Page Index Toggle Pages: 1 [2] 3 4 5 Send Topic Send Topic Print Print
Very Hot Topic (More than 25 Replies) Allevi - Piano Concerto n.1 (Read 7761 times)
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1159
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #20 - 05. Jan 2018 at 22:14
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 04. Jan 2018 at 13:05:
E invece Orfeo ci ha visto giusto!
Le sue sono le urla dell'accademico che si straccia le vesti davanti lo sconcertante, sovversivo, scandaloso Giovanni Allevi.
Per me, MOZART 2.0  Smiley



Ciao Radicchio, ho visto che mi hai fatto gli Auguri per Natale e ricambio!

Solo, ti prego: per carità di Dio... evita affermazioni come queste! sono l'antitesi dell'evoluzione della specie. Ti prego !
Capisco che lo fai per provocare, per alimentare il  dibattito.... però c'è un limite. Che coincide con quello della decenza.  O dovrebbe esserci.

Abbiamo stabilito sopra che la dimensione del nostro eroe è al più quella onesta e dignitosa dello zecchino d'oro  Smiley Poniamo fine a questo sproloquio inquietante! dài! Abbi rispetto di te stesso soprattutto!

Buon anno!  Wink
  
Back to top
IP Logged
 
occhibelli
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 385
Joined: 25. Apr 2010
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #21 - 05. Jan 2018 at 22:53
Print Post Print Post  

Buon anno ragazzi!

Cheesy Wink Roll Eyes Kiss
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2160
Joined: 04. Mar 2010
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #22 - 06. Jan 2018 at 13:43
Print Post Print Post  
Ragazzi, mentre voi siete qui a scambiarvi auguri e polemiche, altri TOPIC interessanti rimangono sguarniti ... abbiamo capito che su questo argomento abbiamo opinioni diverse, ora concentriamoci su argomenti su cui veramente si può costruire qualcosa.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #23 - 06. Jan 2018 at 19:06
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 06. Jan 2018 at 13:43:
Ragazzi, mentre voi siete qui a scambiarvi auguri e polemiche, altri TOPIC interessanti rimangono sguarniti ... abbiamo capito che su questo argomento abbiamo opinioni diverse, ora concentriamoci su argomenti su cui veramente si può costruire qualcosa.

Vedi, Maestro,
io non voglio discutere del valore di Giovanni Allevi, ma dei problemi che la sua figura solleva, che sono di interesse di tutti.
Per esempio, in un tuo precedente post ti chiedevi come mai è così difficile per i giovani compositori far entrare le proprie opere nel repertorio affianco ai capolavori del passato.
È una questione cruciale!
Voi che ne pensate? Siete ancora convinti di dover difendere a tutti i costi l'assolutezza di Beethoven? (È solo un esempio, provocatorio. Non fraintendetemi per favore).
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #24 - 06. Jan 2018 at 19:52
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 06. Jan 2018 at 19:06:
Vedi, Maestro,
io non voglio discutere del valore di Giovanni Allevi, ma dei problemi che la sua figura solleva, che sono di interesse di tutti.
Per esempio, in un tuo precedente post ti chiedevi come mai è così difficile per i giovani compositori far entrare le proprie opere nel repertorio affianco ai capolavori del passato.
È una questione cruciale!
Voi che ne pensate? Siete ancora convinti di dover difendere a tutti i costi l'assolutezza di Beethoven? (È solo un esempio, provocatorio. Non fraintendetemi per favore).


Lascia in pace Beethoven che senza di lui non avresti neanche Allevi.


P.s.


Prima di lanciarti in "questioni cruciali" impara a discernere i pianisti: non sapresti ancora distinguere Richter da Liberace.  Smiley

Una persona equilibrata, prima di lanciarsi in crociate sui massimi sistemi, ha (solitamente) l'umiltà e l'interesse d'imparare quanto meno le basi di una materia.

Al momento continui a sparare a zero sui "massimi compositori" perché al di fuori di Allevi, come pianisti tout-court, non ne conosci e non ne mastichi.

Quanti direttori d'orchestra hai analizzato e sapresti riconoscere? Quante sinfonie e sonate sapresti riconoscere a memoria?

Allevi è un artista che spara a zero sui compositori immortali perché non avrebbe i "numeri" per portarli in concerto, se non "smangiucchiandoli" alla sua maniera.

Non ne uscirebbe vivo con quel Beethoven che (piccolo dettaglio) non ha mai suonato in concerto.



Non conosci Beethoven veramente, se non dalle parole di Allevi, visto che oltre ad Allevi, non t'interessa altro e tutto il resto è noia.


Se dicessi "heileger dankgesang", a cosa penseresti? Alla marca di una birra?

Dai, su... un pò di serietà. Perché in musica c'è sempre da comportarsi come bambini?
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #25 - 07. Jan 2018 at 12:42
Print Post Print Post  
Senti Davide, senti cosa dice Giovanni Allevi in una recente intervista che ho appena trovato sul web:

"...Ma il mio amore per la musica è più grande. Quindi porterò sempre avanti il sogno di scrivere una musica classica nelle forme e contemporanea nei contenuti. Ovvero il sogno di una musica classica contemporanea che possa raccontare il presente e non un mondo che è vissuto due secoli fa. Magari avrò tutti contro, magari continuerò a essere il reietto, magari sarò per sempre il gabbiano Jonathan che ha voluto sfidare le convenzioni  e volare il più in alto possibile, però sono contento di vivere questa vita e di aver iniziato una piccola grande rivoluzione”.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #26 - 07. Jan 2018 at 18:35
Print Post Print Post  
radicchio wrote on 07. Jan 2018 at 12:42:
Senti Davide, senti cosa dice Giovanni Allevi in una recente intervista che ho appena trovato sul web:

"...Ma il mio amore per la musica è più grande. Quindi porterò sempre avanti il sogno di scrivere una musica classica nelle forme e contemporanea nei contenuti. Ovvero il sogno di una musica classica contemporanea che possa raccontare il presente e non un mondo che è vissuto due secoli fa. Magari avrò tutti contro, magari continuerò a essere il reietto, magari sarò per sempre il gabbiano Jonathan che ha voluto sfidare le convenzioni  e volare il più in alto possibile, però sono contento di vivere questa vita e di aver iniziato una piccola grande rivoluzione”.



Questa è una "summa" della caratura e del valore artistico di Allevi.

Non ci sarà mai nulla di più eternamente attuale e universale dei contenuti della musica dei compositori oggi divenuti "immortali".

Le composizioni immortali fanno parte dell'inconscio collettivo della civiltà umana, sono "archetipi", pre-esistenti all'atto della composizione stessa.
(ok, stiamo andando troppo sul "difficile", sia per te che per Allevi)

Queste parole di Allevi dimostrano che non solo non sa nulla di musica, ma che non sa niente neppure di filosofia e di cultura in senso generale.
(Memorizzare e comprendere sono due funzioni diverse)


IGNORANTE. Allevi sei una vergogna nazionale.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #27 - 07. Jan 2018 at 19:00
Print Post Print Post  

Davide. wrote on 07. Jan 2018 at 18:35:
Questa è una "summa" della caratura e del valore artistico di Allevi.

Non ci sarà mai nulla di più eternamente attuale e universale dei contenuti della musica dei compositori oggi divenuti "immortali".

Le composizioni immortali fanno parte dell'inconscio collettivo della civiltà umana, sono "archetipi", pre-esistenti all'atto della composizione stessa.
(ok, stiamo andando troppo sul "difficile", sia per te che per Allevi)

Queste parole di Allevi dimostrano che non solo non sa nulla di musica, ma che non sa niente neppure di filosofia e di cultura in senso generale.
(Memorizzare e comprendere sono due funzioni diverse)

IGNORANTE! Allevi sei una vergogna nazionale.


Certo che dare dell'incompetente musicale ad uno che è diplomato in Composizione col massimo dei voti al Verdi di Milano e dell'ignorante ad un laureato con lode in filosofia, mi fa pensare, Davide...
che tu appartenga alla famosa schiera dei soggetti di cui parla Umberto Eco.
Wink
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #28 - 07. Jan 2018 at 19:02
Print Post Print Post  

radicchio wrote on 07. Jan 2018 at 19:00:
Certo che dare dell'incompetente musicale ad uno che è diplomato in Composizione col massimo dei voti al Verdi di Milano e dell'ignorante ad un laureato con lode in filosofia, mi fa pensare, Davide...
Che tu appartenga alla famosa schiera dei soggetti di cui parla Umberto Eco.
Wink



Meglio essere folli con le proprie idee che essere sani con le idee degli altri.


(Per come sottolinei sempre titoli e blasoni, dimostri di non essere mai stato in un Conservatorio o in un'università... e di non sapere nulla della vita in generale)
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #29 - 07. Jan 2018 at 19:10
Print Post Print Post  
Sarei curioso di vedere se Umberto Eco avrebbe difeso chi si preoccupa della corretta conservazione e divulgazione della cultura classica o se avrebbe invece applaudito Allevi che irride e che dà del vecchio cretino a Beethoven, dicendo che tutta la cultura classica è vecchio ciarpame che ha fatto il suo tempo.


Da quel che risulta, Eco era un cultore della classicità, chiamato "l'uomo enciclopedia"...


Chissà se preferiva Allevi a Beethoven.


  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #30 - 07. Jan 2018 at 19:25
Print Post Print Post  
Di cosa ti preoccupi? Mi chiedo...
Lui stesso dà ad intendere che è un reietto, un isolato.
Non gli è stato affidato nessun ruolo istituzionale, non ha agganci politici, non si vede più in giro, e soprattutto, non ha creato una scuola, un nucleo di altri giovani compositori che condividessero la stessa estetica (forse perché troppo impegnativa...)
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #31 - 07. Jan 2018 at 19:30
Print Post Print Post  

radicchio wrote on 07. Jan 2018 at 19:25:
Di cosa ti preoccupi? Mi chiedo...
Lui stesso dà ad intendere che è un reietto, un isolato.
Non gli è stato affidato nessun ruolo istituzionale, non ha agganci politici, non si vede più in giro, e soprattutto, non ha creato una scuola, un nucleo di altri giovani compositori che condividessero la stessa estetica (forse perché troppo impegnativa...)



Mi preoccupo, è il sale della democrazia.

"I care" scriveva Don Lorenzo Milani.


Allevi senza forti aggangi e influenze (tutti ben documentati), ora come ora sarebbe (forse) a pulire i pavimenti degli uffici delle Poste.

Mi spiace, ma ha ragione un suo diretto collega di lavoro: Allevi sei un paraculo.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #32 - 07. Jan 2018 at 19:45
Print Post Print Post  
Bè...io allora sono preoccupato per te, Davide.
Sei sicuro di star bene?
L'unica "forza" di Allevi è l'affetto dei fan, che democraticamente lo seguono.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #33 - 07. Jan 2018 at 19:52
Print Post Print Post  
L'unica forza di Allevi è l'arroganza di credere d'essere chi non è: un genio.
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #34 - 07. Jan 2018 at 20:35
Print Post Print Post  
Allevi arrogante?????!!!
Stiamo parlando della stessa persona?
Ai suoi concerti sembra chiedere scusa al pubblico per la sua stessa presenza.
Ma che dici Davide!!!
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #35 - 07. Jan 2018 at 20:40
Print Post Print Post  
La mia impressione, Davide, è che tu sia un hater.
Criticherai ad oltranza qualunque cosa!
Allevi beve il cappuccino? Vergogna! Tutte quelle povere mucche munte.
Allevi ha scritto un concerto per pianoforte? Fa schifo.
Allevi ha il cappello? Vergogna! È un'offesa per tutti quelli che il cappello non ce l'hanno.
Relax per favore  Smiley
  
Back to top
 
IP Logged
 
Davide.
Full Member
***
Offline


W Pianoforum!

Posts: 185
Joined: 14. Feb 2016
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #36 - 08. Jan 2018 at 01:14
Print Post Print Post  
La prima gallina che canta è quella che ha fatto l'uovo... hater lo sarai tu.



Il tuo gioco è sin troppo chiaro:


cerchi di fare proselitismo (e pubblicità?) ad oltranza, evitando ogni argomentazione che metta in scacco le tue posizioni.


Non appena si espone qualcosa a cui non sai rispondere, molto beatamente "sorvoli" come se nulla fosse.


Da anni lo fai e lo puoi fare solo qui, in rete. Dal vivo saresti spernacchiato a scena aperta.




Per questa ragione tu e Allevi siete rimasti soli:


ve le cantate e ve le suonate, sparando a zero su tutto e tutti, senza rispetto per i sentimenti e i gusti altrui.



La gente si è stancata di questo teatro. La gente si è stancata di questo vostro delirio da frustrazione.



La gente si è stancata delle continue frecciatine da maniaco bipolare che vuole convincere il mondo intero d'essere il genio incompreso più grande della storia, quando non sa nemmeno la pronuncia del nome dei filosofi che cita.



Siamo stanchi di questi comportamenti vergognosi e ci arrabbiamo.




Allevi è finissimo maestro d'odio e tu lo stai seguendo da bravo e diligente discepolo.


Bravo, continua così.



  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #37 - 08. Jan 2018 at 10:01
Print Post Print Post  
Cerco di interpretare in positivo le tue parole, e devo darti ragione su tutto.
Giovanni Allevi è uscito di scena già da qualche anno. Si vede ancora in qualche trasmissione televisiva fuori contesto, a tarda notte.
L'ordine è salvo, e ti assicuro che "la gente" ha altri problemi per la testa che questioni estetiche.
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2160
Joined: 04. Mar 2010
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #38 - 08. Jan 2018 at 15:58
Print Post Print Post  
Allevi sta facendo il lavoro per cui ha studiato, e pensare che senza appoggi avrebbe fatto il "lava cessi" non solo è sbagliato ma è pure offensivo nei confronti di tutti i laureati/diplomati d'Italia... anche l'ultimo dei diplomati al conservatorio merita di avere una possibilità di lavoro nel campo della musica anche solo per avere fatto un percorso, poi esiste la fortuna e  la capacità di vendere un prodotto....

Rispondo a Radicchio: il fatto che  non è così facile che vengano eseguiti i brani dei compositori di oggi non è colpa di Beethoven o Mozart ma di molti fattori tra cui il fatto che molti esecutori ritengono che  la musica classica si sia fermata al massimo con Stravinsky... e per il fatto che gli esecutori di oggi (bravissimi esecutori) spesso non sono capaci di improvvisare e quindi non capiscono fino in fondo il lavoro dei compositori, ma anche per il fatto che molti si chiudono in campane di vetro cercando di evitare "contaminazioni" , non ascoltano musica POP, e quindi non hanno una visione completa del mondo della musica
  
Back to top
 
IP Logged
 
radicchio
God Member
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 790
Joined: 22. Sep 2011
Re: Allevi - Piano Concerto n.1
Reply #39 - 08. Jan 2018 at 16:42
Print Post Print Post  
Bravissimo!
E aggiungo: molti interpreti preferiscono eseguire Rachmaninov o Beethoven piuttosto che i giovani contemporanei perché c'è una mentalità, per la quale la musica di valore è solo quella del passato.
Una mentalità ottusa che finisce per penalizzare le nuove energie creative.
La piccola rivoluzione culturale che Allevi, totalmente incompreso e frainteso, sta nel riportare all'attenzione dei media la necessità di scrivere una musica nuova, ma non una musica qualsiasi, una musica che utilizza le stesse forme della tradizione classica.
È un proposito molto bello, che nessuno fino ad ora aveva mai portato avanti.
  
Back to top
 
IP Logged
 
Page Index Toggle Pages: 1 [2] 3 4 5
Send Topic Send Topic Print Print