Hot Topic (More than 10 Replies) Lang Lang metodo (Read 364 times)
occhibelli
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 374
Joined: 25. Apr 2010
Lang Lang metodo
11. Nov 2017 at 18:53
Print Post Print Post  
Avete visto su YouTube il metodo di Lang Lang?
Sapete se c'è una versione in italiano?
Grazie  Kiss
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2039
Joined: 04. Mar 2010
Re: Lang Lang metodo
Reply #1 - 12. Nov 2017 at 11:42
Print Post Print Post  
Ho provato a vedere, ma c'è solo in lingua inglese in vendita su i vari siti specializzati...

  
Back to top
 
IP Logged
 
occhibelli
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 374
Joined: 25. Apr 2010
Re: Lang Lang metodo
Reply #2 - 12. Nov 2017 at 12:56
Print Post Print Post  
Grazie anch'io ho trovato così,  cosa ne pensi?
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2039
Joined: 04. Mar 2010
Re: Lang Lang metodo
Reply #3 - 12. Nov 2017 at 13:05
Print Post Print Post  
Personalmente non l'ho visto il metodo ma avendo visto qualche video su youtube con lezioni di Lang Lang posso dire che preferisco i metodi più tradizionali, non è assolutamente scontato il fatto che se uno è un grande pianista allora è anche un gran didatta anzi...
  
Back to top
 
IP Logged
 
Orfeo
God Member
*****
Offline



Posts: 710
Joined: 12. Jun 2012
Gender: Male
Re: Lang Lang metodo
Reply #4 - 20. Nov 2017 at 10:05
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 12. Nov 2017 at 13:05:
Personalmente non l'ho visto il metodo ma avendo visto qualche video su youtube con lezioni di Lang Lang posso dire che preferisco i metodi più tradizionali, non è assolutamente scontato il fatto che se uno è un grande pianista allora è anche un gran didatta anzi...


D'accordo con te Andrea. Con la precisazione che Lang Lang è sicuramente molto dotato da un punto di vista "meccanico", ma è piuttosto carente dal punto di vista interpretativo. Il didatta - sia che lo faccia a tempo pieno o meno - deve essere dotato soprattutto di capacità interpretative. Mi viene in mente Alfred Cortot, sicuramente non bravo tecnicamente come Lang Lang, ma pianista e didatta molto superiore al cinese in virtù delle sue capacità di magnifico interprete.

Consiglio personale: ricordatevi che sapere suonare bene il pianoforte non significa sapere muovere velocemente e precisamente le dita sui tasti (quasi tutti i pianisti di oggi sono molto ferrati in questo), bensì entrare nello spirito di ciò che si suona, sapendone evocare le caratteristiche salienti attraverso la propria sensibilità. In questo i pianisti di oggi sono - mediamente - meno preparati di buona parte di quelli del passato.
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2039
Joined: 04. Mar 2010
Re: Lang Lang metodo
Reply #5 - 21. Nov 2017 at 18:49
Print Post Print Post  
Concordo, i motivi per cui i pianisti di oggi sono meno preparati dal punto di vista dell'interpretazione credo sia dovuto ad alcuni fattori:

1) repertori troppo ampi, da preparare in poco tempo

2) poco tempo dedicato all'analisi (sopratutto lavorando sulla forma e la divisione in frasi, poi l'armonia) del pezzo da preparare

3) incapacità di immaginnazione
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2632
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Lang Lang metodo
Reply #6 - 24. Nov 2017 at 01:16
Print Post Print Post  
Gent.mi (Andrea ed Orfeo), chiedo a voi che concordi siete:

in cosa il "Lang Lang metodo" è particolarmente fallace?

Lasciando andar, se possibile per un fugace momento, le carenze interpretative del pianista cinese.

Ed inoltre:

andreavezzoli wrote on 12. Nov 2017 at 13:05:
[alle] lezioni di Lang Lang posso dire che preferisco i metodi più tradizionali


Ovver: a quali di questi ti riferisci?

andreavezzoli wrote on 12. Nov 2017 at 13:05:
non è assolutamente scontato il fatto che se uno è un grande pianista allora è anche un gran didatta anzi...


Codesta è sicura verità, e cosa ben risaputa et acclarata al tempo che fu.

Ovviamente è vero pur il contrario!

Certo se un povero allievo capita sotto le grinfie di un pessimo pianista et pur scarso didatta... Tongue

per il discente saran "Più pene che pane" Sad (evitiamo scurrili giochetti di parole Grin)


Cordiali saluti




  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2039
Joined: 04. Mar 2010
Re: Lang Lang metodo
Reply #7 - 24. Nov 2017 at 11:02
Print Post Print Post  
Per i metodi tradizionali io mi riferisco in primo luogo:
alle invenzioni a 2 voci e le sinfonie a 3 voci di Bach, e poi al clavicembalo ben temperato, cioè credo che si debbano trovare dei pezzi che possano avere la doppia funzione di "studio" e di pezzo di vera musica.

Poi per i metodi veri e propri io opterei per il rossomandi, qualche studio dal Czerny e l'hanon (non voglio riaprire però l'ennesimo dilemma...)

Trovo il metodo Lang Lang troppo "facilone" , troppo "lento" , forse adatto a chi vuole studiare il piano per diletto... ma poi si dovrebbe arrivare al dunque, al concreto, per esempio il Beyer secondo me arriva più velocemente al sodo, senza tralasciare nulla... 
Se avessi utilizzato il metodo Lang Lang quando imparai i primi rudimenti dello strumento, avrei portato  minimo 10 esercizi per lezione, e forse mi sarei pure annoiato  di non arrivare a fare qualcosa di "musicale"...
Poi questi giochi di alternanza tra forte e piano, che potrebbero essere utili, così come messi servono solamente a far divertire il bambino...

Poi, personalmente ritengo i pezzi più avanzati del metodo, sostituibili con i più belli e vari pezzi del microcosmos di Bartok...

  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2632
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Lang Lang metodo
Reply #8 - 25. Nov 2017 at 23:16
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 24. Nov 2017 at 11:02:
l'hanon (non voglio riaprire però l'ennesimo dilemma...)

Gent.mo Andrea, non temere: il mitico rimarrà in eterno Wink

Ed alla fine noi tutti lo soneremo con precisione et grande sentimento Cheesy

Comunque, mi procurerò il "Lang Lang metodo", così per curiosità.

Grazie della risposta.


Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Orfeo
God Member
*****
Offline



Posts: 710
Joined: 12. Jun 2012
Gender: Male
Re: Lang Lang metodo
Reply #9 - 27. Nov 2017 at 16:58
Print Post Print Post  
10dita wrote on 25. Nov 2017 at 23:16:
[quote author=000F0513040017041B1B0E0D08610 link=1510426405/7#7 date=1511521369]

Comunque, mi procurerò il "Lang Lang metodo", così per curiosità.



Una volta che hai sperimentato tale metodo comunicaci le tue impressioni. Ammetto di avere delle riserve su Lang Lang, in considerazione delle sue capacità interpretative. Che trovo molto povere.

Da richteriano di ferro giudico l'aspetto interpretativo di un brano musicale come qualcosa di sacro. Le interpretazioni di Lang Lang hanno davvero poco di sacro.

Ritornando però sull'argomento, ossia sul giudizio dei vari metodi, confesso di non essere un fanatico di questi strumenti. Riconosco loro una certa utilità, a piccole dosi. Dopodiché più che affidarsi ai vari "metodi", i musicisti dovrebbero trovare autonomamente il proprio metodo e il proprio suono.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2632
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Lang Lang metodo
Reply #10 - 01. Dec 2017 at 00:16
Print Post Print Post  
Orfeo wrote on 27. Nov 2017 at 16:58:
Una volta che hai sperimentato tale metodo comunicaci le tue impressioni.


Gent.mo, non mancherò.

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
occhibelli
Senior Member
****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 374
Joined: 25. Apr 2010
Re: Lang Lang metodo
Reply #11 - 01. Dec 2017 at 14:18
Print Post Print Post  
Grazie attendiamo Roll Eyes
  
Back to top
 
IP Logged