Normal Topic Passacaglia (Read 61 times)
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2219
Joined: 04. Mar 2010
Passacaglia
30. Nov 2018 at 19:21
Print Post Print Post  


Questo è un mio pezzo per chitarra appena pubblicato dalle edizioni Ut orpheus di Bologna.
Un basso di 5 note che dalla tonica sale diatonicamente alla dominante è inserito in battute da 4/2 creando dei giochi ritmici.

Prima o poi posterò anche qualcosa composto per il pianoforte (purtroppo a parte il grande 10dita Smiley i pianisti non sono molto propensi a dedicarsi alla musica nuova per piano).
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1190
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Passacaglia
Reply #1 - 30. Nov 2018 at 23:57
Print Post Print Post  
andreavezzoli wrote on 30. Nov 2018 at 19:21:
Questo è un mio pezzo per chitarra appena pubblicato dalle edizioni Ut orpheus di Bologna.
Un basso di 5 note che dalla tonica sale diatonicamente alla dominante è inserito in battute da 4/2 creando dei giochi ritmici.

Prima o poi posterò anche qualcosa composto per il pianoforte (purtroppo a parte il grande 10dita Smiley i pianisti non sono molto propensi a dedicarsi alla musica nuova per piano).


Complimenti Andrea il pezzo è davvero interessante con quella base che non molla mai (come la goccia di Chopin nel preludio n* 15).

Sarà perché i chitarristi hanno molto meno repertorio disponibile che alla fine sono più "aperti"?
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2219
Joined: 04. Mar 2010
Re: Passacaglia
Reply #2 - 01. Dec 2018 at 12:41
Print Post Print Post  
Grazie mille per aver apprezzato il pezzo.
Si è vero i chitarristi hanno meno repertorio ed è anche per questo che sono più propensi ad eseguire musica nuova, allo stesso tempo credo che il fossilizzarsi di certi pianisti verso un repertorio "storico" non faccia bene alla musica, all'epoca di Mozart si suonava la musica composta all'epoca e poco quella del passato, ma senza arrivare a questo che sarebbe sbagliato credo che da parte di certi pianisti noto una sorta di "superbia" per cui siccome sono grandi virtuosi allora possono permettersi di snobbare la musica composta oggi.
Però facendo così prima o poi la musica colta morirà perchè, anche se i grandi capolavori non smetteranno mai di emozionare, diventerà una sorta di museo.
  
Back to top
 
IP Logged