Così, alla fiera, senza sapere niente di lui, abbiamo messo in piedi una minima forma di dissenso, una fascetta sul braccio con scritto "Allevi no grazie!".
Il fatto inaspettato è che me lo sono trovato davanti (appena in tempo per togliere la fascetta), ed ho avuto una sensazione strana...



Comprendo l'imbarazzo.  Lo avrei avuto anche io molto forte se mi fossi trovato di fronte l'oggetto della mia contestazione totalmente inconsapevole.
Ora rifletti su questo: tu totalmente inconsapevole ti sei messo a contestare. Ma oggi critichi consapevolissimi auterovoli musicisti che lo contestano!
Non è un po' folle tutto ciò? come detto questo trapasso dalla contestazione inconsapevole ad una totale infatuazione consapevole, è sospetto, e lasciami dire meritevole di studio psicanalitico approfondito, sempre che la tua sia una posizione sincera e non strumentale per altri scopi che mi sfuggono.

Altrove hai scritto che questo (come  decine di altri thread sullo stesso che hai aperto) non sarebbe un post celebrativo, ti ricordo quindi una delle frasi che hai scritto poco sopra:

radicchio wrote on 26. Sep 2018 at 12:11:
Leggendo le mille voci (autorevoli e non) che vogliono denigrare l'opera di Giovanni Allevi,
ne deduco che egli sia la perfetta rappresentazione del genio incompreso.

Siamo troppo vicini a lui, storicamente, siamo quasi coetanei (anche se anagraficamente è più grande di noi, pur non sembrando). Deve passare del tempo, molto tempo, perché venga riconosciuta la portata del cambiamento che ha iniziato ad apportare.


Poniamo anche con molta fatica che questa non sia una celebrazione.....  Grin   il cambiamento  lasciami dire lo vedi tu e pochissimi altri. Non nego che in questo forum qualcuno  si sia espresso a favore di Allevi, ad esempio Andrea Vezzoli del quale ho grandissima stima, ma nessuno dico nessuno mi sembra lo abbia fatto parlando di epocali cambiamenti; al più si è parlato di piacevoli composizioni, e non nego che qualcuna la ascolto anche io senza eccessivo fastidio (a differenza di molti altre dello stesso autore, che alcune in vero le trovo davvero irritanti, ma davvero!) . Al più s'è discusso se si tratti  di minimalismo o... pop! altro che epocali cambiamenti per i quali non siamo noi poveri mortali ancora maturi a differenza di te che invece dal giorno della inconsapevole contestazione, folgorato dal genio assoluto, hai abbracciato La Fede del Divino Musicista.

La tua consueta obiezione è: ha fatto un serissimo concerto ecc.ecc... Ma parliamoci chiaro nel Concerto che tanto sbandieri c'è un epocale cambiamento ? no! non c'è!  c'è al massimo l'idea di una cosa già sentita e sicuramente precedente ad altri epocali cambiamenti avvenuti nella musica del 900. Come tutto ciò che fa Allevi è un dejà vù rielaborato tanto da apparire quasi parodistico, anche se  il risultato nel complesso  è plausibile.

Spero comunque che tu apprezzi questo stare al tuo gioco ed aiutarti ad allungare il brodo, cosa che in questo momento sto facendo umilmente per te servendoti su un piatto d'argento l'ennesimo sproloquio (non) celebrativo  Wink
  
Back to top
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #226 - 02. Oct 2018 at 13:32
Print Post Print Post  
pianozero wrote on 01. Oct 2018 at 21:06:
radicchio wrote on 28. Sep 2018 at 22:25:
Così, alla fiera, senza sapere niente di lui, abbiamo messo in piedi una minima forma di dissenso, una fascetta sul braccio con scritto "Allevi no grazie!".
Il fatto inaspettato è che me lo sono trovato davanti (appena in tempo per togliere la fascetta), ed ho avuto una sensazione strana...



Comprendo l'imbarazzo.  Lo avrei avuto anche io molto forte se mi fossi trovato di fronte l'oggetto della mia contestazione totalmente inconsapevole.
Ora rifletti su questo: tu totalmente inconsapevole ti sei messo a contestare. Ma oggi critichi consapevolissimi auterovoli musicisti che lo contestano!
Non è un po' folle tutto ciò? come detto questo trapasso dalla contestazione inconsapevole ad una totale infatuazione consapevole, è sospetto, e lasciami dire meritevole di studio psicanalitico approfondito, sempre che la tua sia una posizione sincera e non strumentale per altri scopi che mi sfuggono.

Altrove hai scritto che questo (come  decine di altri thread sullo stesso che hai aperto) non sarebbe un post celebrativo, ti ricordo quindi una delle frasi che hai scritto poco sopra:

radicchio wrote on 26. Sep 2018 at 12:11:
Leggendo le mille voci (autorevoli e non) che vogliono denigrare l'opera di Giovanni Allevi,
ne deduco che egli sia la perfetta rappresentazione del genio incompreso.

Siamo troppo vicini a lui, storicamente, siamo quasi coetanei (anche se anagraficamente è più grande di noi, pur non sembrando). Deve passare del tempo, molto tempo, perché venga riconosciuta la portata del cambiamento che ha iniziato ad apportare.


Poniamo anche con molta fatica che questa non sia una celebrazione.....  Grin   il cambiamento  lasciami dire lo vedi tu e pochissimi altri. Non nego che in questo forum qualcuno  si sia espresso a favore di Allevi, ad esempio Andrea Vezzoli del quale ho grandissima stima, ma nessuno dico nessuno mi sembra lo abbia fatto parlando di epocali cambiamenti; al più si è parlato di piacevoli composizioni, e non nego che qualcuna la ascolto anche io senza eccessivo fastidio (a differenza di molti altre dello stesso autore, che alcune in vero le trovo davvero irritanti, ma davvero!) . Al più s'è discusso se si tratti  di minimalismo o... pop! altro che epocali cambiamenti per i quali non siamo noi poveri mortali ancora maturi a differenza di te che invece dal giorno della inconsapevole contestazione, folgorato dal genio assoluto, hai abbracciato La Fede del Divino Musicista.

La tua consueta obiezione è: ha fatto un serissimo concerto ecc.ecc... Ma parliamoci chiaro nel Concerto che tanto sbandieri c'è un epocale cambiamento ? no! non c'è!  c'è al massimo l'idea di una cosa già sentita e sicuramente precedente ad altri epocali cambiamenti avvenuti nella musica del 900. Come tutto ciò che fa Allevi è un dejà vù rielaborato tanto da apparire quasi parodistico, anche se  il risultato nel complesso  è plausibile.

Spero comunque che tu apprezzi questo stare al tuo gioco ed aiutarti ad allungare il brodo, cosa che in questo momento sto facendo umilmente per te servendoti su un piatto d'argento l'ennesimo sproloquio (non) celebrativo  Wink

Se è questo il tuo intento...allora non vale la pena che risponda alle tue obiezioni. Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #227 - 02. Oct 2018 at 13:45
Print Post Print Post  
Il Concerto in Fa minore per Violino e Orchestra di Giovanni Allevi, oltre a presentare un elemento di novità, ossia una ritmica squisitamente contemporanea, è anche bellissimo! Si, ho detto bellissimo.
La bellezza è il motivo per cui torno più e più volte ad ascoltare i classici o un'aria d'opera.
Posso avvicinarmi ad un'opera perché è nuova, appagando il mio intelletto, ma la musica non può essere solo un fatto intellettuale!
Il concerto per Violino di Allevi sembra scritto da Čajkovskij, oggi.
Stessa complessità formale, e soprattutto, stessa potenza melodica.
Ma il ritmo no, è quello dei Beatles, del progressive rock...
Ecco la rivoluzione.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #228 - 02. Oct 2018 at 13:51
Print Post Print Post  
E allora perché una schiera di AUTOREVOLISSIMI MUSICISTI, direttori d'orchestra, pianisti e insegnanti di conservatorio si sono precipitati a rassicurare tutti sulla "nullità" Giovanni di Allevi?

Perché?

Perché la sua musica manda tutti in soffitta.
Perché il suo esempio porta alla ribalta la figura del compositore, finito ai margini della comunicazione.

E allora, perché Allevi non riceve l'appoggio dei suoi colleghi compositori contemporanei?
EEEEEHHHH...
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #229 - 02. Oct 2018 at 13:59
Print Post Print Post  
PARADOSSALMENTE, la grandezza di Giovanni Allevi è dimostrata proprio dal fatto che le personalità più importanti si siano scomodate per denigrare la sua opera!
Lo hanno fatto usando parole violente, critiche feroci, toni abnormi di chi ha paura di qualcosa.
Paura di cosa? Ma è ovvio! Di perdere il trono, su cui hanno oziato per anni, convinti che nulla sarebbe cambiato.
  
Back to top
 
IP Logged
 
DavidWolf90
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 29
Joined: 21. Jun 2016
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #230 - 03. Oct 2018 at 05:50
Print Post Print Post  
pianoarrangiatore wrote on 25. Sep 2018 at 12:44:
Minimalismo, pop o altro, rimane il fatto che Allevi è riuscito:

"in un mix che a sorpresa ha appassionato un pubblico di generazioni diverse."

Come detto nell'articolo citato da tgdigit.

I mezzi usati per raggiungere il grande pubblico (pubblico "POP"), sono usati in maniera più che consapevole, direi quasi "geniale".

Cosa doveva fare Allevi?
Comporre opere che nessuno avrebbe mai ascoltato? Per una ristretta cerchia di "intenditori"!

Sol così è riuscito ad esprimersi anche usando forme di chiaro riferimento "colto".

Bravo Allevi!



Mah, non capisco cosa stai dicendo sinceramente, a me sembra che brani come "Back to Life" abbiano molti meno riferimenti colti di "Pazza Idea". Anche Lady Gaga in un suo singolo (Marry the night) ha inserito, con grande successo e corredandolo con un videoclip, il primo tempo della sonata Patetica di Beethoven.
Se poi per "riferimenti colti" intendi che è musica strumentale e che è suonata da uno sfigato coi riccioli che si dà arie da nuovo Mozart e tratta dall'alto in basso tutta la musica classica, allora sì, Allevi ha avuto questa idea geniale.
Per il resto, ripeto quello che ho detto nell'altro post. Ben venga il suo successo perché la gente ascolta quel che vuole, Allevi, Bocelli, il Volo, Laura Pausini, ha poca importanza.
Il problema è che è impossibile accostare Allevi a Mozart, perché la musica che sta componendo Allevi non è né innovativa come fu quella di Mozart ai tempi, né tantomeno è simile a quella di Mozart,  ma è semplicemente musica pop orecchiabile da spot televisivo, e le eventuali fughe, valzer e concerti sono esercizi di un qualsiasi studente di composizione del conservatorio.
E il secondo problema di Allevi è che lui non ci pensa minimamente ad avvicinare il suo pubblico alla vera musica classica, perché, mi pare, nei suoi interventi non manca mai di sparare a zero sul mondo della classica, e così fanno i suoi sostenitori. Anche in un post di radicchio si legge "Ma muti, ughi, michelangeli, argerich, ecc. che hanno composto? Niente, quindi sono inutili, mentre allevi è un genio".
Cosa assolutamente stupida, per moltissimi motivi. Prima di tutto perché tutta questa gente citata nella vita ha l'obiettivo di far rivivere un patrimonio musicale immenso, e per questo studia, viaggia e si sacrifica tantissimo e spesso con pochissima gratificazione economica rispetto ai vari Bocelli, Volo, Allevi, Anastacia, Madonna, e via dicendo. Non fu il ruolo di Renata Tebaldi cantare "Vola colomba" (brano di grandissimo successo negli anni cinquanta), così come non è il ruolo di Muti quello di produrre o segnalare qualche compositore emergente di jingle pubblicitari o musica pop. E infatti Allevi la sua strada l'ha trovata grazie a Jovanotti, pubblicità, passaggi televisivi e quant'altro. Non esibendosi alla Scala.
Se anche Muti avesse fatto esibire Allevi alla scala, non lo avrebbe considerato nessuno.
Quindi è totalmente fuori luogo che Allevi parli continuamente di questa gente nelle interviste oppure associ il suo nome a quello di Mozart solo perché, nell'immaginario collettivo, Mozart rappresenta il genio più grande di tutta la musica occidentale, e allevi spera di vendere la balla che anche lui è dotato dello stesso talento, cosa che è palesemente una falsità. Forse Leonora Armellini che si è diplomata a 12 anni e che suona come tutti sappiamo, può paragonarsi a Mozart. Non nella composizione ma nel talento pianistico e nelle indubbie doti musicali.
Sul fatto che Allevi venda la sua musica, che faccia concerti, che componga quel che cavolo vuole comporre, benissimo, niente da dire. Ma non è l'unico e non è certo geniale.
Se Laura Pausini avesse detto "io sono come Mozart e sono meglio di Beethoven", penso che anche lei sarebbe finita sui giornali e criticata di chi Mozart e Beethoven li conosce bene.
Non è che "dà fastidio e quindi si critica", caro radicchio. E' che semplicemente dice cazzate. E la cosa grave è che lui lo sa benissimo, perché anche lui ha studiato in conservatorio, quindi conoscerà perfettamente la storia della musica, ha studiato filosofia e sa benissimo che quelle strutture che utilizza lui (io parlo sempre dei brani più famosi, quelli per i quali ha avuto successo) non sono altro che ritornelli di musica pop o minimalista, che si collocano nel solco di una tradizione orientale di musiche da rilassamento, da studio, da jingle pubblicitario, da videogioco.
Io vedo un'associazione diretta e ovvia con il compositore giapponese Koji Kondo, peraltro anche lui ammiratissimo, forse da un pubblico di nicchia ma pur sempre ammiratissimo.
Oppure lo associo al gruppo musicale "Bond", che ebbe un certo successo anche in italia attorno al 2000
https://www.youtube.com/watch?v=j3nBuwOPu8A
Ma Mozart vi sembra che c'entri qualcosa?
https://www.youtube.com/watch?v=buNY9dVRTIo
E con questo non dico che la musica delle Bond sia di poco valore, non le conosco ma sicuramente avranno un loro pubblico e seguito. Dico solo che è anche onestà dire "io mi chiamo Allevi e questa è la mia musica". Punto. Senza riempirsi la bocca di Mozart e Beethoven fuori contesto, oltretutto con lo scopo di sminuire la musica classica e chi la esegue con commenti veramente poco opportuni tipo quello su Beethoven, in definitiva fatti - ripeto - per un ritorno in termini di pubblicità.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #231 - 03. Oct 2018 at 10:52
Print Post Print Post  
David,
piano piano ti stai avvicinando alla comprensione della questione.
Le Bond Girls, Vanessa Mae, David Garrett, i Two Cellos.
Ecco i nomi di grandissimi interpreti contemporanei, che hanno senza dubbio una formidabile preparazione classica, che hanno raggiunto un enorme pubblico.
Come?
Eseguendo, al proprio strumento, i grandi successi del pop internazionale, o rivisitazioni in chiave moderna delle famose melodie della musica classica.

Chi suona la Quinta di Beethoven con la dance sotto, chi i Cold Play, chi Michael Jakson, e via dicendo.
Ora capisci ancora di più la grandezza di Giovanni Allevi? Ti rendi conto di quanto egli sia ancora "più avanti"?
Lui non cerca il pop o le commistioni, lui è radicale: compone un Concerto per Pianoforte e Orchestra, che neanche esegue di persona.
Il pubblico? Quello che capisce, va in visibilio. Perché Allevi fa e propone ciò che nessuno ancora ha fatto: porta in scena le prime esecuzioni di opere complesse, che vengono seguite dal suo pubblico come degli eventi imperdibili.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #232 - 03. Oct 2018 at 10:57
Print Post Print Post  
Se si riempie un palazzetto dello sport per ascoltare Viva la Vida suonato col violino e una band rock, non si crea nessun problema, di tipo culturale.
Se invece la gente (e un pubblico giovane) fa le carte false per assistere alla prima esecuzione di un concerto per pianoforte e orchestra di Giovanni Allevi, questo crea un terremoto, una discussione, un ripensamento. E' una anomalia del sistema.
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 629
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #233 - 03. Oct 2018 at 12:42
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 03. Oct 2018 at 10:52:
David,
piano piano ti stai avvicinando alla comprensione della questione.
Le Bond Girls, Vanessa Mae, David Garrett, i Two Cellos.
Ecco i nomi di grandissimi interpreti contemporanei, che hanno senza dubbio una formidabile preparazione classica, che hanno raggiunto un enorme pubblico.
Come?
Eseguendo, al proprio strumento, i grandi successi del pop internazionale, o rivisitazioni in chiave moderna delle famose melodie della musica classica.

Chi suona la Quinta di Beethoven con la dance sotto, chi i Cold Play, chi Michael Jakson, e via dicendo.
Ora capisci ancora di più la grandezza di Giovanni Allevi? Ti rendi conto di quanto egli sia ancora "più avanti"?
Lui non cerca il pop o le commistioni, lui è radicale: compone un Concerto per Pianoforte e Orchestra, che neanche esegue di persona.
Il pubblico? Quello che capisce, va in visibilio. Perché Allevi fa e propone ciò che nessuno ancora ha fatto: porta in scena le prime esecuzioni di opere complesse, che vengono seguite dal suo pubblico come degli eventi imperdibili.

Visto che sai tutto del tuo idolo, dicci anche perchè non ha eseguito di persona il concerto  Wink
  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #234 - 03. Oct 2018 at 15:51
Print Post Print Post  
tgdigit wrote on 03. Oct 2018 at 12:42:
radicchio wrote on 03. Oct 2018 at 10:52:
David,
piano piano ti stai avvicinando alla comprensione della questione.
Le Bond Girls, Vanessa Mae, David Garrett, i Two Cellos.
Ecco i nomi di grandissimi interpreti contemporanei, che hanno senza dubbio una formidabile preparazione classica, che hanno raggiunto un enorme pubblico.
Come?
Eseguendo, al proprio strumento, i grandi successi del pop internazionale, o rivisitazioni in chiave moderna delle famose melodie della musica classica.

Chi suona la Quinta di Beethoven con la dance sotto, chi i Cold Play, chi Michael Jakson, e via dicendo.
Ora capisci ancora di più la grandezza di Giovanni Allevi? Ti rendi conto di quanto egli sia ancora "più avanti"?
Lui non cerca il pop o le commistioni, lui è radicale: compone un Concerto per Pianoforte e Orchestra, che neanche esegue di persona.
Il pubblico? Quello che capisce, va in visibilio. Perché Allevi fa e propone ciò che nessuno ancora ha fatto: porta in scena le prime esecuzioni di opere complesse, che vengono seguite dal suo pubblico come degli eventi imperdibili.

Visto che sai tutto del tuo idolo, dicci anche perchè non ha eseguito di persona il concerto  Wink

Bella domanda!
Gliel'hanno fatta in una recente intervista su Rai5, ed ha risposto candidamente:
"Perché non lo so suonare"  Cheesy
Dice di non riuscire ad andare oltre la quarta battuta.
In realtà, ha scritto un concerto molto difficile, dedicato ad un grande virtuoso americano, che lo ha eseguito negli USA in prima mondiale.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #235 - 03. Oct 2018 at 15:59
Print Post Print Post  
Tgdigit, scusami se vado OT, ma vedo che sei un moderatore.
Puoi spiegarmi perché il mio profilo, cioè quello di un affezionato membro di vecchia data, ha tutte le stelline vuote? Non riesco neanche più a caricare l'immagine del mio amato ortaggio, il radicchio...
Sono sempre stato corretto, magari con una visione diversa da quella generale. Insomma, posso usufruire di uno sconto della pena... per buona condotta?  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 629
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #236 - 03. Oct 2018 at 17:47
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 03. Oct 2018 at 15:59:
Tgdigit, scusami se vado OT, ma vedo che sei un moderatore.
Puoi spiegarmi perché il mio profilo, cioè quello di un affezionato membro di vecchia data, ha tutte le stelline vuote? Non riesco neanche più a caricare l'immagine del mio amato ortaggio, il radicchio...
Sono sempre stato corretto, magari con una visione diversa da quella generale. Insomma, posso usufruire di uno sconto della pena... per buona condotta?  Smiley

Per quanto riguarda il tuo avatar l'immagine prelevata dal link da cui lo carichi pare non esista più.

Prova a controllare: http://img210.imageshack.us/img210/6870/radicchio.jpg

Altrimenti è il formato dell'immagine che deve essere: http: // www.mypage.com / mypic.gif o (jpg, ecc.)

Per il resto sto guardando...per la buona condotta...stiamo guardando il registro... Smiley 
  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
pianoarrangiatore
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 45
Joined: 11. Feb 2012
Gender: Male
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #237 - 04. Oct 2018 at 17:22
Print Post Print Post  
DavidWolf90 wrote on 03. Oct 2018 at 05:50:
pianoarrangiatore wrote on 25. Sep 2018 at 12:44:
Minimalismo, pop o altro, rimane il fatto che Allevi è riuscito:

"in un mix che a sorpresa ha appassionato un pubblico di generazioni diverse."

Come detto nell'articolo citato da tgdigit.

I mezzi usati per raggiungere il grande pubblico (pubblico "POP"), sono usati in maniera più che consapevole, direi quasi "geniale".

Cosa doveva fare Allevi?
Comporre opere che nessuno avrebbe mai ascoltato? Per una ristretta cerchia di "intenditori"!

Sol così è riuscito ad esprimersi anche usando forme di chiaro riferimento "colto".

Bravo Allevi!



Mah, non capisco cosa stai dicendo sinceramente, a me sembra che brani come "Back to Life" abbiano molti meno riferimenti colti di "Pazza Idea".

Vuol dire ciò che ho detto Smiley
Ha usato mezzi espressivi, come ad es. la citata "Back to Life" appunto, per conquistarsi il grande pubblico, e da quella posizione ha potuto poi proporre brani, che possono piacere o meno, essere apprezzati o no, nelle forme che si rifanno alla tradizione "colta" (brutta parola!).
Certo con un linguaggio accessibile al grande pubblico, con  ovvi accenni al mondo pop etc.
Ed ha fatto ovviamente bene, dal suo punto di vista.
Non credo si sarebbe potuto imporre partendo dal concerto per violino o altro, anche se costruito con linguaggio "comprensibile" alla vasto pubblico, pubblico che per la maggioranza non aveva mai sentito concerto (inteso come forma), né entrato in un teatro per sentire un concerto "classico".
Grande operazione di Allevi, e di tutto quello che dietro c'è.
Bravo Allevi!

  
Back to top
 
IP Logged
 
pianoarrangiatore
New Member
*
Offline


W Pianoforum!

Posts: 45
Joined: 11. Feb 2012
Gender: Male
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #238 - 04. Oct 2018 at 17:32
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 01. Oct 2018 at 14:42:
pianoarrangiatore wrote on 01. Oct 2018 at 12:25:
radicchio wrote on 28. Sep 2018 at 22:25:
A Cremona Pianoforti sapevamo che sarebbe venuto Allevi a fare un giro per la fiera ed un incontro pubblico.
Già dal conservatorio gli insegnanti ci parlavano male di questo fenomeno completamente creato dai media, raccomandato, "pilotato" dalle case discografiche. Così, alla fiera, senza sapere niente di lui, abbiamo messo in piedi una minima forma di dissenso, una fascetta sul braccio con scritto "Allevi no grazie!".

Scusa, ma cerco di capire.
Tu affermi che sei andato a Cremona "senza sapere niente di lui", deduco che non avevi mai sentito una sua composizione, e hai/avete messo su una protesta solo perché gli insegnanti del conservatorio te/ve ne parlavano male.

Mi sembra un atteggiamento molto prevenuto!

E poi ti sei "innamorato" di lui come persona?

Molto interessante.
Ma non Allevi. Tu Sei interessante!

Ha proprio ragione pianozero Smiley

Dobbiamo "scoprirti" caro radicchio Wink



Certo che era un atteggiamento prevenuto!!
Pensi davvero che Riccardo Muti, prima di dichiarare alla stampa che "Allevi scrive canzonette", si sia preso la briga di ascoltare il Concerto in Fa minore per Violino e Orchestra?

Radicchio, intanto tu non sei Muti.
E comunque, detto con tutto il rispetto, anche Muti è partito male e prevenuto.
A parte che cronologicamente non mi risulta che all'epoca della fiera di Cremona Allevi avesse già pubblicato il concerto per violino e orch, e sicuramente non l'ultimo per piano e orch.

Se Muti disse così, non ricordo, forse si riferiva ai brani più pop-olari di Allevi, e che comunque non sono "canzonette", termine detto così in senso dispregiativo.

Brani come "Secret love", ad es., sebbene ci siano chiari riferimenti ad alcune formule, anche armoniche, pop, non mi pare possono definirsi "canzonette".
Senza esser troppo complicato, ha però una freschezza e un'armonia cangiante molto apprezzabile, e per nulla banale.

Quindi voi prevenuti (anche tu radicchio!), canzonette lo dite a vostra sorella Grin

  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 820
Joined: 22. Sep 2011
Re: Giovanni Allevi, tutti contro.
Reply #239 - 04. Oct 2018 at 23:04
Print Post Print Post  
pianoarrangiatore wrote on 04. Oct 2018 at 17:22:
DavidWolf90 wrote on 03. Oct 2018 at 05:50:
pianoarrangiatore wrote on 25. Sep 2018 at 12:44:
Minimalismo, pop o altro, rimane il fatto che Allevi è riuscito:

"in un mix che a sorpresa ha appassionato un pubblico di generazioni diverse."

Come detto nell'articolo citato da tgdigit.

I mezzi usati per raggiungere il grande pubblico (pubblico "POP"), sono usati in maniera più che consapevole, direi quasi "geniale".

Cosa doveva fare Allevi?
Comporre opere che nessuno avrebbe mai ascoltato? Per una ristretta cerchia di "intenditori"!

Sol così è riuscito ad esprimersi anche usando forme di chiaro riferimento "colto".

Bravo Allevi!



Mah, non capisco cosa stai dicendo sinceramente, a me sembra che brani come "Back to Life" abbiano molti meno riferimenti colti di "Pazza Idea".

Vuol dire ciò che ho detto Smiley
Ha usato mezzi espressivi, come ad es. la citata "Back to Life" appunto, per conquistarsi il grande pubblico, e da quella posizione ha potuto poi proporre brani, che possono piacere o meno, essere apprezzati o no, nelle forme che si rifanno alla tradizione "colta" (brutta parola!).
Certo con un linguaggio accessibile al grande pubblico, con  ovvi accenni al mondo pop etc.
Ed ha fatto ovviamente bene, dal suo punto di vista.
Non credo si sarebbe potuto imporre partendo dal concerto per violino o altro, anche se costruito con linguaggio "comprensibile" alla vasto pubblico, pubblico che per la maggioranza non aveva mai sentito concerto (inteso come forma), né entrato in un teatro per sentire un concerto "classico".
Grande operazione di Allevi, e di tutto quello che dietro c'è.
Bravo Allevi!


In realtà, il vero successo di Allevi non è iniziato da Back to life o dal concerto per violino. È partito 12 anni fa con un doppio sold out al Blue Note di New York. È stato da quel momento che tutti abbiamo sentito parlare di lui, anche se già da molti anni prima faceva concerti con la sua musica.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 ... 10 11 [12] 13 
Send Topic Send Topic Print Print