Hot Topic (More than 10 Replies) Come preparare e studiare un pezzo? (Read 639 times)
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2205
Joined: 04. Mar 2010
Come preparare e studiare un pezzo?
03. Jul 2018 at 17:14
Print Post Print Post  
Prendendo spunto da un post riguardante la prima ballata di Chopin propongo questa discussione in cui trattare un argomento che ritengo cruciale per ogni musicista: Come preparare e studiare un pezzo? quante e quali fasi sono necessarie? quando ritenere che un pezzo sia "pronto".

Provo a delineare un possibile schema delle fasi necessarie:

1) lettura a prima vista per approcciarsi al brano

2) analisi armonico-formale del pezzo (le analisi già pronte non aiutano a farsi un'idea personale del pezzo)

3) studio globale

4) studio delle battute che necessitano più approfondimento per via della difficoltà tecnica o di interpretazione

5) sedimentazione: fase in cui si lascia il pezzo per qualche giorno in modo da far emergere eventuali idee interpretative

6) ripresa del pezzo e affinamento finale

7) esecuzione/esame/saggio/incisione
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1078
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #1 - 03. Jul 2018 at 20:32
Print Post Print Post  

io, che la lettura a prima vista non la so fare Tongue Embarrassed  con il mio misero livello, attualmente procedo così :


1) Delimitazione della parte, o delle battute, con cui iniziare

2) Scelta della diteggiatura.
La mia "prima lettura" è praticamente in questa fase, ora che la diteggiatura si fa insieme al maestro (l'insegnante precedente me la forniva già pronta e servita, provata ovviamente sulle mani sue Angry ). Da quando faccio questo lavoro insieme al maestro, mi si è aperto un mondo. Già in questa fase capisco tante cose. Riflettiamo insieme sul fraseggio. A volte valutiamo più opzioni ed allora le provo tutte finché trovo l'opzione che mi piace di più. Spesso eventuali problemi tecnici sono già risolti prima ancora di iniziare.

3) Impostazione del pezzo
ovvero: note, ritmo e tenuta del tempo in modo corretto. Non troppo stress sui dettagli interpretativi, a meno che non vengano già spontaneamente. Se in alcuni punti vengono già da sé, ovviamente si lasciano Grin

4) Aggiunta di una nuova parte. Stesso lavoro dei punti precedenti.

5) Unione delle varie parti

6) Studio un po' più approfondito a livello musicale ed interpretativo

7) Pronto per esecuzione?  Huh
MAI  Grin

  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2720
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #2 - 03. Jul 2018 at 21:25
Print Post Print Post  

Gent.mo Andrea, ho dei dubbi sui seguenti punti:

andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
3) studio globale

Cosa intendi Undecided

andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
7) esecuzione/esame/saggio/incisione

La preparazione può (deve) esser diversa in base alle differenti finalità sopra indicate? Particolarmente riguardo alla "incisione". Stante ovviamente i criteri oggettivi imprescindibili.

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 626
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #3 - 03. Jul 2018 at 21:43
Print Post Print Post  
Zabrina wrote on 03. Jul 2018 at 20:32:
2) Scelta della diteggiatura.
La mia "prima lettura" è praticamente in questa fase, ora che la diteggiatura si fa insieme al maestro (l'insegnante precedente me la forniva già pronta e servita, provata ovviamente sulle mani sue Angry ). Da quando faccio questo lavoro insieme al maestro, mi si è aperto un mondo. Già in questa fase capisco tante cose. Riflettiamo insieme sul fraseggio. A volte valutiamo più opzioni ed allora le provo tutte finché trovo l'opzione che mi piace di più. Spesso eventuali problemi tecnici sono già risolti prima ancora di iniziare.

Punto importantissimo  Wink
  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 626
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #4 - 03. Jul 2018 at 21:46
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
4) studio delle battute che necessitano più approfondimento per via della difficoltà tecnica o di interpretazione

Alla fine lo studio dovrebbe concentrarsi tutto lì.
  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2205
Joined: 04. Mar 2010
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #5 - 05. Jul 2018 at 15:42
Print Post Print Post  
10dita wrote on 03. Jul 2018 at 21:25:
Gent.mo Andrea, ho dei dubbi sui seguenti punti:

andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
3) studio globale

Cosa intendi Undecided

andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
7) esecuzione/esame/saggio/incisione

La preparazione può (deve) esser diversa in base alle differenti finalità sopra indicate? Particolarmente riguardo alla "incisione". Stante ovviamente i criteri oggettivi imprescindibili.


Per "studio globale" intendo il momento in cui, dopo aver dato una prima lettura al pezzo, si studia il brano nella sua "macrostruttura" per averne una visione d'insieme prima di scendere nei dettagli per curare i passaggi più difficili.

Ritengo che la modalità di studio possa variare a seconda dell'obbiettivo finale, non tanto nella successione delle fasi di studio, ma (per esempio per l'incisione) debba concentrarsi su aspetti diversi:
se si studia per un concerto specifico si dovrà tener conto del luogo in cui avverrà e quindi studiare il pezzo tenendo in considerazione eventuali problemi di acustica, se si va in studio di registrazione bisognerà curare maggiormente quei dettagli che in esecuzione live non  verrebbero percepiti ma che riascoltando più volte la registrazione invece diventerebbero dei piccoli "nei", col vantaggio che in sala d'incisione si può registrare per step successivi per poi montare il tutto scegliendo i passaggi venuti meglio.

L'aspetto della diteggiatura che Zabrina ha giustamente messo in luce è importante Smiley, è un aspetto da non sottovalutare anche se abbiamo esempi di pianisti che non segnano quasi nulla sullo spartito a livello di dita... e poi ottengono ottimi risultati.
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2205
Joined: 04. Mar 2010
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #6 - 05. Jul 2018 at 15:44
Print Post Print Post  
tgdigit wrote on 03. Jul 2018 at 21:46:
andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
4) studio delle battute che necessitano più approfondimento per via della difficoltà tecnica o di interpretazione

Alla fine lo studio dovrebbe concentrarsi tutto lì.


Non ritieni che concentrandosi solamente sui passaggi più "scomodi" si rischi di perdere la visione d'insieme del pezzo? e che quindi una volta ogni tanto durante lo studio dei passaggi sia bene risuonarsi l'intero pezzo per non  perdere il senso della macrostruttura?
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 626
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #7 - 05. Jul 2018 at 20:38
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 05. Jul 2018 at 15:44:
tgdigit wrote on 03. Jul 2018 at 21:46:
andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
4) studio delle battute che necessitano più approfondimento per via della difficoltà tecnica o di interpretazione

Alla fine lo studio dovrebbe concentrarsi tutto lì.


Non ritieni che concentrandosi solamente sui passaggi più "scomodi" si rischi di perdere la visione d'insieme del pezzo? e che quindi una volta ogni tanto durante lo studio dei passaggi sia bene risuonarsi l'intero pezzo per non  perdere il senso della macrostruttura?

Scherzi? Ovviamente si  Smiley.

Grazie dell'osservazione  Wink, mi ero spiegato male.

Suonare il pezzo intero una volta nella sessione di studio, si, anche una sezione, volendo, il pezzo ha bisogno di sedimentarsi bene deve crescere pian piano, deve avere una sua coerenza globale, per trovarla ci vuole tempo.

Ribadisco però come ho detto lavorare, studiare bene le parti più scomode, è lì che si concentra lo studio, parti scomode che sono frazioni anche infinitesimali dell'intera partitura anche una misura, anche solo 2 note, perbacco  Smiley.

E' la parte più difficile questa, concentrarsi su singoli elementi del puzzle e studiarle finchè non sono ok, senza ripetere inutilmente il brano da inizio, grossolano errore in cui si potrebbe facilmente incappare.

  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 626
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #8 - 05. Jul 2018 at 20:43
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 05. Jul 2018 at 15:42:
L'aspetto della diteggiatura che Zabrina ha giustamente messo in luce è importante Smiley, è un aspetto da non sottovalutare anche se abbiamo esempi di pianisti che non segnano quasi nulla sullo spartito a livello di dita... e poi ottengono ottimi risultati.


Vai tranquillo che se le parti erano ostiche avrà di sicuro provato soluzioni con varie diteggiature anche se poi non le segnerà  Wink
  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2720
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #9 - 07. Jul 2018 at 13:47
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 05. Jul 2018 at 15:42:
Per "studio globale" intendo il momento in cui, dopo aver dato una prima lettura al pezzo, si studia il brano nella sua "macrostruttura" per averne una visione d'insieme prima di scendere nei dettagli per curare i passaggi più difficili.

Ritengo che la modalità di studio possa variare a seconda dell'obbiettivo finale, non tanto nella successione delle fasi di studio, ma (per esempio per l'incisione) debba concentrarsi su aspetti diversi:
se si studia per un concerto specifico si dovrà tener conto del luogo in cui avverrà e quindi studiare il pezzo tenendo in considerazione eventuali problemi di acustica, se si va in studio di registrazione bisognerà curare maggiormente quei dettagli che in esecuzione live non  verrebbero percepiti ma che riascoltando più volte la registrazione invece diventerebbero dei piccoli "nei", col vantaggio che in sala d'incisione si può registrare per step successivi per poi montare il tutto scegliendo i passaggi venuti meglio.

Gent.mo Andrea, grazie della risposta.

Vorrei dar una mia "versione" sul quesito proposto; purtroppo dovrebbe esser (secondo mia [consueta] "modalità" d'intervento!) molto, molto lunga et piena di citazioni Grin

Non spavento dovete aver: mi astengo Wink

Visto che le "versioni" proposte giocano su 7 punti, pur io mi adeguo a tal "regola".

I miei "sette" arriveranno a breve.

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1078
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #10 - 08. Jul 2018 at 10:30
Print Post Print Post  

andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
Come preparare e studiare un pezzo? quante e quali fasi sono necessarie? quando ritenere che un pezzo sia "pronto".

Provo a delineare un possibile schema delle fasi necessarie:

1) lettura a prima vista per approcciarsi al brano

2) analisi armonico-formale del pezzo (le analisi già pronte non aiutano a farsi un'idea personale del pezzo)

3) studio globale

4) studio delle battute che necessitano più approfondimento per via della difficoltà tecnica o di interpretazione

5) sedimentazione: fase in cui si lascia il pezzo per qualche giorno in modo da far emergere eventuali idee interpretative

6) ripresa del pezzo e affinamento finale

7) esecuzione/esame/saggio/incisione


Andrea, guardando l'ordine delle fasi da te proposte, mi vien da chiedere:

a che pro fare lo studio globale prima di mettere a posto le battute difficoltose?

Io farei l'inverso  Undecided  Anche perché una volta sistemate le battute problematiche, poi bisogna verificare se il discorso fila correttamente e coerentemente eseguendo il brano dall'inizio alla fine. Ma forse tu davi già per scontato che dopo lo studio di tali battute vi è un altro studio globale?

Alla luce di questo, mi sorge spontanea una domanda:
pensate che le fasi di preparazione siano molto diverse a seconda del livello di chi studia? O secondo voi ci sono dei punti fermi che possono essere validi per tutti?
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2720
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #11 - 08. Jul 2018 at 15:53
Print Post Print Post  
Zabrina wrote on 08. Jul 2018 at 10:30:
pensate che le fasi di preparazione siano molto diverse a seconda del livello di chi studia? O secondo voi ci sono dei punti fermi che possono essere validi per tutti?

Mia Ben Gentile, hai anticipato ciò che avrei messo in premessa ai fatidici 7 punti Wink

Un picciol esempio:

Zabrina wrote on 03. Jul 2018 at 20:32:
io, che la lettura a prima vista non la so fare Tongue Embarrassed  con il mio misero livello, attualmente procedo così

Togli "misero" Smiley
Diciamo: "attuale livello" Wink

Se attualmente non sai far ciò, come puoi soddisfare il vergato di Andrea di cui al punto 1 Undecided :

andreavezzoli wrote on 03. Jul 2018 at 17:14:
1) lettura a prima vista per approcciarsi al brano

Forse Jacques de La Palice trova qui suo terreno, però meglio puntualizzare Cheesy

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1078
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #12 - 08. Jul 2018 at 17:09
Print Post Print Post  

10dita wrote on 08. Jul 2018 at 15:53:
Zabrina wrote on 03. Jul 2018 at 20:32:
io, che la lettura a prima vista non la so fare Tongue Embarrassed  con il mio misero livello, attualmente procedo così



Se attualmente non sai far ciò, come puoi soddisfare il vergato di Andrea di cui al punto 1 Undecided :



Semplice! La fa il Maestro  Grin
il quale sempre, molto gentilmente, mi fa udir il pezzo che mi sta per affibbiar...  ehm  Embarrassed  volevo dire...  assegnare.

Dopotutto, durante tutta la preparazione c'è la collaborazione dell'insegnante (diteggiatura, correzioni, ecc...)

Forse le fasi da percorrere sono in fin dei conti le stesse, con la differenza che chi deve ancora formarsi non procede solo soletto  Undecided 
Trattasi della famosa "preparazione assistita"  Grin
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2720
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #13 - 08. Jul 2018 at 18:14
Print Post Print Post  
Zabrina wrote on 08. Jul 2018 at 17:09:
Trattasi della famosa "preparazione assistita"  Grin

Codesta battuta è mitica Smiley Smiley

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2205
Joined: 04. Mar 2010
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #14 - 10. Jul 2018 at 10:36
Print Post Print Post  

Cercherò di essere sintetico nel rispondere ai vari dubbi che il mio schema ha suscitato:

1) tale schema è solo uno dei tanti possibili ed è quello che solitamente utilizzo

2) Per Zabrina: la fase 6 la intendo come studio globale  finale, mentre il punto 3 lo vedo come momento necessario per evitare la frammentazione che uno studio troppo a "battute" potrebbe dare.

3) il livello di chi studia può influire secondo me non tanto sul numero delle fasi ma su come svolgerle, all'inizio lo studio a "spezzoni" probabilmente avrà più battute critiche, mentre ad un livello più avanzato le battute critiche diminuiranno con l'esperienza e gli spezzoni da studiare separatamente diminuiranno.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2720
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Come preparare e studiare un pezzo?
Reply #15 - 10. Jul 2018 at 16:22
Print Post Print Post  
Gent.mi, provo pur io a dar quadro molto sintetico come Gentil colleghi hanno fatto sopra.

Premessa: schema base che a mio modesto parere, salvo eventuali “accorgimenti personali” (da discutere), può esser valido per tutti.

1) Lettura (a prima vista? Sempre è a prima vista se leggi per la prima volta Cool Fatta al proprio livello, ovvissimo!) e scelta della diteggiatura (funzionale ai vari aspetti musical-tecnici ed al soggetto)

2) Organizzazione dello studio: scelta dei passaggi e frammenti, in ordine di difficoltà, da esercitare e su cui sperimentare, in base al contenuto musicale (fase che prevede ovviamente un’ analisi di tutte le componenti: armonia, forma, contesto storico etc.), il gesto pianistico scelto

3) Montaggio dei passaggi e frammenti di cui al punto 2 e collegamento delle frasi musicali fino al completamento del brano

4) Riascolto del lavoro fatto (fase autocritica) e revisione delle varie componenti se non soddisfacenti

5) Automatizzazione: ripetizioni, numericamente soggettive, per mantener nella “memoria cinetica" (usualmente si dice: "aver i passaggi nelle ditaGrin ) il lavoro svolto.

-La fase di memorizzazione (diversa dalla fase di "automatizzazione"), che deve essere “cosciente” (razionale-analitica), la vedo bene tra i punti 4 e 5; credo però sia un fatto soggettivo.


Perdonate, ma non riesco a raggiungere i fatidici 7 punti: l’essenziale è detto, a mio modestissimo parer, in  codesti 5 punticini.

Poi chi più ne ha più ne metta Cheesy

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged