Hot Topic (More than 10 Replies) Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000 (Read 202 times)
ibachnew
New Member
*
Offline


ex Ibach13

Posts: 27
Location: Torino [Italy]
Joined: 18. Apr 2016
Gender: Male
Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
09. Sep 2018 at 21:09
Print Post Print Post  
Qualcuno di voi ricorda [io per sentito dire] della tenda nera che separava il concorrente dalla giuria nei concorsi di circa mezzo secolo fa?
Ebbene al fine di realizzare il “concorso perfetto” qualcosa del genere sta tornando.
Nel prossimo concorso JURIES IN COMPETITION PIANO COMPETITION del Mozarteum University Salzburg ci saranno tre giurie:
- due di queste assisteranno alle prove nel modo consueto ascoltando e vedendo i concorrenti che suonano su un Boesendofer 280VC equipaggiato con Enspire Pro System [analogo del Disklavier]
- una terza giuria si trovera’ invece in un’altra sala e ascoltera’ un secondo Boesendofer 280VC sempre dotato di EPSystem e “panchetta vuota” ma “pilotato” in rete dal pianoforte su cui suona il concorrente …

https://www.moz.ac.at/en/kunst/jic/

PS - ho scelto questa sezione perche’ la notizia mi sembra rilevante dal punto di vista del costume e non vuole essere un semplice annuncio di concorso
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2705
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #1 - 09. Sep 2018 at 22:33
Print Post Print Post  
Gent.mo, anche io per sentito dire.

"A questo concorso [Concorso di Ginevra 1939] i partecipanti suonavano dietro ad un paravento e la giuria li distingueva dal numero loro assegnato. Ciro ebbe il numero 7."

(da "Vita con Ciro", di Giuliana Benedetti Michelangeli)

Sarà interessante confrontare i giudizi delle due giurie che vedono con quella "cieca" Smiley

Grazie della segnalazione Smiley

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1101
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #2 - 11. Sep 2018 at 10:08
Print Post Print Post  

ibachnew wrote on 09. Sep 2018 at 21:09:
- una terza giuria si trovera’ invece in un’altra sala e ascoltera’ un secondo Boesendofer 280VC sempre dotato di EPSystem e “panchetta vuota” ma “pilotato” in rete dal pianoforte su cui suona il concorrente …



La giuria "non vedente" ascolterà la stessa esecuzione?  Huh
Ma perché addirittura sono due le giurie che giudicheranno ascoltando e guardando i concorrenti? Mi sfugge il motivo di questa scelta  Huh
  
Back to top
 
IP Logged
 
ibachnew
New Member
*
Offline


ex Ibach13

Posts: 27
Location: Torino [Italy]
Joined: 18. Apr 2016
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #3 - 11. Sep 2018 at 15:33
Print Post Print Post  
Certo! tutte le giurie ascoltano contemporaneamente la stessa esecuzione: il sistema permette infatti di far suonare contemporaneamente un numero in teoria illimitato di pianoforti posti in luoghi diversi del globo [se la rete e' abbastanza veloce...]
Perche' 2 giurie "vedenti"? Non saprei! magari nell'ipotesi di  vedere che i giudizi delle due giurie vedenti sono tra loro piu' simili di quello della giuria non vedente? Boh ...

A mio avviso comunque, se si vuole veramente il "concorso perfetto", ci si dovrebbe assicurare che non ci siano contatti di alcun tipo tra le varie giurie e direi tra i diversi giurati; in pratica ogni giurato in una cabina in cui non vede e non sente gli altri giurati!?!?
Sappiamo bene che un gesto qualsiasi [di disappunto o di assenso] potrebbe condizionare gli altri

Io sono comunque scettico sull'operazione perche' basta ascoltare lo stesso brano suonato da super-pianisti diversi per rendersi conto che agogiche, dinamiche e quant'altro possono differire di molto e quindi ben diversi saranno i loro giudizi sulle varie interpretazioni
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 599
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #4 - 11. Sep 2018 at 17:05
Print Post Print Post  
Bè se cerchiamo la perfezione allora non la troveremo mai:

Se suoniamo 2 pianoforti della stessa marca e modello ci accorgiamo delle differenze Smiley.

Dunque, anche se il sistema di riproduzione sul pianoforte "copia" fosse perfetto, l'esecuzione non potrebbe essere uguale proprio perchè il pianoforte che suona NON è lo stesso.

Vogliamo poi parlare dell'ambiente, anch'esso diverso tra l'originale e la copia?
Anche per questo motivo il risultato acustico è sicuramente diverso, probabilmente il pianista sull'altro pianoforte suonerebbe in modo diverso proprio perchè questo glielo suggerisce il pianoforte diverso e l'acustica della sala diversa.

Ma vogliamo parlare dei mille meccanismi che farebbero azionare i movimenti sul pianoforte "copia" (che copia non è), con le loro mille tolleranze, che sicuramente modificano l'esecuzione rispetto all'originale e, ripeto, in un pianoforte diverso e in una sala acusticamente diversa.

Mi fermo qui e ometto di parlare d'altro, per esempio del contesto che è anch'esso diverso  Smiley.
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2705
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #5 - 11. Sep 2018 at 18:51
Print Post Print Post  
Gent.mi, pur apprezzando il tentativo (tecnologico), concordo con lo scetticismo palesato nei post appena sopra.

ibachnew wrote on 11. Sep 2018 at 15:33:
A mio avviso comunque, se si vuole veramente il "concorso perfetto", ci si dovrebbe assicurare che non ci siano contatti di alcun tipo tra le varie giurie e direi tra i diversi giurati; in pratica ogni giurato in una cabina in cui non vede e non sente gli altri giurati!?!?
Sappiamo bene che un gesto qualsiasi [di disappunto o di assenso] potrebbe condizionare gli altri

Codesta cosa enunciata in quoto sarebbe interessante Smiley

Ma poi: non sarebbe più semplice tornar alla "tenda nera"?
Credo meno costosa Cheesy

E tutti i concorrenti sul medesimo istrumento.

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 599
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #6 - 11. Sep 2018 at 19:41
Print Post Print Post  
10dita wrote on 11. Sep 2018 at 18:51:
Gent.mi, pur apprezzando il tentativo (tecnologico), concordo con lo scetticismo palesato nei post appena sopra.

ibachnew wrote on 11. Sep 2018 at 15:33:
A mio avviso comunque, se si vuole veramente il "concorso perfetto", ci si dovrebbe assicurare che non ci siano contatti di alcun tipo tra le varie giurie e direi tra i diversi giurati; in pratica ogni giurato in una cabina in cui non vede e non sente gli altri giurati!?!?
Sappiamo bene che un gesto qualsiasi [di disappunto o di assenso] potrebbe condizionare gli altri

Codesta cosa enunciata in quoto sarebbe interessante Smiley

E come faresti ad isolare i giurati gli uni dagli altri e contemporaneamente ascoltare il pianoforte in sala???
Non dirmi con un sistema di diffusione del suono all'interno delle cabine però, perchè non faresti che peggiorare la situazione  Cheesy.

A questo punto la tenda nera è molto meglio rispetto a soluzioni dove la tecnologia diventerebbe un inutile costo in quanto peggiorerebbe le cose.

Mi viene da pensare che l'iniziativa sia del tutto sbagliata  Smiley.
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
Zabrina_BT
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 1101
Joined: 10. Nov 2013
Gender: Female
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #7 - 11. Sep 2018 at 20:13
Print Post Print Post  

ibachnew wrote on 09. Sep 2018 at 21:09:
un Boesendofer 280VC equipaggiato con Enspire Pro System [analogo del Disklavier]

ibachnew wrote on 11. Sep 2018 at 15:33:
il sistema permette infatti di far suonare contemporaneamente un numero in teoria illimitato di pianoforti posti in luoghi diversi del globo [se la rete e' abbastanza veloce...]

tgdigit wrote on 11. Sep 2018 at 19:41:
A questo punto la tenda nera è molto meglio rispetto a soluzioni dove la tecnologia diventerebbe un inutile costo in quanto peggiorerebbe le cose.



In effetti...  riflettendo su quanto sopra...  Ho il sospetto che il marchingegno tecnologico non sia stato creato al fine di realizzare il "concorso perfetto"  Lips Sealed  bensì che si sia cercato (forse anche un po' forzatamente) in quale contesto pianistico il marchingegno avrebbe potuto trovare una certa utilità  Wink

Comunque sia (tenendo presente le variabili dovute a strumento ed acustica diversa) è un esperimento sicuramente interessante.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2705
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #8 - 11. Sep 2018 at 21:10
Print Post Print Post  
tgdigit wrote on 11. Sep 2018 at 19:41:
  
E come faresti ad isolare i giurati gli uni dagli altri e contemporaneamente ascoltare il pianoforte in sala???
Non dirmi con un sistema di diffusione del suono all'interno delle cabine però, perchè non faresti che peggiorare la situazione  Cheesy.

Gent.mo, non certo come hai vergato ciò nel quoto! Certo che no Tongue

Facciam così: cappuccio nero che cela il volto dei giurati Grin

In linea con la "tenda nera" Cheesy

Comunque, l'esito di codesto concorso mette assai curiosità addosso!

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 599
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #9 - 11. Sep 2018 at 21:29
Print Post Print Post  
10dita wrote on 11. Sep 2018 at 21:10:
tgdigit wrote on 11. Sep 2018 at 19:41:
  
E come faresti ad isolare i giurati gli uni dagli altri e contemporaneamente ascoltare il pianoforte in sala???
Non dirmi con un sistema di diffusione del suono all'interno delle cabine però, perchè non faresti che peggiorare la situazione  Cheesy.

Gent.mo, non certo come hai vergato ciò nel quoto! Certo che no Tongue

Facciam così: cappuccio nero che cela il volto dei giurati Grin

In linea con la "tenda nera" Cheesy

Il cappuccio impedirebbe ai giurati di prendere appunti durante la prova e li obbligherebbe alla scomodità (oltre che al ridicolo) di togliere e mettere il cappuccio a fine e inizio prova  Smiley.

Sempre meglio la tenda (for me) Smiley.
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2705
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #10 - 11. Sep 2018 at 21:57
Print Post Print Post  
tgdigit wrote on 11. Sep 2018 at 21:29:
Il cappuccio impedirebbe ai giurati di prendere appunti durante la prova e li obbligherebbe alla scomodità (oltre che al ridicolo) di togliere e mettere il cappuccio a fine e inizio prova  Smiley.

Gent.mo, ok.
Allor niente cappuccio.

Ma almen un separè, così non si vedono le reazioni  Wink

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 599
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #11 - 12. Sep 2018 at 07:25
Print Post Print Post  
10dita wrote on 11. Sep 2018 at 21:57:
tgdigit wrote on 11. Sep 2018 at 21:29:
Il cappuccio impedirebbe ai giurati di prendere appunti durante la prova e li obbligherebbe alla scomodità (oltre che al ridicolo) di togliere e mettere il cappuccio a fine e inizio prova  Smiley.

Gent.mo, ok.
Allor niente cappuccio.

Ma almen un separè, così non si vedono le reazioni  Wink

Cordiali saluti

Ok per il separè, ma con pareti in tessuto leggero, così il suono non ci rimbalza  Wink
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
ibachnew
New Member
*
Offline


ex Ibach13

Posts: 27
Location: Torino [Italy]
Joined: 18. Apr 2016
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #12 - 12. Sep 2018 at 09:18
Print Post Print Post  
naturalmente non pensavo a cabine chiuse!
esattamente a qualcosa tipo separe'

la fantasia non ha limiti ...
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 599
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #13 - 12. Sep 2018 at 10:37
Print Post Print Post  
ibachnew wrote on 12. Sep 2018 at 09:18:
naturalmente non pensavo a cabine chiuse!
esattamente a qualcosa tipo separe'

la fantasia non ha limiti ...

Se rileggi sopra, hai scritto: "ogni giurato in una cabina in cui non vede e non sente gli altri giurati".
Con un separè mi sembra difficilino ottenere ciò Smiley, a meno di non chiudere tutto, come fosse appunto una cabina o usando delle pareti almeno in parte acusticamente isolanti.
Altrimenti spiega come faresti. Come sarebbe fatto questo separè?
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2176
Joined: 04. Mar 2010
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #14 - 12. Sep 2018 at 11:22
Print Post Print Post  
Personalmente non sono così sicuro che sia meglio per i giurati essere "blindati" per non vedere le reazioni degli altri membri e non vedere il pianista suonare.
Ricordiamoci che quando poi i vincitori del concorso dovranno esibirsi in concerti il pubblico terrà conto non solo di come suonano ma anche di come si pongono è normale che l'espressione facciale, gli eventuali movimenti possano influenzare la giuria ma in qualche modo anche queste cose fanno parte dell'esibizione.

Però avere due giurie una che vede e l'altra no potrebbe essere un bel compromesso.
  
Back to top
 
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2705
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #15 - 12. Sep 2018 at 12:53
Print Post Print Post  
Gent.mi, apprezzabile tutto quanto può render il giudizio il più oggettivo possibile: per quanto possibile! Appunto!

Se si pensa che Michelangeli al Concorso di Bruxelles [1938] (in  "Vita con Ciro", di Giuliana Benedetti Michelangeli, ed. Ermitage, pag. 25):

Non vinse, riuscì settimo […] Elisabetta del Belgio […] presiedeva il Concorso […] volle conoscere il motivo per cui il giovane  era stato retrocesso, quando tutti [alla fine del libro son riportate tutte le recensioni entusiastiche, e della critica e del pubblico) avevano decretato che fosse il vincitore […] Scoprì che un membro della giuria gli aveva dato “zero”. E ora non chiedetemi chi fosse, perché non amo far i nomi. Mi limito a dire che si trattava di un notissimo pianista italiano.

Il “notissimo pianista italiano” era…meglio non far nomi! Grin

E si ricorda che “In Italia non vinse mai un concorso” (op. cit. pag. 24).

Certo bisogna anche considerare il contesto “storico”, come ben evidenzia Rattalino (in “Da Clementi a Pollini” ed. Ricordi, pag. 340:

Benedetti Michelangeli, negli anni 40, venne ritenuto in Italia pianista <<moderno>> e in quanto tale fu difeso da A. Casella contro chi lo giudicava freddo e manierato.”.

Anche Brendel conquistò sol il terzo premio nel Concorso Busoni nel 1949.

E parliamo di Artisti che han fatto la storia del pianismo.

Comunque, i Grandi Concorsi hanno portato bene o male sempre alla luce grandi Artisti, ed nomi ben sappiam, del passato e del presente.

Ergo, tende o non tende, giurie “cieche” o “vedenti” o altre diavolerie, tranne qualche caso di artista “incompreso” (possiam anche ammetterlo, almen “statisticamente"!) , alla fine i “conti” tornano sempre!

Cordiali saluti
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 599
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Ritorno della “tenda nera” e tecnologia del 2000
Reply #16 - 12. Sep 2018 at 13:32
Print Post Print Post  
Ma infatti, per quanto lo si voglia rendere "perfetto", siccome non si tratta di una gara dove chi taglia il traguardo è primo senza ombra di dubbio, alla fine il giudizio di un concorso musicale sarà sempre opinabile, proprio perchè è un giudizio.

Poi il grande pianista si fa notare lo stesso, a prescindere dai giudizi negativi ricevuti dalle commissioni esaminatrici.
  

Rafal Blechacz Chopin competition 2005 Pianoconcerto No. 1 !
Back to top
 
IP Logged