Normal Topic Astor Piazzolla (Read 379 times)
scheggiasms
God Member
*****
Offline


"Dove finiscono le parole,inizia
la musica"

Posts: 1654
Joined: 09. May 2008
Astor Piazzolla
31. Jan 2019 at 12:53
Print Post Print Post  
Mi piace molto questo compositore e vorrei chidervi:
Si può considerare un  compositore di musica classica?
  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1270
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Astor Piazzolla
Reply #1 - 31. Jan 2019 at 13:40
Print Post Print Post  
scheggiasms wrote on 31. Jan 2019 at 12:53:
Mi piace molto questo compositore e vorrei chiedervi:
Si può considerare un  compositore di musica classica?

piace anche a me, una volta lo ascoltavo spesso. ora meno.
Ci sono buone cose trascritte per pianoforte in giro, Però rifacendosi alla musica popolare Argentina , al tango, direi  che non possa essere considerato "classico".
  
Back to top
IP Logged
 
10dita
Forum Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2784
Joined: 21. Sep 2009
Gender: Male
Re: Astor Piazzolla
Reply #2 - 31. Jan 2019 at 20:44
Print Post Print Post  
Gent.mi, i termini che definiscono la musica son spesso assai fuorvianti, temo.

Certo, si sente la esigenza in qualche modo di codificare, catalogare etc.

Se ascoltiamo codesti brani ad es. (sonati oltretutto da Grandi artisti):

Oblivion - Gidon Kremer - Astor Piazzolla

Piazzolla: Grand Tango

Le Grand Tango- YO-YO MA

Come possiam definirli?

Metterei l'accento piuttosto sul fatto che dello stesso brano abbiam più rielaborazioni, più versioni.

Quindi: chi dà il "valore" (e dico codesta parola non a caso!) all' "oggetto musicale"?

E comunque, Piazzolla, diciam così, è "sdoganato" da tempo Cheesy

Cordiali saluti


  
Back to top
 
IP Logged
 
pianozero
God Member
*****
Offline


Roma

Posts: 1270
Joined: 11. Oct 2011
Gender: Male
Re: Astor Piazzolla
Reply #3 - 31. Jan 2019 at 23:59
Print Post Print Post  
10dita wrote on 31. Jan 2019 at 20:44:
Gent.mi, i termini che definiscono la musica son spesso assai fuorvianti, temo.

Certo, si sente la esigenza in qualche modo di codificare, catalogare etc.

Se ascoltiamo codesti brani ad es. (sonati oltretutto da Grandi artisti):

Oblivion - Gidon Kremer - Astor Piazzolla

Piazzolla: Grand Tango

Le Grand Tango- YO-YO MA

Come possiam definirli?

Metterei l'accento piuttosto sul fatto che dello stesso brano abbiam più rielaborazioni, più versioni.

Quindi: chi dà il "valore" (e dico codesta parola non a caso!) all' "oggetto musicale"?

E comunque, Piazzolla, diciam così, è "sdoganato" da tempo Cheesy

Cordiali saluti



classica va bene dunque? è musica che si presta bene all'orchestrazione

sono rielaborazioni successive, perfette bellissime ma non le versioni originali. Credo.
  
Back to top
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2344
Joined: 04. Mar 2010
Re: Astor Piazzolla
Reply #4 - 09. Apr 2019 at 20:23
Print Post Print Post  
Il termine classica secondo me non rende l'idea della musica di Piazzolla, cioè ritengo che questa musica sia talmente piena di contaminazioni che etichettarla non avrebbe senso, Piazzolla ha creato un genere unico che solo lui ha potuto portare avanti, molti hanno cercato di comporre brani imitandolo ma solo pochi sono riusciti ad avvicinarsi.
  
Back to top
 
IP Logged
 
tgdigit
Global Moderator
*****
Offline


Argh !

Posts: 807
Joined: 30. Jul 2008
Gender: Male
Re: Astor Piazzolla
Reply #5 - 10. Apr 2019 at 18:24
Print Post Print Post  
C'è chi però è riuscito ad innovare:



  

"Se pensi di usare le dita per suonare il pianoforte stai commettendo un grande errore, devi usare le mani."

Piano Masterclass Gyorgy Sebok
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2344
Joined: 04. Mar 2010
Re: Astor Piazzolla
Reply #6 - 13. Apr 2019 at 15:28
Print Post Print Post  
Si questi sono davvero bravi! ed il compositore merita molto Smiley questo dimostra come nella musica si possa prendere spunto da qualcosa ma non si debba mai cercare di imitare un intero stile.
  
Back to top
 
IP Logged
 
ibachnew
New Member
*
Offline


ex Ibach13

Posts: 45
Location: Torino [Italy]
Joined: 19. Apr 2016
Gender: Male
Re: Astor Piazzolla
Reply #7 - 14. Apr 2019 at 01:06
Print Post Print Post  
Credo che il punto sia proprio che fare classificazioni strette puo’ essere fuorviante [10dita] e che Piazzolla e’ in effetti inclassificabile [Andrea]

Del resto e’ abbastanza noto  quanto disse Nadia Boulanger ad AP che in virtu’ di una borsa di studio del governo francese studiava con lei a Parigi negli anni ’50

At first,  Piazzolla tried to hide his tanguero past and bandoneon work from Boulanger, believing that his destiny lay in classical music. This situation was quickly remedied when he opened his heart to Boulanger and played his tango “Triunfal” for her. She gave him the historic recommendation: “Astor, your classical pieces are well written, but the true Piazzolla is here: never leave it behind.”  
[[http://www.fabermusic.com/composers/astor-piazzolla/biography]]

[AP si vergognava del suo passato di “tanguero bandeonista”, pensando che gli potesse bloccare la strada verso la musica “classica”, ma quando infine si aperse a NB e le suono’ il suo tango “Triunfal” lei gli disse la storica frase “Astor, i tuoi brani classici sono ben scritti, ma questo e’ il vero Piazzolla: non abbandonarlo mai!” - libera traduzione]
  
Back to top
 
IP Logged
 
andreavezzoli
Global Moderator
*****
Offline


W Pianoforum!

Posts: 2344
Joined: 04. Mar 2010
Re: Astor Piazzolla
Reply #8 - 14. Apr 2019 at 12:24
Print Post Print Post  
L'essere se stessi è fondamentale, fu lo stesso Piazzolla a consigliare a Richard Galliano di non dimenticare la tradizioni del valzer musette e di inserirlo in un contesto jazzistico
  
Back to top
 
IP Logged